La rivolta

Media utenti
Titolo originale: Crisis
Anno: 1950
Genere: drammatico (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/12/13 DAL BENEMERITO GIùAN
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Giùan 21/12/13 07:27 - 3052 commenti

I gusti di Giùan

Chirurgo Usa vien “sequestrato” dal dittatore del non specificato stato sudamericano in cui è in vacanza perché lo operi di un tumore al cervello. L’esordio in regia di Brooks manifesta già i segni del suo non allineato coraggio cinematografico, ma mentre lo script (che ha assonanze con Stanotte sorgerà il sole) è teso e solido, gli snodi narrativi non son ancor gestiti con piglio corrispondente. Bel “deguello” tra un Grant che, fuori dal suo glamour abituale, veste gelidi panni hitchcockiani e l’istrionico Mel Ferrer dalla inquietante testa fasciata.
MEMORABILE: Il cattivo Colonnello Mondragon dell’ex bello Ramon Novarro.

Rambo90 18/01/18 17:19 - 6438 commenti

I gusti di Rambo90

Bell'esordio di Brooks alla regia, con un film drammatico ma dalle tinte thriller, sia per la bella fotografia in bianco e nero sia per le implicazioni della trama, che vedeono la moglie del protagonista rapita. Grant in gran forma, indossa i panni di un personaggio quasi hitchcockiano (coinvolto suo malgrado in qualcosa di più grande di lui) e si contrappone alla perfezione a un esagitato Josè Ferrer, davvero detestabile per quanto realistico. Non male la morale di fondo, il ritmo e alcuni momenti di pura tensione (l'operazione). Notevole.

Daniela 19/10/19 11:42 - 9649 commenti

I gusti di Daniela

Mentre è in vacanza con la moglie in un paese imprecisato dell'America latina, un chirurgo statunitense viene coartato affinché operi al cervello il dittatore locale, affetto da tumore... Già scrittore e sceneggiatore, Brooks passa dietro la macchina da presa con questo film non del tutto convincente per eccesso di schematismo ma originale nello spunto e negli sviluppi, nonché fortemente pessimista circa la natura umana come dimostra l'epilogo amaro. Notevole l'interpretazione esaltata di Ferrer, mentre a sorpresa convince meno Grant, troppo compassato e sicuro di sé considerato il contesto.

Nicola81 27/10/19 21:41 - 2009 commenti

I gusti di Nicola81

Già apprezzato come scrittore e sceneggiatore, Brooks debutta dietro la macchina da presa con un dramma dalle tinte thriller abbastanza superficiale sul versante sociopolitico (l'immaginario paese sudamericano teatro della vicenda è stereotipato al massimo), ma efficace come puro intrattenimento e anche nella morale di fondo: l'epilogo è meno conciliante del previsto e nemmeno i rivoluzionari ne escono benissimo. Ottima contrapposizione tra un Grant estremamente risoluto e un Ferrer che riesce a rendersi detestabile persino nella malattia.
MEMORABILE: Gli scambi verbali tra Grant e Ferrer; Il finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 28/05/20 15:44
    Segretario - 3058 interventi
    Dvd Sinister disponibile dal 18/6/2020.