La leggenda di Beowulf - Film (2007)

La leggenda di Beowulf
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Beowulf
Anno: 2007
Genere: fantastico (colore)
Note: Aka "Beowulf 3D" (ove trasmesso in 3D). Flm d'animazione con utilizzo della motion capture.
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Assistere ad un film in 3d (soprattutto in una sala degna e attrezzata al meglio) non è esperienza di tutti i giorni. Fin dalla prima scena l'impressione è davvero quella di "entrare" nel film e non c'è dubbio che il sistema, se ben utilizzato, rappresenterà il futuro. Non si tratta più solo di alcune sequenze: in BEOWULF ogni scenario, ogni personaggio "salta fuori" dallo schermo ed è evidente quanto l'intero film sia stato costruito per esaltare la riscoperta tecnica (da godersi grazie agli immancabili occhialini polarizzati, naturalmente) di un modo di fare cinema già più volte sperimentato in passato. Il fantastico,...Leggi tutto coi suoi mostri, le frecce, le spade che ti puntano in faccia, si presta, e la rilettura del classico inglese offre effetti speciali in quantità. Purtroppo c'è anche il rovescio della medaglia: la digitalizzazione dell'intero cast (utile a rendere più efficace il 3D) ci consegna un'animazione imparagonabile alla resa data dagli attori in carne e ossa; specie guardando i volti femminili (la principessa sembra la figlia di Cicciobello ma anche Hopkins e Malkovich, molto spesso, sembrano proprio di plastica) c'è da mettersi le mani nei capelli. Sembra di stare in un videogioco, a volte, e l'impatto ne risente in modo clamoroso producendo un ibrido sovente inaccettabile. La storia e la sceneggiatura son miserelle (e quando mancano mostri e azione la cosa si sente eccome) ed è solo la competente regia di Zemeckis a salvare il film dal tracollo. Si vive di momenti in attesa della spettacolare battaglia col drago d'oro. Senza il 3D è proprio un altro film che, meno distratti dallo show tridimensionale, si potrà seguire con più attenzione e gusto diverso.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/11/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 26/11/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 18/11/07 09:45 - 5235 commenti

I gusti di Puppigallo

Faccio una certa fatica ad abituarmi a questi personaggi reali ricostruiti a computer. Non tutti mi soddisfano (la regina, ad esempio, non era realizzata con la stessa cura di altri) e continua un po’ a sembrarmi un ibrido realtà-finzione, che non convince fino in fondo dal punto di vista visivo. La storia è molto semplice (Beowulf il forse sparapalle), ma il protagonista è ben reso (un po’ folle, un po’ sprovveduto e un po’ eroe, fortunatamente diverso da quello interpretato da Lambert) e le scene di battaglia (con Grendel e con il drago) sono piacevoli. Ogni tanto si arena, ma non è male.
MEMORABILE: I problemi di udito e di batacchio di Grendel. Beowulf descrive la sua gara di nuoto persa: "Ho dovuto anche uccidere 8 mostri marini".

Mfisk 20/11/07 13:56 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Lo spettatore, mentre fuggiva dal teatro dei Lumière, non poteva esprimere un giudizio critico sul film: e così oggi noi siamo spiazzati di fronte a questo 3D che, facendoci entrare dentro la narrazione, ci nega il necessario distacco. Bella la storia e coinvolgente; ma non potrebbe esser che così, quando un orrendo mostro ti sbava addosso o ti trovi in volo a schivare le cime degli alberi. Genio, Zemeckis, a combinare Motion Capture e Digital3D per un film che segna un punto di svolta con il quale tutto il cinema d'azione dovrà confrontarsi.
MEMORABILE: Il volo appeso al drago con le frecce che saettano intorno (se visto in 3D, ovviamente).

Xamini 22/11/07 15:39 - 1241 commenti

I gusti di Xamini

Il film è relativamente poca cosa. Di per sé gli piazzerei una palla e mezzo, massimo due. Con il Digital3D diventa rivoluzione e tutto il resto passa in secondo piano. Mi si perdoni l'ardire, ma qui l'enfasi è tutta sulla nuova tecnologia, qualcosa che è stato accennato in anticipo con Nightmare before Christmas, e che in Beowulf rende al 100%. Al cinema sembra di esser tornati bambini: vien quasi da afferrare il logo, scansare i personaggi in primo piano. Guardare è un piacere visivo vissuto dall'interno: ci si sofferma sui particolari, si rimane rapiti dal singolo dettaglio. Che sia davvero la nascita di una nuova era cinematografica?
MEMORABILE: C'è un momento in cui tutta la sala sobbalza, quasi si trattasse di un thriller.

