Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL GRANDE CAPO

All'interno del forum, per questo film:
Il grande capo
Titolo originale:Direktøren for det hele
Dati:Anno: 2006Genere: commedia (colore)
Regia:Lars von Trier
Cast:Jens Albinus, Peter Gantzler, Friðrik Þór Friðriksson, Iben Hjejle, Mia Lyhne, Jean-Marc Barr, Henrik Prip, Casper Christensen, Sofie Gråbøl, Anders Hove, Benedikt Erlingsson
Note:Von Trier compare all'inizio, assieme alla sua telecamera, riflesso nelle vetrate.
Visite:968
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/1/07 DAL BENEMERITO XAMINI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 12/7/07


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 8/12/08 0:16 - 4433 commenti

Vi ho trovato cose geniali (le reazioni dell’acquirente islandese [Fridrik Thor Fridriksson] e le traduzione dell’interprete [Benedikt Erlingsson] sono irresistibili, specialmente quando il primo s’incazza) unite a case molto faticose, come la gita-premio. Interessante la descrizione sarcastica delle dinamiche lavorative e, ancor di più, il fatto che sia talora il caso (come lo scoprire una passione in comune) a decidere delle sorti lavorative. Interessante, ma talora insoddisfacente, come nella tremenda, conclusiva “captatio benevolentiae” della voce fuori campo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il secondo incontro con gli islandesi, specialmente quando l'interprete traduce imperturbabile: "Ma porca di quella puttana...".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 4/6/08 5:57 - 10903 commenti

Digressione in chiave di commedia per un regista di solito impegnato in versanti decisamente più drammatici, il film sposa solo apparentemente un tono brillante, essendo chiara la volontà del suo autore di dirigere piuttosto una pellicola decisamente satirica, dedicata al degrado e alla meschinità dei rapporti interpersonali in un ambiente paradigmatico come quello lavorativo. Il regista indaga pertanto (attraverso il brillante escamotage della storia) un mondo da molti ben conosciuto, vera metafora della "civiltà" contemporanea.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 8/8/13 10:18 - 7281 commenti

Un attore è ingaggiato per incarnare il capo di un'azienda in vista della sua svendita agli stranieri. La società dello spettacolo è messa a nudo giocando tra paradosso, didascalismo e commedia degli equivoci. Assodato l’assoluto antirealismo della storia, a cui dà manforte la bizzarra ma efficace tecnica delle riprese random in automavision, rimane comunque la freddezza di una realizzazione che, al di là dell’enunciato concettuale su simulazione e responsabilità e sulle dinamiche capitaliste, si appaga di un certo desueto macchiettismo.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 31/5/15 21:23 - 6978 commenti

Sul giudizio finale del film pesa sicuramente una comicità che per la maggior parte degli spettatori è difficilmente comprensibile: a chi possono far ridere (eccetto la traduzione delle parolacce e poco altro) ed interessare le stilettate tra danesi ed islandesi? Ma non è tutto: la storia è banalotta ma più di tutto lo sono le considerazioni sul rapporto attore-regista e su quello verità-finzione. Il meglio è il finale. Il film più ordinario e "normale" di Von Trier: non meraviglia che, guarda caso, non se lo sia filato nessuno. Ma tutto sommato non è poi così malvagio.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 9/12/08 11:39 - 8008 commenti

Incredibile: Lars von Trier questa volta si diverte e ci diverte, con un film dalla tecnica volutamente casuale pieno di gags argute e nient'affatto banali, soprattutto quelle in cui l'assoluta ignoranza del "grande capo" viene scambiata per profonda sagacia. E poi, lavorando in un ufficio, impossibile non riconoscere tratti dei propri colleghi in alcuni dei tipi umani rappresentati. Credo che avrebbe funzionato ancor meglio riducendo il peso della voce narrante, talvolta inutile, altre fastidiosamente effetto "grillo parlante" (e si sa che fine fece in Pinocchio).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutte le scene con l'interprete, la molestia sessuale in cui è la molestata ad imporre il rapporto al protagonista del tutto passivo.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 30/8/10 9:41 - 3562 commenti

La classica commedia degli equivoci reinterpretata da Von Trier con arguzia e con una storia che mette a nudo meschinità da ufficio e vizi della modernità. Purtroppo il regista non rinuncia a uno stile di ripresa inutilmente agitato e a dialoghi così garruli (e talvolta ripetitivi) che farebbero rabbrividire perfino Woody Allen. Ma alcuni passaggi geniali (la collega che si fa possedere, il traduttore, il dialogo "a scacchi" con la brunetta) e il perfido colpo di scena finale meritano sicuramente la visione. Doppiaggio così così. Tre pallini.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Hackett 11/8/10 16:40 - 1597 commenti

Come accade spesso nel cinema di Von Trier si passa da uno scetticismo iniziale ad un coinvolgimento genuino dello spettatore che segue la vicenda. Non fa eccezione questa graffiante e amara commedia che mette a nudo le ipocrisie della vita aziendale. Dialoghi preziosi e buone interpretazioni per un Von Trier sempre dogmatico ma più leggero e mai banale.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Redeyes 16/1/08 18:25 - 2022 commenti

Film che sfrutta un'idea geniale, film che gioca sulle manie, gelosie, idiozie dei personaggi. Film che fa ridere, di quelle risate che, poi, ci si compiace con se stessi per l'ottima scelta fatta prima di andare al cinema. Io l'ho trovato geniale. Atipico, alla Lars, ma senza quel senso di lentezza che spesso ne pervade le opere (vedi Le onde del destino). Uno dei migliori film del 2006!
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Enzus79 11/10/12 15:00 - 1552 commenti

