C'era una volta a Los Angeles

Media utenti
Titolo originale: Once Upon a Time in Venice
Anno: 2017
Genere: action (colore)
Note: Aka "Rapimento a Venice Beach".
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/11/17 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Beffardo57 12/11/17 22:06 - 262 commenti

I gusti di Beffardo57

Commediola ultralight travestita da action movie geriatrico. Due vecchie glorie (Bruce Willis, l'eroe in canottiera decorosamente canuto e il veterano John Goodman, piuttosto rinsecchito) e poi la solita location - già vista troppe volte - sul litorale di Los Angeles, tra neri assortiti, gang, bonazze latine, trans grotteschi, spiagge, surf e una sterminata periferia multicolore. Si lascia vedere, distrattamente, senza suscitare interesse ma nemmeno repulsione; si potrebbe dire blando come una camomilla servita in casa di riposo.

Rambo90 9/11/17 18:15 - 6400 commenti

I gusti di Rambo90

Uno scalcinato detective privato cerca, insieme a un amico, di recuperare il cane rapito. Una trama assurda per un action comedy simpatica e dal ritmo spigliato, che ha il merito di restituirci un Willis finalmente protagonista e ironico come nei suoi film migliori. Accanto a lui uno spassoso Goodman, con cui il protagonista dà vita nella seconda parte a una riuscita girandola di sparatorie, battute e scazzottate. Si ride qua e là, non sempre la regia è all'altezza ma la sceneggiatura scivola bene fino alla fine. Buono.

Daniela 12/06/18 12:45 - 9530 commenti

I gusti di Daniela

La locandina fa pensare al solito film con un divo del cinema action che, nonostante l'età pensionabile, si impegna a dimostrare quanto ancora sia tosto: in effetti, di questo si tratta, con la differenza che quest'operina dalla trama strampalata riesce ad intrattenere piacevolmente. Merito del tono scanzonato e della prestazione auto-ironica di Bruce (impagabile la sua fuga nudo in skateboard) spallegiato da alcuni personaggi bizzarri, fra i quali spicca il comprimario di lusso Goodman la cui presenza rinvia alla leggerezza lebowskiana. Di poche pretese, ma superiore delle aspettative.

Il ferrini 11/06/18 21:54 - 1704 commenti

I gusti di Il ferrini

Ma sì dai, se si è in vena di una commedia leggera e senza alcuna pretesa ci si può divertire. Willis, nonostante l'età, continua ancora a menare le mani e sembra del tutto a suo agio nel trattare coi soliti trafficanti senza scrupoli, Goodman arriva a dargli manforte nella seconda parte del film, quando il film prende decisamente una piega più action. Buddy (il cane) è fantastico, un attore in piena regola; divertente anche Adam Goldberg, già apprezzato in Rebirth. La storia si dipana in modo rocambolesco ma molto lineare. Not bad.

Galbo 24/07/18 04:27 - 11424 commenti

I gusti di Galbo

Un ancora piuttosto “tonico” Bruce Willis è il protagonista di una commedia d’azione ambientata nel quartiere Venice di Los Angeles. Se la trama è piuttosto risicata, abbastanza riuscita è la caratterizzazione dei personaggi, protagonista in primis ma anche l’amico John Goodman e l’irresistibile cagnetto Buddy. Il ritmo è buono e il film (anche grazie ad una buona ambientazione) si segue piacevolmente fino alla fine. Peccato per il doppiaggio italiano mediocre.

Taxius 28/10/18 23:03 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Simpatica action comedy con un Bruce Willis un po' incartapecorito ma ancora in forma e un Jason Momoa in formato gangster. La trama è abbastanza interessante e gira intorno al rapimento del cane del vecchio Bruce evolvendosi poi in un modo tutto sommato originale e articolato. A fare da spalla al protagonista c'è il buon John Goodman, che è sempre una garanzia. Numerose sono le gag più o meno riuscite che fanno del film di Mark Cullen un'opera non eccelsa ma comunque godibile e leggera.

Ultimo 16/09/20 20:52 - 1370 commenti

I gusti di Ultimo

A metà tra action e commedia, questo discreto film vede protagonista Bruce Willis nei panni di un detective strampalato che si mette alla ricerca del cane rapito. Il pregio maggiore della pellicola è il ritmo costante, così da non annoiare praticamente mai; il difetto maggiore è una vicenda ai limiti della credibilità. Bravo Willis, a suo agio nella parte. Per serate leggere.
MEMORABILE: L'inseguimento con Willis nudo in skateboard.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Nemesi • 16/01/18 07:20
    Disoccupato - 1520 interventi
    La pratica di non tradurre un titolo inglese nella propria lingua, ma d'inventarne un altro, contagia anche i francesi. L'immagine è tratta dal blu-ray (francese, ovviamente):

    Ultima modifica: 16/01/18 07:39 da Zender
  • Discussione Daniela • 12/06/18 12:28
    Consigliere massimo - 5229 interventi
    Titolo della versione doppiata in italiano: C'era una volta a Los Angeles
  • Discussione Zender • 12/06/18 14:08
    Consigliere - 43620 interventi
    In effetti qui in Europa lasciando Venezia si poteva ampiamente equivocare. Si è riportato il tutto lì dove deve :)