Blinded by the light - Travolto dalla musica

Media utenti
Titolo originale: Blinded by the Light
Anno: 2019
Genere: musicale (colore)
Note: Ispirato dalle musiche a dai testi di Bruce Springsteen. Adattamento cinematografico delle memorie autobiografiche "Greetings from Bury Park" del giornalista e documentarista inglese di origini pakistane Sarfraz Manzoor, pubblicate nel 2007.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/09/19 DAL BENEMERITO DIGITAL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Digital 5/09/19 12:59 - 1123 commenti

I gusti di Digital

Anni Ottanta. Javed è un Pakistano residente a Luton con la passione per la musica. Quando un compagno di classe gli fa conoscere Springsteen, il nostro cambierà completamente attitudine verso la vita. Commedia agrodolce diretta amabilmente da Chadha. Tratto da una storia vera (con tanto di foto dei personaggi reali sui titoli di coda) il film si guadagna i migliori elogi nell'impeccabile ricostruzione ambientale di un'Inghilterra Thatcheriana e nell’ottima performance di Kalra, attore di gran talento. Ost da sballo con molte canzoni del Boss.

Cotola 7/09/19 09:09 - 7626 commenti

I gusti di Cotola

Inno d'amore per il Boss che piacerà ai fan di Bruce Springsteen, visto com'è tutto costellato delle sue canzoni che, nel mio giudizio, gli fanno guadagnare un mezzo pallino in più. Per il resto la storia è quello che è: semplice, semplice. Una favoletta, sebbene tratta da una storia vera, a lieto fine che cerca affronta temi non nuovi e cerca di portare avanti i soliti valori direi universali e non solo a stelle e strisce. A tratti sa anche divertire ed è sicuramente costruito con sapienza, in modo da saper anche coinvolgere. Da non perdere se amate Bruce, altrimenti...chissà.

Daniela 14/12/19 02:52 - 9646 commenti

I gusti di Daniela

Alla fine degli anni 80, un sedicenne inglese di origine pakistana che vuol diventare scrittore deve fare i conti da una parte con il razzismo, dall'altra con la mentalità tradizionalista del padre. La scoperta della musica di Bruce Springsteen gli darà la spinta per cambiare un destino che sembra già segnato... Commedia simpatica ma anche molto convenzionale nei suoi sviluppi che, proprio come accade al protagonista, viene "miracolata" dalle numerose hit del boss inserite nella trama. Grazie ad esse, si segue con piacere ma difficilmente lascerà una traccia duratura.

Galbo 5/01/20 08:17 - 11452 commenti

I gusti di Galbo

“Accecato dalla luce” delle canzoni del boss, un giovane anglo-pakistano cerca di liberarsi dall’angusta vita di provincia. Una commedia garbata “illuminata” da una colonna sonora d’eccezione, ben ambientata (negli anni 80) e interpretata da un buon gruppo di attori. Una visione piacevole per un film che soffre di una trama un po’ scontata (finale edulcorato compreso), e di una caratterizzazione stereotipata dei personaggi. Non male, nel complesso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Galbo • 5/01/20 08:24
    Gran Burattinaio - 3777 interventi
    Nei titoli di coda del film scorrono le immagini dei veri personaggi della storia che ha ispirato la pellicola. Nelle didascalie è riportato che il giornalista protagonista della vicenda ha visto Bruce Springsteen in concerto ben 150 volte !