Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TO END ALL WARS: FIGHT FOR FREEDOM

All'interno del forum, per questo film:
To end all wars: Fight for freedom
Titolo originale:To End All Wars
Dati:Anno: 2001Genere: guerra (colore)
Regia:David L. Cunningham
Cast:Ciarán McMenamin, Robert Carlyle, Kiefer Sutherland, Mark Strong, Yugo Saso, Sakae Kimura, James Cosmo, Masayuki Yui, John Gregg, Shû Nakajima, Jonny Rees, Pip Torrens, James McCarthy
Visite:156
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/4/13 DAL BENEMERITO RAMBO90

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Rambo90 19/4/13 16:23 - 5731 commenti

Film di guerra molto duro e violento, in alcuni casi anche estremo per la crudezza di certe immagini, ma proprio per questo di grande impatto emotivo. La prigionia di un gruppo di irlandesi in un campo giapponese nella seconda guerra mondiale è raccontato tra eroismi e torture, senza troppa spettacolarità ma anzi con il maggior realismo possibile. Bravi sia Sutherland che Carlyle, sebbene il vero protagonista sia un altro (McMenamin, mai sentito prima). Molti momenti commoventi. Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Piero68 29/10/18 10:21 - 2632 commenti

Dalle memorie del Capitano Gordon, prigioniero di guerra dei giapponesi, un film nudo e crudo su uno dei tanti capitoli terribili della II Guerra Mondiale. Alcuni prigionieri alleati sono costretti a costruire una ferrovia in Thailandia tra violenze, privazioni e malattie. Peccato che la sceneggiatura proprio non riesca a fare a meno di retorica e, addirittura, riferimenti cristologici. Inoltre la figura del maggiore risulta esageratamente ambigua e alcune scelte narrative sono poco credibili. Nel complesso però un buon lavoro che fa sicuramente riflettere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In negativo: Hito, novello centurione romano, ha l'illuminazione dopo aver crocifisso un prigioniero.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Jurgen77 29/3/16 11:43 - 588 commenti

Il film in questione è in pratica un estratto della dura realtà dei campi di prigionia giapponesi durante la seconda guerra mondiale. Dimenticatevi il racconto "romanzato" e "hollywoodiano" de Il ponte sul fiume Kwai. La storia è la stessa, ma in questo caso la crudezza e il realismo della pellicola fanno riflettere lo spettatore sull'assurdità della guerra e su quello che un uomo può diventare. Più che un film di guerra (non ci sono battaglie), una rappresentazione di un dramma dell'umanità.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)