LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/07/09 DAL BENEMERITO MARKUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 13/07/09 12:16 - 3366 commenti

I gusti di Markus

Una famiglia medio borghese di Milano composta da cinque persone che non hanno nulla in comune se non il fatto di essere una famiglia. Cinque storie raccontate sulla sfondo di diverse location: la casa al mare, la casa di Milano, la casa di campagna, oltre il resto. Olmi gioca con immagini spaziali e temporali che simulano il pensiero del personaggio. Un film toccante, ben fatto e ben recitato da illustri sconosciti (scelta abituale di Olmi). Passato forse inosservato, riscopritelo in dvd!

Stefania 8/08/11 02:24 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

La borghesia lombarda "possidente" è sclerotizzata nella tradizione, della modernizzazione (del sistema produttivo, dei costumi) non è artefice, e può soltanto subirla, mentre il divario generazionale tra genitori e figli, tra passato e futuro, è un baratro in cui non si precipita: vi si scivola piano, ogni giorno, complice il silenzio. Olmi coglie l'umore di un'epoca di passaggio, di ogni personaggio fotografa l'anima, in ogni posa, sotto ogni luce, in lucide istantanee: cinque storie che non sono una storia, due genitori e tre figli che non sono una famiglia.
MEMORABILE: Il finale, tra i più belli mai visti al cinema.

Saintgifts 15/08/11 16:55 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

La realtà cinematografica di Olmi è ancor più dura della vera realtà (se ciò è possibile). Potenza del cinema (di un certo tipo), cosicché la mattanza (terribile) dei vitelli ha una tremenda analogia con le vite dei protagonisti, mattanze fisiche e, soprattutto, morali. Il ragazzino cieco esce da questo contesto, la vita per lui è solo interiore, non può vedere ciò che di bello e di brutto sta intorno a lui, forse lo può intuire, ma ha i suoi rifugi e una sua propria realtà. Triste e pessimista, ma forse è meglio dire realista e senza veli.

Rufus68 20/10/18 22:38 - 3221 commenti

I gusti di Rufus68

Uno dei migliori film di Olmi. Il messaggio sotteso viene alla luce grazie alla forma: la frammentarietà della soluzione narrativa, tale da rendere la sensazione dell'incompiutezza, diviene metafora delle esistenze irrisolte dei protagonisti così come le più evidenti scene del mattatoio sono la plastica rappresentazione dell'uomo immerso nel flusso alienante del capitalismo avanzato (il "gioco" aziendale). Solo la tragedia improvvisa, una circostanza, può incrinare l'indifferenza del vivere risvegliando l'umanità interiore. Da vedere.

Pigro 27/09/20 21:23 - 8093 commenti

I gusti di Pigro

Ritratto di agiata famiglia borghese nella quotidianità di piccole circostanze: la madre salva un ferito, il padre rischia il licenziamento, i tre figli vivono i primi baci o il primo bebè. Non è un Teorema, semmai un postulato sulla società italiana nei primi anni 70: una mediocrità che lascia filtrare vitalità, slanci (montaggio talvolta salterino), ma tutto in minore e pericolosamente affacciati sul vuoto, come una massa bovina verso il macello (scena potente). Finale improvviso, per lasciare che la narrazione slitti nella realtà.

Il Dandi 25/11/20 10:49 - 1894 commenti

I gusti di Il Dandi

Una famiglia che non è una famiglia si divide fra tante residenze che non sono una casa. La borghesia industriale degli anni '70 (soggetto centrale nel cinema italiano di ogni genere) viene da Olmi spiata da una diversa angolazione (più prosaica) e ritratta con diversi colori (per lo più sbiaditi e mortiferi). Interessante, grazie anche a un montaggio ellittico ma vivace; tuttavia il realismo sgradevole di metafore crude (il bestiame al macello) appare eccessivamente didascalico e pare che la frammentarietà venga agitata come tema per nascondere un'aridità anche narrativa.
MEMORABILE: La macelleria nell'azienda agricola.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.