Eddie the Eagle - Il coraggio della follia

Media utenti
Titolo originale: Eddie the Eagle
Anno: 2015
Genere: biografico (colore)
Note: Ispirato alla storia di Michael Thomas Edwards, detto Eddie, ex saltatore con gli sci britannico, primo atleta del suo paese ad avere partecipato alle Olimpiadi.
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/08/16 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Capannelle 14/09/16 23:52 - 3719 commenti

I gusti di Capannelle

Biopic curioso che ha il merito di far emergere una storia poco nota e molto decubertiniana. In tempi di campioni strapagati non è poco. Il film conta su una convinta prova di Egerton ma insiste forse troppo su di lui e nella parte centrale appare ripetitivo e semplicistico, complice anche una partitura musicale troppo fiabesca e invadente. Per fortuna si riprende nel finale, dove la sequenza del salto è da gustare.

Galbo 26/08/16 05:50 - 11381 commenti

I gusti di Galbo

La storia del primo saltatore con gli sci olimpico della storia britannica. Un film su un "eroe" della working class inglese, con evidenti limitazioni fisiche, che la sceneggiatura rende in un incrocio di candore, ostinazione e forza di volontà e che trova nel giovane Taron Egerton (spalleggiato dai veterani Hugh Jackman e Christopher Walken) un bravissimo protagonista. Un film biografico ben strutturato e dalla riuscita ambientazione, forse un pò troppo retorico ma godibile.

Tomastich 4/01/17 18:49 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Un biopic sui generis che narra la storia di uno sportivo sconosciuto ai più: metto la mano sul fuoco dicendo che solo gli esperti di salto con gli sci conoscono il nome di Eddie Edwards. Il film di Dexter Fletcher fa luce sia sul dinoccolato atleta facendo luce anche sulle olimpiadi invernali, raramente presenti sul grande schermo. Essendo ambientato negli anni '80 anche la colonna sonora è composta "in stile" e ciò è molto piacevole! Bravi tutti!

Minitina80 21/02/17 11:33 - 2336 commenti

I gusti di Minitina80

Impossibile non simpatizzare per Eddie Edwards, un tipo bizzarro che sin da bambino coltivava il sogno di partecipare alle Olimpiadi. La sua stravaganza aggiunta alla cocciutaggine nel perseguire il sogno di una vita sono le basi ideali per un film grandioso, carico di emozioni e soprattutto coinvolgente. È una storia vera e questo particolare aiuta a entrare in sintonia con Eddie, anche commuovendosi nei momenti chiave del film. Indovinata la colonna sonora, che esalta ogni singolo passo di Eddie. In parole povere: bellissimo!
MEMORABILE: Il salto dai 90 metri alle Olimpiadi.

Nando 7/04/17 12:17 - 3471 commenti

I gusti di Nando

La storia del saltatore inglese che gareggiò alle olimpiadi invernali di Calgary. Una pellicola godibile in cui si narrano le peripezie e la grande forza di volontà di questo atleta nonostante gli ostacoli e le burle di cui è vittima. Appropriato il protagonista e in parte Jackman. Certo l'enfatizzazione è dietro l'angolo ma non guasta.

Hackett 11/04/17 18:35 - 1725 commenti

I gusti di Hackett

Divertente e gradevole storia di amicizia e di sport che racconta una storia vera di riscatto, romanzandola il giusto e riuscendo a trasmettere allo spettatore il giusto mix tra allegria ed emozione. Confezionata con cura grazie a una buona ricostruzione del periodo (1988), la pellicola si avvale di buone interpretazioni e regala un cameo del solito ineffabile Walken. Quel tipo di film che ogni tanto fa bene.

Piero68 28/04/17 11:13 - 2755 commenti

I gusti di Piero68

Biopic di un (semi)atleta sconosciuto alla massa, che seppe dar lustro alla passione sportiva e allo spirito di De Coubertin durante le Olimpiadi invernali di Calgary nel 1988. Ovviamente zeppo di retorica (e come non potrebbe esserlo dato il genere), il film punta tutto sull'empatia che immancabilmente finisce col suscitare nello spettatore Eddie the Eagle, qui magnificamente impersonato da un quasi perfetto Egerton (a cui si aggiunge la perizia di Jackman e Walken). Film per tutti, ha quasi i contorni della favola. Lo avessero sporcato di più...

