Dracula cerca sangue di vergine e... morì di sete!!!

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1974
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Blood for Dracula", "Dracula vuole vivere: cerca sangue di vergine!", "Dracula cerca sangue di vergine e morì di sete!!!". Prodotto da Andy Warhol
Papiro: elettronico

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Dalla factory di Andy Warhol, diretto dal suo pupillo Paul Morrissey (con la consulenza, molto marginale, del nostro Antonio Margheriti), una semi parodia draculesca di grande originalità. Udo Kier, con i suoi occhi di ghiaccio e il suo volto senza età, resterà nella nostra memoria come il Dracula più romantico; spietato ma allo stesso tempo dolce, costretto a mordere colli per placare la sua sete di sangue. Che poi sia sangue di vergine non pare un problema da poco, visto che anche nella nobile famiglia Di Fiore (capitanata da un Vittorio De Sica al suo ultimo film, nel ruolo di un padre svampito che perde tempo sull'origine e il fascino del cognome “Dracula”) le figlie che si proclamano vergini passano...Leggi tutto in realtà il tempo a farsi sollazzare sessualmente dal bel giardiniere Mario (Joe Dallesandro, altro pupillo di Warhol). E cosa succede quando Dracula beve il sangue di una ragazza che crede vergine e che invece è molto molto lontana dall’esserlo? È una sorpresa da non svelare, visto che sono i momenti clou del film, ma va detto che qui Morrissey ci offre sprazzi di talento puro, che Kier interpreta alla perfezione. La figura di Dallesandro, un giardiniere comunista che non accetta di essere trattato da servo e si “vendica” approfittando delle lascive figlie di casa, è tratteggiato con arguzia ed è uno dei punti di forza del film, così come il severissimo e mezzo pazzo maggiordomo di Dracula, che si preoccupa del suo padrone fino ad arrivare a portargli un tozzo di pane inzuppato nel sangue vergine di una bambina vittima di un incidente stradale: impagabile! Roman Polanski è il contadino che fa il gioco del pappagallo.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 19/06/07 11:29 - 3517 commenti

I gusti di Deepred89

Bizzarro horror Anni Settanta, strettamente legato al precedente (e migliore) Il mostro è in tavola barone Frankenstein (è girato quasi dalla stessa troupe). Rispetto all'altro film c'è meno sangue (qui è concentrato quasi tutto nel finale) e un po' più di sesso (anche se qui le scene sono un po' meno spinte). Come nel Mostro è in tavola c'è una buona atmosfera, ma il ritmo è piuttosto lento. Ottimo invece il cast, con uno strordinario Udo Kier e un ottimo Vittorio de Sica alla sua ultima apparizione. Niente male anche le musiche.

B. Legnani 28/08/07 00:26 - 5228 commenti

I gusti di B. Legnani

Godibile, ma lento e statico. De Sica, in un paio di gesti, è una gioia per gli occhi, ma dev’essere stato sul set davvero pochissimo. Kier e Juerging perfetti. Dallesandro, come nel gemello Frankenstein, è il peggiore di tutti: unica espressione sempre, sia che trombi la Casini (splendida), sia che tagli la legna, il che è tutto dire. Bellissima anche la Dionisio. Frankenstein vale di più, anche perché la parte centrale di questo "Dracula" è un po’ ripetitiva.
MEMORABILE: De Sica: "Dra - cu - la!".

Cotola 8/12/07 01:29 - 8397 commenti

I gusti di Cotola

Simpatica parodia dell'horror, a cura di uno dei registi di punta della "Wharol's factory". Nonostante il ritmo sia piuttosto lento, a tratti il film è quasi irresistibile: non mancano alcune belle trovate che risultano davvero divertenti. Gustose e ben fatte le scene grandguignolesche. Coloratissime le scenografie e la discreta fotografia. Musiche azzeccatissime. Bravo Kier. Un po' esornativa la presenza, breve, di Vittorio De Sica, qui alle prese con la sua ultima interpretazione.
MEMORABILE: Tutte le scene in cui Dracula ha i conati di vomito, perché ha bevuto sangue "infetto".

Ciavazzaro 28/04/08 14:35 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Ironico e con un finale inaspettatamente tragico. Un cast da urlo: il bravissimo Udo Kier doppiato da Massimo Turci e un cast femminile impressionante: Casini, Dionisio, Vukotic e la Darel. Divertente il cameo di De Sica (ma ascoltate De Sica doppiarsi nell'edizione americana, c'è da morire dal ridere!!!). Malinconiche e affascinanti le musiche, eccessivi e gustosi gli effettacci nel finale, decadenti le scenografie. Superiore a Frankenstein, a mio avviso.