Giapo 27/11/07 09:54 - 242 commenti

I gusti di Giapo

Fumettone tra l’horror e l’avventura che ha poco da dire a parte la sorprendente tecnologia di animazione e il suggestivo effetto 3D per chi ha la fortuna di averlo visto al cinema. Carina l’ambientazione medievale, efficace la caratterizzazione dei personaggi (in particolare del primo mostro), ma la storia è troppo piatta e banale per risultare appassionante. Alla fine tanto spettacolo ma poca sostanza.

Capannelle 14/12/07 15:23 - 4386 commenti

I gusti di Capannelle

L'ibrido tra espressioni umane e animazione crea personaggi piuttosto inconsistenti mentre scenografie, musica e storia (niente di innovativo) non aiutano a rendere avvincente il film. L'animazione, almeno in 2D, non mi sembra da celebrare, i movimenti a volte diventano troppo rapidi e assumono una plasticità da Playmobil. Si salvano il doppiaggio e il duello con lo sbavoso Grendel. Bisogna vederlo in 3D? Svolta epocale? Mah, io rimango a casa.

Fabbiu 23/03/08 02:39 - 2130 commenti

I gusti di Fabbiu

Non ho avuto la possibilità di vederlo al cinema e in 3d ma dirò la verità: mi è piaciuto lo stesso. Certo niente brilla di originalità, si vuole sempre e solo arrivare alle scene dei combattimenti (a maggior ragione se lo si vede in 3d immagino), ma la grossa e tanta particolarità (degli attori computerizzati in pratica..) cattura e tiene viva l'attenzione, grazie alls regia di Zemeckis piuttosto attenta e di un buon cast, anche se, in vari momenti, l'eccesso di effetti speciali porta il film a sembrare un moderno cartone animato.

Galbo 2/04/08 06:00 - 12360 commenti

I gusti di Galbo

Dopo il deludente Polar Express, Zemeckis torna al cinema di animazione (realizzato con la tecnica del motion capture) affrontando un tema decisamente più adulto come quello delle leggende nordiche. Il film indubbiamente ben realizzato dal punto di vista tecnico propone una serie di temi (primo tra tutti la violenza ma anche la morale e l’onore) insoliti per il cinema d’animazione e in grado di affascinare lo spettatore. Limite del film è lo scarso spessore dei personaggi, belli da vedere ma decisamente poco carismatici.Comunque gradevole.

Redeyes 27/12/08 14:35 - 2438 commenti

I gusti di Redeyes

Non l'ho gustato con occhialetti colorati e cinemone adeguato ma solo con il mio misero dvd player ed una povera tv. Quindi non mi ha entusiasmato, o meglio non sono stato catturato dal 3d (le animazioni mi sono piaciute poco). Effettivamente i personaggi puzzano di videogame e la resa finale ne paga le conseguenze. La storia in sè e per sè non è deprecabile ne geniale (è una leggenda) e si lascia guardare senza troppi patemi ne scossoni. Lo giudicherei mediocre ma lascio il beneficio del dubbio!
MEMORABILE: Il povero Grendel.

Brainiac 28/01/09 15:59 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Mi sono divertito come Moretti di fronte ad una mastodontica Sacher torte a guardare questo film. Effettivamente l'animazione toglie qualcosa alle mimiche facciali, ma non è che i protagonisti dei film d'azione ne offrano poi così tante, di espressioni. Grande ritmo e tanta sana action, addirittura di stampo horror alcune scene (come quella in cui i protagonisti sono asserragliati nel castello e si difendono dal gigante). Rispetto ai film fantasy classici molti meno dialoghi noiosi o pesanti spiegoni. Puro intrattenimento e a volte, financo per il Moretti che ci portiamo dentro, è meglio così.
MEMORABILE: Il gigante deforme irrompe nel castello, causando non pochi danni.

