Il cavaliere di Lagardère - Film (1998)

Il cavaliere di Lagardère
Media utenti
Titolo originale: Le bossu
Anno: 1998
Genere: avventura (colore)
Note: Tratto dal romanzo "Le Bossu" di Paul Féval, già portato sugli shermi nel 1913, nel 1925, nel 1934, nel 1944 (Il Cavaliere di Lagardère, di Jean Delannoy) e nel 1959 (La Spada degli Orléans, di André Hunebelle).

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/09/12 DAL BENEMERITO DARKKNIGHT
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Darkknight 1/09/12 14:28 - 354 commenti

I gusti di Darkknight

Cappa e spada che più classico non si può. Auteil, né bello né prestante, se la cava lo stesso alla grande; la trama ha il giusto brio e la confezione è di classe (musiche dalla Cavalleria Rusticana, fotografia dai toni fiamminghi, costumi insigniti del premio César). La dimostrazione che il genere può sopravvivere anche oggi senza modernizzarlo con kung-fu ed esplosioni. Passato inosservato in Italia, ma grande successo in patria ed elogi anche dalla critica Usa. Da riscoprire.
MEMORABILE: "Se tu non vieni da Lagardère, Lagardère verrà da te!"; La "botta" di Nevers.

Saintgifts 12/08/14 08:49 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Philippe de Broca ha mantenuto fedelmente lo spirito feuilleton del romanzo di Paul Féval "Le Bossu" il gobbo, che dà più importanza, fin dal titolo, al travestimento di Lagardére (travestimento risolutore più che non il famoso colpo di spada). Nonostante i diciassette anni lungo cui si snoda la vicenda, tutto si svolge con grande dinamismo, le situazioni nascono e si risolvono senza intoppi (se non quelli che danno adito a duelli e imboscate, anima di questo genere). I personaggi sono ben delineati e riconoscibilissimi. Popolare.

124c 12/08/14 13:35 - 2935 commenti

I gusti di 124c

La vendetta di un cavaliere nei confronti dell'assassino del suo migliore amico, a suon di duelli e travestimenti. Se poi di mezzo c'è anche la figlia adolescente dell'amico, che tutti credono morta, la vendetta è doppia. Il regista Philippe de Broca si affida al talento di Daniel Auteuil, che ha le sue scene migliori quando è vestito da gobbo e scambia botta e risposta con l'assassino, fingendosi servo fedele. Bella la ragazza che lo affianca. Camei riusciti di Philippe Noiret, Vincent Perez e del nostro Renato Scarpa. Un bel cappa e spada.

Modo 19/01/16 21:18 - 959 commenti

I gusti di Modo

Un buon film, girato con maestria. Dopo un inizio assai calmo la storia prende forma e regala emozioni con trame ispirate. Il regista pone la giusta attenzione ai personaggi come all'azione. Daniel Auteuil camaleontico, molto abile pure Frabrice Luchini. Costumi curati e bei paesaggi. Un tocco d'ironia non guasta per un prodotto ben confezionato.

Nando 11/11/16 15:55 - 3837 commenti

I gusti di Nando

Un cappa e spada di valore in cui le gesta del protagonista ricordano alcune situazioni alla Dumas, in cui le gesta eroiche si contrappongono alla teoria del ritorno. Tutto appare corretto e dignitoso con interpreti appropriati e una valida colonna sonora; certo Auteuil a distanza di 16 anni nel film cambia poco, ma appare un dettaglio.

Daniela 14/11/16 10:15 - 12790 commenti

I gusti di Daniela

Trovatello intraprendente diventa amico di un duca che lo nomina cavaliere e, quando questi viene ucciso a tradimento dal cugino per usurparne il titolo, giura vendetta. Per compierla, 17 anni dopo, dovrà affidarsi alle sue doti di spadaccino e alla sua abilità nel travestimento... Godibile cappa e spada che può contare su ambientazioni variegate, un cast di assoluto prestigio ed un ritmo sostenuto punteggiato, oltre che da fughe e duelli, dai colpi di scena e dalle agnizioni tipiche del feuilleton.
MEMORABILE: "Tutta questa fatica per una bambina!"

Decimamusa 30/12/18 09:41 - 102 commenti

I gusti di Decimamusa

Intanto gli attori: Auteuil, Luchini, Noiret, Perez, il meglio del cinema francese. Poi la grazia e la freschezza della Gillain. E tutti gli ingredienti del "cappa e spada" in una girandola spumeggiante e travolgente, a suo modo rigorosa: congiure, inseguimenti, travestimenti, duelli (con tanto di maestro d’armi a fare da consulente). Sullo sfondo scenografie accattivanti e bei costumi. Risultato? Ci si distrae e ci si diverte (e non è poco) senza provare fastidio per iperboli e inverosimiglianze. Perfino la morte si colora di grottesco.

Siska80 28/08/20 16:59 - 4019 commenti

I gusti di Siska80

Film di cappa e spada che ha molte similitudini con Scaramouche (il protagonista vendica un amico e si unisce a una compagnia comica) e con il coevo La maschera di ferro (c'è una persona segregata da liberare) nel quale si distinguono i costumi, le location e la bravura del cast (di Auteuil in particolare, non bello ma interessante). La trama non racconta nulla di originale e, nonostante il finale dia soddisfazione allo spettatore, si rimane increduli dinnanzi alla facilità con cui il cavaliere ed Aurore si mettono insieme dopo aver vissuto per sedici anni come padre e figlia.
MEMORABILE: L'omicidio di Philippe.

Philippe de Broca HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Come si distrugge la reputazione del più grande agente segreto del mondoSpazio vuotoLocandina L'uomo di RioSpazio vuotoLocandina L'uomo di Hong KongSpazio vuotoLocandina Cartouche
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.