4-4-2 - Il gioco più bello del mondo

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 2006
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "4-4-2 Il gioco più bello del mondo" o "4 4 2 - Il gioco più bello del mondo". Episodi: "Meglio di Maradona", "La donna del mister", "Balondòr", "Il terzo portiere".
Numero commenti presenti: 11
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 25/01/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

skinner 30/08/07 01:05 - 592 commenti

I gusti di skinner

Un 7 di stima; il difetto peggiore è che di ogni episodio bastano mediamente 2-3 minuti per capire come andrà a finire. Il migliore l'episodio con Ravello allenatore mammone e la fidanzata dalle tentazioni lesbo.

Sibenik 4/11/07 14:12 - 90 commenti

I gusti di Sibenik

Quattro episodi sul mondo del calcio, quattro risultati differenti: tra questi giudico positivamente soltanto l'ultimo, ossia "Il terzo portiere", interpretato da un valido Mastandrea nel ruolo appunto di un portiere ormai al dessert che spende le ultime cartucce della propria carriera seduto sulla tribuna di una modesta squadra di C cercando di capire come gestire al meglio, per così dire, il proprio tramonto... Consiglio: accendete il televisore dopo che i primi tre episodi sono conclusi!
MEMORABILE: "Barza para per noi", naturalmente ne "Il terzo portiere"...

Mascherato 21/07/08 11:00 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Si parla di scuole calcio poco attente all'estro, di giocatori che si vendono la partita, di colonizzazione del calcio africano. Purtroppo, pur potendo contare su spunti tutt'altro che banali e su prove d'attore decisamente convincenti (il duetto Alberti/Catania fa rivivere bei momenti della commedia all'italiana), il film soffre dell'evoluzione buonista del genere. Eccoli lì, quindi, i "mostri": mediocri, sfruttatori, sgradevoli. Fino, però, al guizzo finale che li trasforma in eroi. Piccoli, ma eroi.

Enricottta 13/06/10 16:08 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Simpatico film ad episodi sul mondo del calcio. Non ci si stanca mai di dire che è difficile filmare e raccontare il calcio sul grande schermo senza cadere nella banalizzazione. L'episodio iniziale, recitato in dialetto strettissimo, andava sottotitolato, il secondo voleva forse più sesso, sul terzo non ho niente da eccepire; la quarta storia è prevedibile ma ben recitata da Mastandrea.

Pinhead80 6/06/11 13:30 - 4002 commenti

I gusti di Pinhead80

Film a episodi (per un totale di quattro) sul mondo del calcio e su quello che vi ruota attorno. I primi due li ho trovati decisamente deludenti e francamente inutili, mentre gli ultimi due (Balondòr e Il terzo portiere) mi sono piaciuti davvero molto. Soprattutto l'ultimo (anche perché in un certo senso tristemente attuale) che vede il "Barza" (Mastrandea) portiere a fine carriera, deciso finalmente a sistemarsi economicamente cercando di truccare l'ultima partita da professionista della sua vita. Una buona variazione sul tema.

Nando 15/04/13 12:10 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Quattro episodi sul mondo del calcio minore con valenze diverse. Il buonismo impera con vigore. Discreto il primo episodio con D'Angelo, macchiettistico il secondo con un insopportabile Ravello, sufficiente il terzo con Alberti protagonista, simpatico l'ultimo con Mastandrea in parte. Film leggero ma dignitoso.

Furetto60 20/12/14 20:35 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Non una commedia in senso stretto: sono mostrati aspetti poco edificanti di quello che una volta era il gioco più bello del mondo, come ironicamente viene indicato nel titolo. Certo, a tratti si sorride, ma nel complesso è l'amaro che prevale, nonostante si cerchi di alleggerire con finali lieti o quasi. Nello specifico, l'epilogo del 4° episodio mi ha ricordato quello di Quella sporca ultima meta e il suo "Ne è valsa la pena?". Pare di sì, così come è valsa la pena di vedere questo film.
MEMORABILE: L'orario indicato sulla sveglia del 2° episodio, 4.42, che si rifà al titolo.

Paulaster 24/06/16 10:36 - 2865 commenti

I gusti di Paulaster

Lavoro a episodi per raccontare alcune vicende ai margini del business calcistico. Delle parti coi ragazzini una poteva essere sacrificata (la prima s'intende, in quanto nell'altra Gigio Alberti fa la sua figura), mentre la seconda di Cupellini è a dir poco inutile grazie a una Inaudi insopportabile e Ravello che sbaglia commedia. L'ultima si salva per la tematica che fa riflettere e per Mastandrea che parla in livornese e fa assaporare il livello del calcio minore e di chi è a fine carriera.
MEMORABILE: Il passaggio sotto lo stadio in motorino.

Pessoa 23/12/18 22:47 - 1224 commenti

I gusti di Pessoa

Il calcio che non t'aspetti, o forse sì. Quattro episodi diseguali che hanno in comune soggetti piuttosto scontati, in cui il colpo di teatro arriva telefonato e con poca energia. Migliori forse gli ultimi due, grazie a un cast più in forma in cui brilla il solito Mastandrea, che sembra crederci più degli altri. Sceneggiature elementari e regia senza salti per un film riuscito a metà. Potrebbe piacere agli appassionati di calcio. Gli altri possono tranquillamente lasciar perdere.
MEMORABILE: Il rigore finale.

Rambo90 14/05/20 23:07 - 6429 commenti

I gusti di Rambo90

Storielle che ruotano attorno al mondo del calcio, tutte piuttosto inconcludenti, soprattutto le prime due che lasciano una sensazione di futilità a fine segmento. Un po' meglio gli ultimi due episodi, uno con uno straordinario Alberti e l'ultimo più compiuto con un Mastrandrea che interpreta il classico perdente con orgoglio della commedia all'italiana. Sciape anche le regie, indistinguibili l'una dall'altra.

Ultimo 6/09/20 11:54 - 1383 commenti

I gusti di Ultimo

Pellicola ad episodi sul mondo del calcio che vive di alti e bassi: se i primi due episodi lasciano il tempo che trovano (specie il primo "Meglio di Maradona", troppo denso di luoghi comuni...), gli ultimi due sono più riusciti, specie quello finale con Valerio Mastandrea assoluto protagonista. Nel resto del cast, buona prova di Gigio Alberti ( un "talent scout" che porta al Milan un ragazzo di colore...). Un film complessivamente sufficiente, che si lascia guardare pur rimanendo su livelli non elevati.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Il Dandi • 28/04/10 23:53
    Contratto a progetto - 1467 interventi
    Motivo conduttore la bellissima Una stanza vuota, scritta da Morricone e cantata da Lisa Gastoni per il film di Lizzani Svegliati e uccidi - Lutring, qui finalmente ripescata, giustamente nella sua versione originale:

    http://www.youtube.com/watch?v=kEnuC6B_T24
  • Discussione Il Dandi • 28/04/10 23:54
    Contratto a progetto - 1467 interventi
    Suggerirei di aggiungere al cast due mie muse personali: Sabrina Impacciatore e Alba Rohrwacher. Grazie! ;)
  • Musiche Undying • 28/04/10 23:57
    Scrivano - 7630 interventi
    Bellissimo pezzo...
  • Discussione Zender • 29/04/10 07:55
    Consigliere - 43728 interventi
    Aggiunte muse dandi.