Mdmaster 23/11/10 09:10 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Zemeckis, ormai lanciato nel cinema in CG "maturo", dopo l'episodio poco convincente di Polar Express, propone la sua versione della leggenda di Beowulf. Fortunatamente il regista sceglie di metter giù dei gran pezzi d'azione, distraendo da una sceneggiatura ridotta all'osso e da personaggi dai volti davvero di plastica. Meno male che anche il cast di attori è di prim'ordine e il risultato è un bel baraccone di luci e suoni che cattura lo spettatore fino all'ultimo. Certo, vederlo sul tv di casa è ben altro affare...

Robin Wright HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Forrest GumpSpazio vuotoLocandina Tre giorni per la veritàSpazio vuotoLocandina Unbreakable - Il predestinatoSpazio vuotoLocandina La promessa

Enzus79 31/03/11 10:50 - 2839 commenti

I gusti di Enzus79

Per come è stato ideato il tutto, Robert Zemeckis è da applausi, ma se penso alla storia qualche fischio se lo merita. Le uniche scene degne di interesse sono quelle dei duelli (bello quello della gara di nuoto!). Il resto è al limite del deludente.

Von Leppe 3/08/11 13:09 - 1248 commenti

I gusti di Von Leppe

Non ho apprezzato gli attori trasformati al computer in pupazzi gommosi che peggiorano la naturalezza della recitazione e sono mediocri dal punto di vista estetico (sono rimasto ingannato dalla copertina del dvd: pensavo ad un normale film, non a questa sorta di animazione). La storia mi è sufficentemente piaciuta così come l'atmosfera e i paesaggi: praticamente un videogioco che va da sè. Non del tutto riuscito questo genere di operazione (Tim Burton in seguito con Alice farà molto meglio).

Jena 20/11/11 13:37 - 1537 commenti

I gusti di Jena

Non un film pienamente riuscito. Non ha certo la profondita di Excalibur, ma per fortuna non scade nella vaccata come tanti pseudo mitologici americani (vedasi Scontro tra titani). Zemeckis ci prova ed inserisce momenti pensosi sulla fine degli eroi, il cristianesimo e fa perfino recitare il Beowulf originale in danese antico, ma a conti fatti i momenti più riusciti sono gli scontri semifumettistici alla Ritorno al futuro. Ma perché imbalsamare gli attori con la motion capture? Hopkins una spanna sopra gli altri, bellezza sconvolgente la Jolie.

Alexcinema 3/05/22 09:00 - 114 commenti

I gusti di Alexcinema

Il cine-giocattolone tridimensionale per eccellenza. Lascia il segno se visto in steroscopia 3D. Senza quel mezzo si dimentica facilmente, causa soprattutto una storia scarna, mal sviluppata e peggiorata da una sceneggiatura che punta addirittura a nudi e doppi sensi sessuali per mantenere viva l'attenzione del pubblico. Da un mostro come Zemeckis ci si aspettava molto di più anche sul fronte narrativo, e infatti il giudizio qui è costituito solo dalla resa 3D. Senza, il giudizio sarebbe stato decisamente minore.
MEMORABILE: Le numerose scene di combattimento i cui effetti in rilievo esplodono al massimo della loro potenza.

Raremirko 3/05/22 23:51 - 577 commenti

I gusti di Raremirko

Non male; un po' ricorda la tecnica del rotoscoping, un po' il Polar express di tre anni prima, sempre diretto da Zemeckis, che però giocava su ben altri temi ed era diretto per lo più alle famiglie. Buon cast, qualche momento avvincente (come la sfida col dragone, che fa un po' Harry Potter) più di una tematica che lo rende comunque un lungometraggio per adulti. Senza infamia né lode, non merita stroncature né lodi sperticate.

Daniela 18/05/22 00:10 - 12565 commenti

I gusti di Daniela

Tratto da un fumetto a sua volta ispirato a un antico poema epico, il film racconta la storia di un guerriero valoroso che affronta e uccide un mostro sanguinario lasciandosi poi sedurre da una donna malvagia... Animazione in motion capture pensata per la fruizione in 3d ma abbastanza godibile anche senza questa opzione per il carattere avventuroso della storia, mentre lascia perplessi la caratterizzazione dei personaggi soprattutto laddove si modella troppo sulla fisionomia degli attori chiamati a interpretarli a causa dell'effetto uncanny valley e di una certa legnosità.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Zender • 22/11/07 22:25
    Capo scrivano - 47585 interventi
    Trasmesso al cinema Arcadia di Melzo (Milano) in 3D. Ecco cosa dice la pubblicità (dal loro sito www.multiplexarcadia.com):

