The Gerber syndrome: il contagio

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/07/13 DAL BENEMERITO PUMPKH75
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pumpkh75 28/07/13 09:43 - 1337 commenti

I gusti di Pumpkh75

Un medico e una guardia, ciceroni mockumentarizzati di un virus subdolamente letale: strabuzzo gli occhi, perché il film pare curato ma soprattutto adotta un taglio serioso e cinico che inquieta non poco. Successivamente, il de profundis: emergono nucleotidi di Rec, l’azione si fa stantia, la logica perde colpi sotto l’ala della pandemia e dietro pistolotti dalla moralità ondivaga. Regia monocorde e alcuni attori non degni di questo nome rovinano definitivamente il gustoso antipasto. Occasione sprecata, la sensazione è forte.

Anthonyvm 21/10/20 15:33 - 2143 commenti

I gusti di Anthonyvm

Fra i più interessanti e riusciti horror indie italiani: semplice, diretto e inquietante. Dejoie si serve del format mockumentaristico per tratteggiare una tipica epidemia filo-zombesca in termini piuttosto realistici (gli interventi di virologi e annessi), dando maggior rilevanza ai drammi umani legati alla malattia (il subplot della ragazza infetta) che agli eccessi spettacolari (gli attacchi à la Rec sono pochi). Buone anche le sfumature di social commentary di stampo romeriano, mai troppo esplicite. Anche se dialoghi e performance non sono sempre impeccabili, l'insieme convince.
MEMORABILE: Le crisi della ragazza; I vigilanti che massacrano i malati; La stanza di contenimento degli infetti; Gli effetti collaterali della cura sperimentale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Raremirko • 30/05/19 02:33
    Addetto riparazione hardware - 3505 interventi
    Io l'ho trovato abbastanza carino ed inquietante; con più mezzi a disposizione poteva essere un gioiellino.

    Tra il mockumentary e il First person movie, è una sorta di Ed tv con malattia annessa; attori ok anche se un pò impostati.

    Con il passaparola il film ha raggiunto una discreta fama.

    Carino.