LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/11/07 DAL BENEMERITO POL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pol 20/11/07 14:53 - 589 commenti

I gusti di Pol

Dimostrazione che il filone 'commedia sexy' nel 1982 aveva già sparato tutte le sue cartucce, trovo poco o nulla da salvare in questo film. Che si può definire in estrema sintesi noioso. La comicità praticamente assente costringe il regista a sfruttare più del dovuto le grazie delle protagoniste (ma parlando di Tarantini non è certo una novità): un trio che si difende bene, per carità, ma una commedia ridotta ad un calendario di Max alla lunga annoia. Se volete ridere non c'è trippa per gatti.

B. Legnani 21/11/07 19:20 - 4983 commenti

I gusti di B. Legnani

Noiosetta pellicola, i cui unici motivi di un certo (non troppo) interesse sono le grazie delle protagoniste (e la bellezza di Orvieto) e la curiosità di vedere come se la cava, in un film "normale", una stellina dell'hard-core, la Link. Un paio di risate in tutto, decisamente poche.
MEMORABILE: Gli acquisti di Gianfranco D'Angelo.

Undying 22/11/07 20:49 - 3821 commenti

I gusti di Undying

Sceneggiato dallo stesso regista, in collaborazione con il prolifico Tito Carpi, questo film rappresenta uno degli ultimi esempi di commedia sexy, ormai arrancante verso l'oblìo del cinema di genere, che attende al varco "la macchina produttiva" italiana. Fa tenerezza, a suo modo, per la presenza di icone del filone (l'attore/doppiatore Gammino, Montanaro, Barra, Diogene, D'Angelo, Terzo, Ciardo) affiancate a bellezze inossidabili (Nadia Cassini), carnose -ed androgine- soubrette (Carmen Russo) ed inattese pornostar (Olivia Link).

Homesick 14/02/08 17:49 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Commedia provinciale-sexy fuori tempo massimo, che fa perno esclusivamente sulle tre belle protagoniste – Cassini, Russo e l’attrice hard Link – e su una vasta schiera di caratteristi. La noia è tanta e le risate poche, a causa di una regia mediocre e di una sceneggiatura stiracchiata, costretta al riciclaggio dei luoghi comune del filone. Insomma, sembra che tutti i nomi di spicco del cast (starlets e caratteristi) si siano dati appuntamento qui per decretare la fine di un genere…

Daidae 19/11/09 14:02 - 2862 commenti

I gusti di Daidae

Patetico. Siamo nel 1982 e il filone della commedia sexy all'italiana si è ormai esaurito. Non potevano scegliere film peggiore per chiudere un sottogenere che ha comunque fatto storia nel cinema Anni Settanta. Cast femminile al solito bello ma non bravo, cast maschile buono quanto svogliato.
MEMORABILE: Gianfranco Barra "Tomba!".

Saintgifts 1/10/13 13:13 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

L'idea che le tre belle amiche debbano cornificare i rispettivi mariti come clausola per venire in possesso dell'eredità lasciata dalla quarta amica, non è male. Come qui viene sviluppata è altra cosa. La novità è la scultorea Nadia Cassini che, a differenza delle altre, interpreta una moglie molto pudica, suonatrice di violino e che, purtroppo, si mostra poco. In genere si sarebbe potuto abbondare con le immagini desnude delle tre grazie (il film ci avrebbe guadagnato, perché altro non c'è). Qualche sorriso, merito della domestica arrapata.

Markus 6/04/15 12:52 - 3436 commenti

I gusti di Markus

Se non fosse per le strabordanti presenze di Carmen Russo, Nadia Cassini e Olivia Link (e le loro deliziose guêpière), ci sarebbe ben poco da dire su questa messinscena che attinge sì al pruriginoso, ma anche a quella commedia pochadistica vagamente sofisticata in voga a cavallo tra gli Anni Settanta e Ottanta. Sul versante ridanciano si può comunque contare su un D'Angelo in forma, ma anche su caratteristi come la Facchetti (che parla in milanese). La bella Orvieto e la coinvolgente colonna sonora di Frizzi aiutano non poco.

Ronax 22/04/16 00:50 - 982 commenti

I gusti di Ronax

Per il canto del cigno di un genere giunto ormai al capolinea non si è badato a spese, quanto meno per quanto riguarda la lingerie sexy delle tre splendide protagoniste. Si è invece andati al risparmio su tutto il resto, a partire da una sceneggiatura stiracchiata e ripetitiva che ricicla all'infinito le stesse pietose gag da vecchia comica. Qualche risata scappa anche, grazie soprattutto alla simpatia di Gianfranco D'Angelo e di altri valorosi caratteristi, ma condita da un mare di noia. Ciò detto, le tre divine sono un gran bel vedere.
MEMORABILE: D'Angelo alle prese con la vecchia domestica allupata.

Mco 26/02/16 12:58 - 2212 commenti

I gusti di Mco

Bisogna essere onesti, con un trio femminile di tal portata tutto ciò che vi gira intorno (cioè il film!) acquisisce minor peso. Se poi il compito di queste donzelle è quello di tradire i rispettivi mariti, allora abbiamo anche la ricetta: al posteriore divino della Cassini si unisce il celebre petto della Russo e infine ci aggiungiamo un'Olivia Link. I momenti comici (non trascendentali) sono sorretti soprattutto dalla professionalità di Gianfranco D'Angelo. Montanaro e Jimmy il Fenomeno strappano, comunque, qualche sorriso.

Herrkinski 25/09/18 00:52 - 6018 commenti

I gusti di Herrkinski

Un presupposto che avrebbe potuto generare gag spassose con qualche comico più adatto come un Banfi; qui invece troviamo solo le spalle e i caratteristi dei film di genere (a parte D'Angelo, che comunque non brilla), mancando un vero mattatore che tenga in piedi la modestissima pochade. Si punta più che altro sulle starlette d'epoca, viste comunque meglio in film altrettanto superiori. Poche le situazioni ridanciane quindi, per una commedia "sexy" girata sul finire del filone dove anche la mano esperta di Tarantini ha potuto fare ben poco.

Michele Gammino HA RECITATO ANCHE IN...

Pessoa 2/09/21 22:54 - 1658 commenti

I gusti di Pessoa

La vicenda è di quelle tipiche della commedia sexy e avrebbe potuto al limite anche funzionare, se non fosse stata completamente rovinata da una sceneggiatura insignificante, che si limita a riciclare le peggiori gag del genere. I tanti caratteristi sono, come spesso accadeva loro, costretti a recitare il nulla mentre dal punto di vista pecoreccio non va meglio, visto che di cotanta grazia viene elargita solo qualche briciola (e dire che nel cast c'è pure una nota attrice hard). Strano a dirsi, le pochissime risate le strappa solo Ciardo, ma siamo comunque ai limiti del guardabile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 14/04/09 21:11
    Scrivano - 7616 interventi
    Il titolo di lavorazione - per solcare il successo di un film dell'anno precedente (firmato da Vanzina) - era assai più allusivo, essendo Le fichissime.

    Poi, per solcare il successo di un titolo più pregresso, ma più famoso, venne convertito in Amiche mie.

    Infine la distribuzione ha optato per il più generico Giovani, belle... probabilmente ricche.
  • Musiche Markus • 6/04/15 12:25
    Scrivano - 4812 interventi
    La colonna sonora del film è stata composta dal M° Fabio Frizzi.