Trivex 13/09/08 01:04 - 1634 commenti

I gusti di Trivex

Originale Dracula in chiave erotica, con connotati politici ed una decisa dose di italica ironia. Udo Kier è veramente bravo, adeguandosi perfettamente agli stati psico-fisici del vampiro, in particolare nella regressione determinata dalla mancanza del prelibato alimento. La ricerca del sangue delle vergini non richiede esplicazione in quanto l'obbiettivo è chiaro ed inconfondibile, così come i riferimenti politici sono palesi, anche se non magistralmente svolti dal pur bravo Dallesandro. La storia comunque è sempre e solo quella di un vampiro... o no?

Matalo! 15/09/08 00:52 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Ebbi piacere di parlarne con la Vukotic mentre... facevamo la coda al supermarket e aveva un bellissimo ricordo del film. Stravagante pochade horror; lo stralunato distacco con cui narra la vicenda di questo Dracula fregnone talvolta raffredda lo svolgimento ma ha momenti divertenti. Simpatico Dallesandro contadino comunista scopaiolo. Polanski appare per amicizia nella buffa scena all'osteria. Era lì di passaggio. Stefania Casini era un fiore all'epoca. Belle musiche melanconiche di Giorgio Gizzi.
MEMORABILE: Dracula mangia una pagnotta intrisa del sangue di una vergine.

Anna 3/02/09 23:10 - 90 commenti

I gusti di Anna

Il film di brutto ha solo il titolo. Claudio Gizzi firma una splendida e romantica colonna sonora. Sensualità ed erotismo misurate e piacevoli, sottolineo il bel... corpo di Dallesandro perfetto nel ruolo del contadino comunista. Delle signore colpisce la Dionisio ma è comunque difficoltoso fare una scelta. Ironica e malinconica la figura di Dracula che fa fatica a trovare una vergine nell'Italia cattolica, carina anche la Vukovic in un ruolo a lei calzante, divertente il maggiordomo fiducioso di riuscire nel suo intento. Giusta dose di splatter per un horror.

Capannelle 17/02/09 15:50 - 4067 commenti

I gusti di Capannelle

Divertente parodia dei bisogni fisici del conte Dracula che, oltre ad un cast interessante con le comparsate di Polanski (gustosa) e De Sica (abbastanza inutile), può vantare una regia capace, dialoghi e musiche appropriate. Tra gli attori spicca Udo Kier ottimamente truccato e abile nel rendere i tormenti del protagonista fino alle estreme scene di rigetto: un'interpretazione, non esagero, da premio Oscar. La qualità del film è testimoniata anche dal fatto che sono proprio le scene di sesso le più noiose.
MEMORABILE: Il mio organismo non sopporta più queste umiliazioni! Tutta colpa del sangue impuro di quelle puttane!

Saintgifts 14/12/09 13:05 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Ma quando Dracula lecca avidamente, sul pavimento, il sangue della deflorazione della bella Dionisio, è da considerare sangue di vergine oppure no? Scherzi a parte il film è veramente "carino" e, nonostante alcune scene forti, mai disgustoso, sempre misurato. Ben ambientato, con musiche appropriate e anche ben recitato. Un argomento molto sfruttato dal cinema, fin dal muto e con tanti Dracula famosi (uno per tutti Christopher Lee), ma questo in chiave ironica è forse quello che apprezzo di più. Solo la brava Vukotic riesce a dissetarlo.

Pigro 29/01/10 09:30 - 8867 commenti

I gusti di Pigro

Dracula in Italia a cercar sangue di vergini: seconda incursione camp di Morrissey nell'horror, migliore della prima. La storia più compatta e la miglior padronanza narrativa e tecnica del film sono determinanti (così come il bravo Kier), ma funziona bene anche la complessità di senso del racconto: fa ironicamente capolino infatti un discorso sulla lotta di classe, curiosamente congegnato. E, anche grazie alla struggente musica di Claudio Gizzi, si insinua un sapore romantico e malinconico sulla crescente debilitazione del potente vampiro.

Paul Morrissey HA DIRETTO ANCHE...