Gordon 3/02/19 12:45 - 169 commenti

I gusti di Gordon

Un buon film che sovverte la logica della lotta di un grande sportivo verso la vittoria dimostrando, con qualche forzatura, che si può essere popolari non per forza vincendo, ma facendo del proprio meglio. La vicenda si ispira alla storia vera di uno pseudo-saltatore con gli sci inglese (ben interpretato da Egerton) che grazie al solo maestro, un ex-campione caduto in disgrazia (in cui Jackman si immedesima alla perfezione), raggiunge le Olimpiadi. Bene le musiche, meno gli effetti speciali.

Muttl19741 3/02/19 15:00 - 106 commenti

I gusti di Muttl19741

Notevole film biografico sull'inizio del successo di Eddie "the eagle" Edwards, riuscito nell'impresa di partecipare alle Olimpiadi invernali di Calgary 1988 nella disciplina del salto con gli sci dopo circa due soli anni di pratica. Esaltata la forza di volontà di Eddie contro tutto e tutti, dell'uomo che vede l'inizio di una nuova sfida dove gli altri vedono solo sconfitte. Molto ben sceneggiata, questa storia trova la partecipazione di ottimi attori (Hugh Jackman su tutti) che danno corpo a un racconto esaltante e commovente.

Marcolino1 5/08/19 13:14 - 503 commenti

I gusti di Marcolino1

Quando una biografia si riduce alla prevedibilità della commedia americana stereotipata e la sfera di cristallo si illumina per rivelare ciò che accadrà in modo elementare e scontato, ci si adagia inevitabilmente nella consuetudine cinematografica mainstream. Se poi si aggiungono la parodia delle perle di saggezza del primo Karate kid e un Christopher Walken rispolverato e adagiato come un cimelio allora si ricava che nulla di nuovo brilla sotto il sole. Rimane solo il fascino vertiginoso dello sport come purificazione e liberazione della mente.
MEMORABILE: Gli occhiali rotti del protagonista che si accumulano conservati in una scatola di pari passo con i fallimenti.

Puppigallo 18/11/19 09:32 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Dopo "Quattro sotto zero", arriva l'altrettanto vera storia del pioniere inglese Eddie, che sfida tutto il mondo, mettendosi in gioco nel salto in lungo con gli sci. Il protagonista viene qui descritto come una sorta di fusione tra Fantozzi e Mr. Bean (bisognerebbe conoscere l'originale); e sembra si calchi troppo la mano, proprio per rendere ancora più fantastica la sua impresa (gli ultimi saranno i primi, se ce la metteranno tutta, pare essere la morale). Comunque, la narrazione scorre piuttosto fluidamente; e Jackman se la cava dignitosamente nei panni dell'allenatore. Nel complesso, non male.
MEMORABILE: "Guarda che progressi hai fatto, un anno fa atterravi di testa"; Il padre, mentre sta per saltare il figlio "Guardiamo Giochi senza frontiere?".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Capannelle • 24/09/16 23:50
    Scrivano - 2505 interventi
    In questo video-intervista, Eddie the eagle come è oggi e lo spezzone del suo salto alle olimpiadi di Calgary

    https://www.youtube.com/watch?v=wBnge3Jsz5I
    Ultima modifica: 25/09/16 08:19 da Zender
  • Discussione Raremirko • 22/07/19 23:10
    Addetto riparazione hardware - 3474 interventi
    Mi è piaciuto moltissimo; Fletcher (Bohemian rhapsody, Rocketman) è un emozionante regista assolutamente da tener d'occhio.

    Un Egerton imbruttito e un Jackman sempre perfetto (lo adoro) son la coppia che scoppia di un biopic intrigante e riuscito sotto tutti gli aspetti (visivo, sonoro - notevoli suoni e musiche - di script).

    Walken fa una comparsata o poco più; ottimo film e buono il dvd, con un making of che dura sui 50 minuti.