Claudio Bisio: Grazie

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 2005
Genere: teatro (colore)
Note: Milano 2005.
Numero commenti presenti: 1
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Non è la prima volta che Bisio lavora su un testo del francese Daniel Pennac: nel 1997 aveva già ottenuto un importante successo al Festival dei Due Mondi di Spoleto come interprete di MONSIEUR MALAUSSENE, naturale che quindi sfrutti pure il primo testo teatrale di Pennac. GRAZIE è una gradevole riflessione sull'atteggiamento da tenere quando si riceve un'onoreficenza. Bisio si presenta in scena con una parrucca bianca da scienziato alla Zichichi e comincia subito a raccontare i vari tipi di premiazioni e i comportamenti da tenere di fronte a giurati e pubblico. Analizza ironicamente (con localizzazione italiana del testo originale e introduzione di bizzarri paesini di provincia) come chi riceve l'onoreficenza sia costretto a ringraziare...Leggi tutto sempre un po' tutti (tranne i ministri, dice, che si congratulano solo con se stessi). Muovendosi tra i cubi di una scenografia essenziale ma di una certa suggestione (con un ampio telo rosso che si alza e si abbassa dal soffitto), Bisio segue una traccia ben precisa, con qualche concessione di troppo a divagazioni in flashback che vorrebbero alzare la qualità dello spettacolo ma finiscono solo per appesantirlo. Un paio di barzellette stravecchie ("Dottore, ho perso la memoria..." o quella dei tre arcieri e la mela con la quale chiude "colpevolmente" lo show), una ottima padronanza del palcoscenico e un indubbio senso dell'umorismo. Luci e ombre di uno show simpatico anche se non memorabile.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Panza 1/12/20 16:53 - 1524 commenti

I gusti di Panza

Dalle interazioni con il pubblico (talvolta improvvisate) e dalle battute fulminanti si intuisce che lo stile è sempre quello di Tersa repubblica (anche per la scenografia minimale), risalente a molti anni prima. I tempi comici di Bisio sono perfetti e le gag vanno a segno una dopo l'altra, senza necessariamente ricorrere ad escamotage banali, sia quando si tratta del tema principale (in cui emergono le considerazioni più originali), sia negli vari deragliamenti rispetto al filone principale. Molto divertente, nonostante qualche sbavatura qua e là e un momento canoro evitabile.

Giorgio Gallione HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.