Herrkinski 30/03/10 22:45 - 6810 commenti

I gusti di Herrkinski

Divertente e a tratti sorprendente satira sul tema dei vampiri, non priva di un sottotesto politico/sociale semplice semplice ma comunque incisivo. Da urlo il cast, che mette insieme attori di diversa estrazione e capacità, in un surreale carosello; spiccano l'immancabile Joe Dallesandro (mitico), un bravo Kier, la Casini (mai così audace) e la Dionisio, ma pure De Sica. La componente horror è secondaria, nonostante qualche scena abbastanza sanguinosa; si ride ma non manca pure un'aura di malinconia e romanticismo, esaltata dalle musiche.

Caesars 20/08/10 09:25 - 3391 commenti

I gusti di Caesars

Superiore al film gemello dedicato a Frankenstein, questa pellicola diretta da Morissey può vantare un cast di tutto rispetto e alcune comparsate davvero buone (Polanski e De Sica); l'unico che come recitazione non vale granchè è il pupillo di Warhol e cioè Joe Dallesandro. Non siamo a livelli molto sopra alla sufficienza ma, ad esclusione di alcuni momenti un po' troppo ripetitivi, lo spettacolo si fa seguire con discreto intesse. Sicuramente esistono parodie di horror assai superiori a questa, ma una visone il film la merita.

Burattino 19/10/10 10:28 - 101 commenti

I gusti di Burattino

Pellicola squilibrata e senza troppo ritmo, scarsi elementi di tensione e poche scene orrorifiche (dopo una lunga attesa); maggiore spazio è lasciato alle commedia ed alle grazie femminile. Per questi motivi non si viene coinvolti più di tanto e inoltre i meccanismi di approccio del conte alle donzelle risultano anche abbastanza ripetitivi. Aspettative in parte deluse, nonostante alcuni buoni momenti.

Sabryna 17/03/11 21:31 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Simpatico e stravagante horror italo-americano. D'altra parte con Andy Warhol produttore non ci si poteva aspettare qualcosa di diverso. Udo Kier nei panni di un Dracula cadente e disidratato è perfetto, così come pure la Vukotic nel suo ruolo di "bruttina". Nel complesso un film non entusiasmante, ma è da vedere per il suo essere atipico, per i momenti erotici e sociali rappresentati entrambi dal contadino Mario, novello contadino e taglialegna in stile Amante di Lady Chatterley. Variegato.

Homesick 17/02/12 18:04 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Divertissiment sul mito vampirico che trae potenza visiva dal paradosso e dalla sinergia di forze promiscue: la figura romantica e tragica del non-morto – illuminata ad hoc dalle luci decadenti di Kuveiller -, la comicità associata ad un’Italia cattolica ormai a corto di vergini, la coscienza di classe acquisita dal contadino-amatore-Van Helsing, l’erotismo spinto (nudi a iosa) e il grand guignol che sprizza dagli iperbolici effetti di Rambaldi. Kier impersona un vampiro anemico e malinconico, felice contrasto con il signorile calore di De Sica e l’irremovibile apatia di Dallesandro. Camp.
MEMORABILE: Le supposizioni di De Sica; gli spasmi di Dracula mentre vomita il sangue “infetto”.

Giùan 7/06/12 22:11 - 3793 commenti

I gusti di Giùan

Perla di horror demenziale come solo Paul Morrissey, vera mente e fact(otum)ory man del "marchio" Warhol, poteva creare. Pur non disattendendo le frivolezze del divertissement, l'operazione ha una sua raffinatezza cinefila che, legittimandone l'aura cult gli ha consentito comunque di svalicare i confini della moda del tempo. Filologicamente intrigante l'ambientazione nell'autarchica campagna fascista, formidabilmente assennato il folleggiante cast, ben integrate nel soggetto le molte parentesi erotiche, malinconicamente evocativo il tema di Gizzi.
MEMORABILE: Le phisique di Kier e D'Alessandro; La somiglianza tra le 4 sorelle; Le fisse glottologiche di Vittorio; Lo sguardo della McKendry; I conati di sangue.

Motorship 27/10/12 17:48 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Un curioso demenzial-horror diretto da Morrisey. Se Morrisey dirige, Wharol produce ed è dunque certo che il film non poteva uscire diverso. Momenti horror e da commedia si alternano magnificamente e questo grazie anche alle eccellenti interpretazioni dei protagonisti: Udo Kier in primis (Dracula), ma anche Dallessandro non è da meno, così come l'eccezionale cast femminile composto da Milena Vukotic e dalle bellissime Stefania Casini e Silvia Dionisio (entrambe da urlo). Cameo di lusso per due colossi del cinema: Vittorio De Sica e Roman Polanski.

