LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/11/18 DAL BENEMERITO BRUCE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Bruce 26/11/18 10:38 - 1005 commenti

I gusti di Bruce

Commedia italiana di grande originalità. All'interno di un quadro di normale e difficile quotidianità compare un elemento sovrannaturale, o comunque fantastico, che eleva la pellicola a un diverso livello di lettura e interpretazione. Colpiscono la bellezza dei luoghi prescelti, la luce, la fotografia e la forza interpretativa della bravissima protagonista. Nel secondo tempo la sceneggiatura fatica a reggere e sono diverse le incongruenza. Ma il film merita ed è sicuramente da vedere.

Digital 29/11/18 09:54 - 1121 commenti

I gusti di Digital

Una geometra con problemi familiari inizia ad avere la visione di una donna la quale la invita a costruire una chiesa nel luogo dove gli è apparsa. Nel desolante panorama delle commedie italiane, ecco che spicca come un raggio di sole in un giorno di tempesta Troppa grazia. Il film beneficia di una bellissima ambientazione bucolica e di una Rohrwacher che dimostra ancora una volta tutta la propria bravura (più defilato Germano). La storia a un impianto classico aggiunge tocchi fantastici, il che la rende piacevolmente singolare.

Bubobubo 24/12/18 00:46 - 1223 commenti

I gusti di Bubobubo

Un oggetto indecifrabile. Si mantiene sempre sospeso in una dimensione tra il reale e il favolistico, fra il triviale quotidiano e il magico straordinario, ma sia la storia (un guazzabuglio che mischia senza soluzioni di continuità problemi familiari, affettivi, lavorativi e di genere) che i personaggi (più di qualche riserva su Elio Germano) sembrano non decollare mai, serrati ermeticamente nella loro funzione simbolica, almeno finché la narrazione lo richiede. Non pochi spunti finiscono in un vicolo cieco. Tentativo coraggioso, ma imperfetto.

Capannelle 10/03/19 20:03 - 3732 commenti

I gusti di Capannelle

Zanasi ha sempre il merito di non accontentarsi del compitino e di approcciare le situazioni con la giusta cornice audiovisiva. D'altro canto il tocco di surreale e metaforico che imprime alla storia non sempre funziona: se le apparizioni della Yaron formato Madonna all'inizio possono affascinare, poi l'effetto che hanno sui protagonisti prendono strade un po' ballerine. Comunque non mancano scene e dialoghi di presa sul pubblico e una discreta gestione degli attori (Rohrwacher in primis, Germano invece è sacrificato).

Daniela 19/03/19 21:28 - 9531 commenti

I gusti di Daniela

Quando si affrontano soggetti che prevedono apparizioni mistiche si entra in un terreno minato, a meno di non avere intenti chiaramente satirici, ma Zanasi schiva il pericolo attribuendo alla sua Vergine Maria un carattere ben diverso da quello della tradizione: questa Madonna è insistente in modo molesto e giunge a menare la protagonista che, essendo già piena di guai, non vorrebbe aggiungerne altri passando per pazza. Grazie a questo approccio originale, il film riesce a dire cose serie - sulla fedeltà ai propri principi e sul rispetto dell'ambiente - senza risultare pedante o retrivo.

Paulaster 29/04/19 11:26 - 2831 commenti

I gusti di Paulaster

Donna geometra vedrà la Madonna. Zanasi evita il lato esoterico e religioso per imbastire una commedia spirituale sulle origini della vita. Approccio originale con gli scambi di botte e con la "sfortuna" di incrociare la Santa Madre. Rohrwacher che mostra incredulità e leggerezza mentre Germano ha poco spazio. Non bene tutto il comparto edile, poco chiaro il ruolo della figlia. La seconda parte si sgonfia un po' tra le varie sottotrame, specie dopo un inizio ottimo che lascia incollati allo schermo.
MEMORABILE: Le tirate di capelli; L'acqua che scorre per le strade; La Madonna che poteva andare dal vicino; La Madonna che aiuta a parcheggiare.

Gummarko 29/07/19 18:31 - 3 commenti

I gusti di Gummarko

Il film inizia benissimo, grazie allo stimolante prologo (che alla fine della fiera si rivela fine a se stesso) e all'idea di fondo certamente originale, poi pian piano si spegne e sembra non avere più molto da dire, fino al finale "bha". Troppi personaggi poco approfonditi, una trama dall'idea roboante ma dallo svilupo quasi nullo e il senso dell'operazione che resta vago. Pessimo Elio Germano con voce e recitazione impostatissima, mal sfruttati i vari Battiston, Celio, Trabacchi con ruoli al limite della comparsata. Bella la colonna sonora.

Nando 26/02/20 07:19 - 3486 commenti

I gusti di Nando

Commedia surreale velata di un tocco di misticismo satirico. La vita di una geometra, non proprio idilliaca, viene stravolta da continue apparizioni della Madonna che la invita a edificare una chiesa nel punto dove sorgerà un complesso commerciale. Lo sviluppo narrativo è indubbiamente interessante, con uno spiccato senso verso l’ambiente. Bene la protagonista, anche se talvolta lievemente eccessiva, ben coadiuvata da Germano e Battiston.

Piero68 23/09/20 12:43 - 2768 commenti

I gusti di Piero68

Né carne né pesce. Non fa ridere, non fa riflettere e la regia è decisamente lacunosa in alcuni passaggi. Germano a mezzo servizio serve come i cavoli a merenda e Battiston, attore dalle enormi potenzialità, è meno incisivo di altre volte. Insomma, un film della serie voglio ma non posso che affronta un tema delicato, quasi tabù nel nostro paese, ma lo fa con un approccio decisamente inefficace. Non perché sia oggettivamente sbagliato o non condivisibile ma perché rimane a metà strada cercando di non scontentare nessuno. Avesse osato di più... Noioso!
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.