Un grande esempio di cinema. Una commedia, genere che Lars von Trier frequenta poco, davvero scritta e interpretata bene. Momenti esilaranti (la scena del cinema o quella alla giostra) senza mai cadere nel già visto o nel banale. Meglio di molte commedie made in USA...
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Giùan 23/9/11 12:50 - 2618 commenti

In una pausa di riflessione nella Trilogia americana, Von Trier abbandona le regole "dogmatiche" per la "casualità" registica dell'Automavision e sforna quella che dovrebbe esser una commedia d'alleggerimento. I temi tuttavia son sempre "ponderosi": dietro al lavoro, il rapporto gerarchico e tra le righe di questo le relazioni tra Regista (il Grande Capo appunto) e attori ma, va da sè, anche spettatori. Il gioco è arguto ma l'onanismo intelletualistico di Lars lo rovina in parte, anche perché difetta di reale sense of humour e di ritmo. Da cassa in deroga.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il (per noi) misteriosissimo odio tra danesi e islandesi impersonato dal potenziale acquirente.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Fauno 1/4/16 1:49 - 1809 commenti

Kaputt! Velo pietoso! Ho adorato Von Trier in più di un film, ma questa italianata stile "e vissero tutti felici e contenti" sa di polenta stantia; inutile infarcirla con Ibsen, Gambini, condirla di cazzotti e piantolini vari. A questo punto è quasi meglio un nazi-islandese che un codardo danese; le scene finali anziché intenerire fanno dare del buffone a tutti (eccetto, forse, alla ex moglie dell'attore delegato alla vendita dell'azienda, che guardacaso è avvocato dell'acquirente). Ma questo non rafforza l'argilla di un colosso e neppure di una statuetta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'atteggiamento del dire sempre di sì fino a portarsi a letto due impiegate.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Mickes2 22/5/13 14:27 - 1551 commenti

Commedia brillante, caustica e irriverente nel suo humour nero, dotata di frizzante appeal narrativo (così come l’espediente) e che nonostante la verbosità fiume e la fissità “random” della mdp (che ha il suo perché in quanto “aliena” i personaggi) nonché la claustrofobica atmosfera dei campi medi riesce a mettere alla luce con notevole incisività tutta la pochezza, l’amoralità e l’egoismo dei rapporti lavorativi e di riflesso quelli interpersonali. Giochetto, teatrino perfido al massacro (professionale). E poi: ho riso in un film di Von trier!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I faccia a faccia con l’islandese; “Cazzo, cazzo, cazzo, danesi di merda!”.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 11/4/12 15:26 - 1521 commenti

Un film che non ti aspetti, da parte di un regista come Von Trier; finisce sempre per spiazzarti, ma questa volta in negativo. Nonostante inquadrature "automatizzate" (a che pro?), dialoghi che evitano la banalità e la ricerca di un intreccio divertente a metà tra il teatrale e il cinematografico, la noia sopraggiunge già durante la prima metà del film. Una volta scoperto il meccanismo iniziale, la scrittura diventa piatta e monotona e la commedia, per quanto sperimentale, decade senza riprendersi. Delusione.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Greymouser 26/5/10 11:24 - 1441 commenti

Considero questo film un vero gioiello per arguzia e capacità di capovolgere situazioni apparentemente scontate. Una commedia dai toni imprevedibili e spiazzanti, congegnata attraverso uno script che funziona come un meccanismo ad orologeria. Anche dal punto di vista tecnico, Von Trier dimostra inventiva e originalità, che in questo caso sono anche più disciplinate e meno sregolate del solito. Divertente e amaricante.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Xamini   15/1/07 1:43 - 894 commenti

Film dogmatico, prima della chiusura della trilogia di Dogville e Manderlay: niente colonna sonora, audio in presa diretta, inquadrature che paiono casuali, montaggio che rompe la continuità (à la Nouvelle Vague). E un'ironia che, più che spuntare dalle battute, salta fuori dal gioco paradossale dei ruoli, in una specie di teatrino delle marionette di una follia tipicamente alla von Trier (il gelato a forma di orsacchiotto resta bellissimo- e che dire della giostra?). E se riesce a far ridere...
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Redvertigo 21/8/08 12:47 - 78 commenti

È dalla mini serie Riget (The kingdom) che speravo che, dato il suo spiccato senso dell'humor, il geniaccio danese ci regalasse una commedia ironica e così finalmente è stato. Ma anche se la commedia brillante è un genere poco frequentato dal regista, egli riesce comunque ad inserirci tutti gli elementi tipici del suo cinema che hanno reso le sue pellicole così personali e uniche. Non mi sorprenderei se sia stato ispirato dalla serie televisiva The office della BBC con la quale il film ha molte similitudini.
I gusti di Redvertigo (Erotico - Horror - Thriller)

Paolog 19/2/07 10:11 - 2 commenti

Un buon film, anche se ho trovato un po' fastidiosa la voce narrante dell'autore; ricorda i commediografi del '700 che si schernivano per la banalità di un'opera non drammatica e anche l'estremismo nell'uso delle inquadrature; sarà dogmatico ma l'inquadratura che taglia la testa al personaggio a me dà fastidio. Sarei poi felice di sapere perchè è stato vietato ai minori di 14 anni. Aspetto un'altra commedia di Von Trier.
I gusti di Paolog (Commedia - Drammatico - Gangster)