Rufus68 27/08/16 16:44 - 3589 commenti

I gusti di Rufus68

Più controllato del precedente Il mostro è in tavola è anche più scoperto nelle sue allusioni politiche (l'aristocrazia che succhia il sangue del popolo) e, perciò, meno godibile nella sua vena anarchica. Anche tale episodio, tuttavia, si fa apprezzare grazie a una sotterranea verve erotica (le bellissime giovani zitelle), alla coppia Kier-Juerging e alle musiche di Gizzi, che riescono a infondere una sottile malinconia.

Ira72 8/03/17 14:47 - 1199 commenti

I gusti di Ira72

Quando il kitsch d'autore, il grottesco, l'ironia e l'originalità si incontrano, non può che derivarne un lavoro spassoso. A incominciare dalla traduzione italiana del titolo. Se poi l'ideatore è Andy Warhol, allora ci si trova davanti a un'opera d'arte. Dove vere e proprie icone come Polanski e Vittorio De Sica si prestano al gioco con qualche incursione improvvisata. Perché questo è: un gioco. E come tale va preso e apprezzato.

Myvincent 1/04/18 08:25 - 3261 commenti

I gusti di Myvincent

Variazione ematofaga sulla leggenda del conte Dracula, qui in trasferta dalla Romania in Italia a caccia di vergini spose da suggere con dedizione. Il cast è straordinario e le venature ironiche ne fanno una sorta di deliziosa commedia dark, dove c'è spazio anche per un messaggio politico. Il quartetto di figliole da maritare è un quadro perfetto, così come la maschera esangue dell'ottimo Udo Kier. Gran finale da affettamenti e prosciutti sanguinolenti!
MEMORABILE: Stefania Casini che anticipa se stessa nelle atmosfere di Novecento.

Vittorio De Sica HA RECITATO ANCHE IN...

Maik271 15/06/18 12:17 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Un Dracula piuttosto cagionevole si trasferisce in Italia, paese notoriamente molto religioso, alla ricerca di sangue di vergine per evitare morte certa. Seconda pellicola della factory Warhol il cui nocciolo è una riuscita metafora della lotta di classe caratterizzata da dialoghi spesso ironici e da un finale splatter molto raccomandato. Il cast femminile è adeguato (brava come sempre la Vukotic), quello maschile (dominato da un Kier perfetto nella parte), conta uno svogliatissimo De Sica e un Dallesandro vero eroe proletario del film.

Thedude94 23/03/20 23:27 - 863 commenti

I gusti di Thedude94

Ottimo horror, diretto degnamente da Morrissey che attraverso movimenti di macchina interessanti ed effetti speciali degni di nota ci porta nelle vicende di un Dracula morente (Kier) in cerca di vergini in Italia. La storia varia e cambia location e genere passando da parti più frivole e divertenti fino ad arrivare a puro terrore e splatter sanguinoso. Il cast è davvero perfetto, impreziosito da un magistrale De Sica che interpreta il marchese ormai in rovina. Notevole.

Leandrino 28/09/21 19:25 - 405 commenti

I gusti di Leandrino

Dracula va in Italia per cercare una vergine dal sangue puro, col quale potrà continuare a vivere. Seconda rivisitazione di Warhol/Morrissey, per molti versi più riuscita della precedente, nonostante si avvalga del medesimo cast tecnico e artistico: Kier è un Conte perfetto, dall'aria esasperatamente ansiosa; Dallesandro è il solito cocciuto stallone da monta; le controparti femminili saturano l'ambiente di desiderio e scene softcore. Il bilanciamento dei torni è perfetto: il mito è pervaso di un'ironia sottile e il sangue scorre a fiumi con velati omaggi al cinema classico.

