A mosca cieca

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1966
Genere: drammatico (bianco e nero)
Note: Aka "Ricordati di Haron".
Numero commenti presenti: 2
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Romano Scavolini era regista assai eccentrico, prima di girare in Italia il thriller UN BIANCO VESTITO PER MARIALE’ e andare in America per dirigere lo splendido NIGHTMARE (non quello di Wes Craven, ovvio). In A MOSCA CIECA (ma la sovrimpressione sui titoli di testa dice "RICORDATI DI HARON", di Romano Scavolini) il regista tenta la via del cinema sperimentale, in parte legato alla Nuvelle Vague francese ma allo stesso tempo profondamente autonomo. A MOSCA CIECA ci racconta di un giovane (Carlo Cecchi, all'esordio) e della sua strana situazione,...Leggi tutto amplificata da riprese spezzettate che non sempre seguono un senso logico preciso. Dopo quindici minuti di silenzio e di rumori, con didascalie enormi che passano di tanto in tanto sulle immagini o le interrompono proprio come in un vero film muto, cominciamo a seguire il pensiero del protagonista, a incontrare la sua ragazza (Laura Troschel, compagna di Pippo Franco il quale infatti si mostra, non accreditato, negli ultimi quindici secondi proiezione), a impugnare con lui una pistola trovata che suggerisce di pensare a insani progetti. Il sogno si confonde nella realtà al luna park, dove il giovane spara al baraccone ma ad accasciarsi sembrano anche persone ben lontane dai palloncini cui mira. Nel finale deciderà di raggiungere l'uscita dallo stadio (siamo a Roma) e sparare senza un bersaglio preciso. Girato in un bianco e nero di una certa suggestione, musicato con cura, montato in modo apparentemente casuale e surrealmente insolito, A MOSCA CIECA dura appena un'ora. Ma è quanto basta a Scavolini per descrivere il suo progetto quasi muto, non per tutti.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fauno 31/08/11 01:06 - 1907 commenti

I gusti di Fauno

I primi 20 minuti non significano niente e si fanno a malapena apprezzare per qualche inquadratura, indi il film prende corpo e sembra decisamente decollare, in quanto verte sull'incomunicabilità, sul sacrificio estremo e soprattutto sulla routine di chi vive in una metropoli. Non per nulla le formule matematiche di sfondo sono ingegneristiche, ma stanno a indicare qualcosa di spento e in questo film anche l'amore e i sentimenti lo sono. Paiono accendersi d'improvviso nella conversazione con lo sconosciuto, ma è solo un fuoco di paglia...

Ronax 13/04/16 00:30 - 898 commenti

I gusti di Ronax

Costretto dalle vicissitudini censorie a decenni di circolazione clandestina sotto il titolo fittizio di "Ricordati di Haron", l'esordio sperimentale di Romano Scavolini è un film di difficile lettura che anticipa in modo parecchio fumoso le tematiche e gli stilemi del cinema sessantottino. Girato in un ruvido bianco e nero, con la macchina da presa che insegue l'inconcludente vagare di un giovane Carlo Cecchi all'impossibile ricerca di un senso in quanto lo circonda, si risolve in uno sterile esercizio di stile che non emoziona e non coinvolge.
MEMORABILE: La comparsata di un imberbe e quasi irriconoscibile Pippo Franco.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 29/08/11 10:00
    Pianificazione e progetti - 21752 interventi
    Vinto all'asta su E bay(ma partiva già "esoso") questo astruso film sperimentale scavoliniano. Unico su E bay, in vhs per Raro video. Finalmente sono riuscito ad accaparrarmelo. Sembra l'abbia visto solo il Marcel...
  • Discussione Zender • 29/08/11 12:10
    Consigliere - 43515 interventi
    Vero. Chissà coime mai poi l'ha visto solo lui... Scavolini di solito oltretutto è un regista piuttosto considerato. Mah...
  • Homevideo Kanon • 9/08/13 11:51
    Fotocopista - 813 interventi
    La lunghezza totale del film, nel suo girato originale, raggiungeva le 6 ore di durata sviluppandosi su 3 storie successivamente ridotte ad una.

    Fonte: intervista a Romano Scavolini al programma "La 25a ora - Il cinema espanso" e su Splattercontainer http://www.splattercontainer.com/approfondimenti/interviste/item/invervista-a-romano-scavolini
  • Discussione Schramm • 21/06/14 20:57
    Risorse umane - 6703 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Vinto all'asta su E bay(ma partiva già "esoso") questo astruso film sperimentale scavoliniano. Unico su E bay, in vhs per Raro video. Finalmente sono riuscito ad accaparrarmelo. Sembra l'abbia visto solo il Marcel...

    da allora si è aggiunto fauno. e tantissimo tempo fa (2003-2004 circa) lo vidi anch'io. lo ricordo scoppiato forte.
  • Discussione Kanon • 22/06/14 00:46
    Fotocopista - 813 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Vinto all'asta su E bay(ma partiva già "esoso") questo astruso film sperimentale scavoliniano. Unico su E bay, in vhs per Raro video. Finalmente sono riuscito ad accaparrarmelo. Sembra l'abbia visto solo il Marcel...

    da allora si è aggiunto fauno. e tantissimo tempo fa (2003-2004 circa) lo vidi anch'io. lo ricordo scoppiato forte.


    Ho una registrazione vhs da fuori orario. È il cinema sperimentale del primo Scavolini, che influenzerà anche il successivo "la prova generale". Visti una volta, abbastano ed avanzano (per me).
  • Homevideo Buiomega71 • 30/01/15 19:04
    Pianificazione e progetti - 21752 interventi
    In dvd per Cecchi Gori (Collezione Romano Scavolini), disponibile dal 03/03/2015

    http://www.amazon.it/Collezione-Romano-Scavolini-Carlo-Cecchi/dp/B00SJWY91M/ref=sr_1_380?s=dvd&ie=UTF8&qid=1422640971&sr=1-380
  • Homevideo Schramm • 13/05/19 21:47
    Risorse umane - 6703 interventi
    Il primo cut era di quasi 6 ore.

    (Fonte: Roberto Curti, Alessio Di Rocco - Visioni Proibite I Film Vietati, 1947-1968)
    Ultima modifica: 14/05/19 08:28 da Zender