    L'avanzatissima tecnologia DIGITALE 3D (attiva) di oggi sfrutta le recenti innovazioni delle tecniche di proiezione utilizzando un solo proiettore Digitale che alterna rapidamente immagini per l'occhio destro e per l'occhio sinistro così velocemente (144 volte al secondo) che il cervello umano non ne percepisce la successione.
    Prima dell'inizio del film, il personale ARCADIA distribuisce agli spettatori gli occhialini 3D attivi polarizzati che consentono di partecipare alla visione del film e vivere un'esperienza visiva senza precedenti. Si tratta di un nuovo modo di fare e proporre cinema che porta il pubblico letteralmente dentro il mondo del film stesso. Gli spettatori hanno l'impressione di essere catapultati in un mondo ancora più vasto e realistico.
    Il Digitale 3D dominerà il futuro del mondo del Cinema. Registi del calibro di George Lucas, James Cameron, Robert Zemeckis, Peter Jackson, Robert Rodriguez e studios come Disney e Dreamworks hanno già annunciato la produzione e distribuzione dei loro prossimi film in Digitale 3D.
  • Curiosità Zender • 23/11/07 12:26
    Capo scrivano - 47585 interventi
    Eccovi la lista dei (pochi) cinema attrezzati in Italia per trasmettere Beowulf in 3D. Se abitate nei pressi approfittatene. Garantiscono Mfisk e Xamini (che in 3d l'hanno visto all'Arcadia e parlano di esperienza unica)

    - Multiplex Arcadia - Melzo (Mi)
    - Cinecity - Limena (PD)
    - Cinecity - Trieste (TS)
    - Cinecity - Silea (TV)
    - Cinecity - Pradamano (UD)
    - Multiplex Giometti - Fano (PU)
    - Multiplex Giometti - Porto S.Elpidio (AP)
    - Multiplex Giometti - Rimini (RN)
  • Discussione Fabbiu • 23/11/07 13:28
    Archivista in seconda - 651 interventi
    A proposito dell'uscita in 3d di Beowulf (vedi Curiosità) Fabbiu ebbe a dire:
    Quindi è probabile che come è successo con Spy kids 3(d) l'edizione dvd uscirà in due versioni, una delle quali avrà in allegato gli occhialietti tredimensional. Speriamo, non ho ancora avuto la possibilità di sperimentare tutto ciò. Nel senso che ho girato un casino di videoteche alla ricerca di spy kids 3 con allegati gli occhialini e non mi hanno mai potuto accontentare. Sono forse l'unico al mondo che non ha mai visto un film in 3d, e ovviamente abito alla larga dalle zone citate da Zender in cui i cinema sono "attrezzati".
    Ultima modifica: 23/11/07 21:31 da Zender
  • Discussione Zender • 23/11/07 13:34
    Capo scrivano - 47585 interventi
    Mi spiace Fabbiu che non ci siano cinema "attrezzati" nella tua zona. Spy kids 3D non l'ho mai visto nemmeno io con gli occhialetti (e nemmeno senza, a dire il vero) però dubito che possa essere un'esperienza anche avvicinabile a quella vista al cinema...
  • Curiosità Ciavazzaro • 15/11/09 12:05
    Scrivano - 5592 interventi
    La sceneggiatura del film fu iniziata nel 1997.

    Fonte:Imdb
  • Discussione Daniela • 18/05/22 00:33
    Gran Burattinaio - 5922 interventi
    Il film forse andrebbe più correttamente catalogato come animazione dato che è stato prodotto interamente in computer grafica utilizzando la tecnica della motion capture per i movimenti degli personaggi e ricalcando in alcuni casi i volti degli stessi su quelli degli attori che li doppiano.
    Nello specifico, questo avviene per i personaggi doppiati da Anthony Hopkins, John Malkovich, Angelina Jolie, Robin Wright, mentre nel caso del protagonista Beowulf l'attore Ray Winstone presta la sua voce  ma il volto del personaggio in questione non somiglia al suo.
    Nel caso si preferisca mantenere il genere fantastico, andrebbe aggiunta una nota del genere: "film d'animazione con utilizzo della motion capture disponibile anche per la visione in 3d". 
  • Discussione Zender • 18/05/22 07:58
    Capo scrivano - 47585 interventi
    Sì, in questi casi mi sembra si sia laciato il genere specificando appunto in note la cosa. Aggiunto.