Kinodrop 27/06/22 20:38 - 2316 commenti

I gusti di Kinodrop

Morrissey si diverte a sovvertire il mito del vampiro mettendo in campo un conte Dracula diurno che viaggia in auto fino all'Italia per trovare, col sangue di vergini, nutrimento e vigore. Azzeccato il personaggio e l'interpretazione di Udo Kier a cui fa da contrappeso un energetico e sfrontato contadino (Dallesandro) che, accendendo l'eros delle contessine, spegne quello dell'anemico pretendente. La debolezza del presupposto, la lentezza della parte centrale e l'inconsistenza di certe figure (uno stanco se pur bravo De Sica) rendono la narrazione piuttosto datata, anche se elegante.
MEMORABILE: La Vukotic rivolgendosi a Dallesandro che ha appena mozzato gambe e braccia al Conte Dracula: "Nooo, non gli fare del male!!!".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Lucius • 25/06/12 09:58
    Scrivano - 8837 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il doppio cd limited edition (500 copie) della colonna sonora, abbinato a quella de Il mostro è in tavola... Barone Frankstein:



    Ultima modifica: 25/06/12 10:10 da Zender
  • Homevideo Buiomega71 • 17/10/12 17:41
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Motorship ebbe a dire:
    La verisone UNCUT di questo film è reperibile?
    No perchè questo film lo sto cercando,ma vorrei qualche indicazione specifica sui tagli delle versioni home di questa pellicola.


    Per quanto ne so la versione trasmessa da Sky (e poi da HorrorChannel) dovrebbe essere quella uncut.
  • Homevideo Motorship • 17/10/12 17:44
    Fotocopista - 273 interventi
    Bene,lo trasmetteranno qui a giorni proprio su HorrorChannel,dunque se il caso registrerò da li.Anche perchè ho appena letto qui sopra,che il Dvd della Raro,è in Ingelse e sottotitolato,il che equivale a dire un inesistenza di una versione italiana del film,perlomeno una decente.
  • Discussione Ciavazzaro • 29/01/16 01:33
    Scrivano - 5619 interventi
    Devo dire che tra i due horror "Morriseyani", Dracula è sempre stato il mio preferito.
    A partire dalla bellissima e malinconica colonna sonora, e la bella ambientazione.
    Il cast anche solo dal punto di vista femminile è incredibile, che dire di una superba Vukotic, la Casini bellissima (e se ricordo bene si doppia da sola), la Dionisio !
    Kier è perfetto, il cameo di De Sica gustosissimo (sentirlo parlare in inglese nella versione estera è un qualcosa di indescrivibile...).
    Dalessandro per quanto funzionale, diciamolo onestamente è il punto debole.
    Io ho sempre riconosciuto la sua importanza nel nostro cinema di genere, ma oggettivamente ha una sola espressione, mi dà l'impressione di uno che si guardi nel riflesso della telecamera solo per vedere se ha un ciuffo fuori posto.
    Segnalo il commento di Buono su Dalessandro, esemplifica perfettamente il mio pensiero.
    Il tragico finale è poi notevole, soprattutto per chi ama le frattaglie, ma io vi ho trovato una certa poesia.
  • Homevideo Buiomega71 • 5/06/21 20:27
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Rieditato in dvd per la Tetro Video
  • Discussione B. Legnani • 24/10/21 00:09
    Consigliere - 14605 interventi
    Siamo sicuri che il titolo originale è quello riportato?
    Questa è una coproduzione ITALIA-FRANCIA. Dracula cerca sangue di vergine e... morì di sete!!! (1974) - IMDb 
    Ultima modifica: 24/10/21 00:09 da B. Legnani
  • Discussione Zender • 24/10/21 07:53
    Pianificazione e progetti - 45975 interventi
    Questo è il titolo con cui è sempre stato conosciuto il film all'estero, essendo produzione internazionale legata a Warhol, però poi in effetti sarebbe da capire perché ad esmepio Imdb segnala "Sangue per Dracula" all'italiana come titolo originale.
  • Discussione B. Legnani • 24/10/21 10:24
    Consigliere - 14605 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Questo è il titolo con cui è sempre stato conosciuto il film all'estero, essendo produzione internazionale legata a Warhol, però poi in effetti sarebbe da capire perché ad esmepio Imdb segnala "Sangue per Dracula" all'italiana come titolo originale.

    Esatto. Metterei in aka quello che ora mettiamo come tit or
  • Discussione Caesars • 25/10/21 10:34
    Scrivano - 15754 interventi
    Non mi sono MAI accorto che in questa pellicola (secondo Imdb) comparisse anche Roman Polanski. Qualcuno riesce a postare un fotogramma in cui si veda?
  • Discussione Von Leppe • 25/10/21 15:18
    Call center Davinotti - 1022 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Non mi sono MAI accorto che in questa pellicola (secondo Imdb) comparisse anche Roman Polanski. Qualcuno riesce a postare un fotogramma in cui si veda?
    Se ricordo bene fa un popolano nella locanda