La moglie giapponese - Film (1968)

La moglie giapponese

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/12/08 DAL BENEMERITO LUCIUS
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lucius 8/06/10 00:11 - 3015 commenti

I gusti di Lucius

Veramente molte similitudini tra il primo tempo del film e Lost in translation, poi la pellicola vira e abbraccia argomentazioni più ampie. Un uomo d'affari in un viaggio che toccherà il Giappone e l'India in pochi giorni resterà turbato dalle esperienze di vita che farà e da quello che vedrà. Interessanti il soggetto e la regia professionale che ne fanno un film dignitoso, amaro e comparativo tra due realtà completamente differenti.

Il Gobbo 19/09/12 09:17 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Breve e amaro tour asiatico per un grigio travet che scopre un campionario di miserie materiali (orientali) e morali (per lo più dei nostri), in un difficile ma conseguito equilibrio, grazie a Sonego che evita tutte le trappole possibili (dall'indignazione tribunizia al macchiettismo) e a un poderoso Moschin. Anche molto curato nelle ambientazioni, un film dimenticato che merita la proverbiale riscoperta. Nella copia vista (ottima, da Iris) il titolo ha l'indeterminativo e il punto di domanda.

Oblomoff 14/03/20 11:22 - 43 commenti

I gusti di Oblomoff

Un oscuro ragioniere sostituisce un collega in un viaggio d’affari in Oriente. Un pezzo di cinema-verità che sembra cominciare quasi come una commedia romantica (complice un fuorviante titolo interrogativo), ma che nello sviluppo successivo si dipana in un racconto disincantato e amaro. L’ipocrisia e l’abiezione morale degli occidentali s’intrecciano con la miseria materiale e l’arretratezza sociale degli orientali. Su tutto troneggia un Moschin monumentale nel tratteggiare un travet di provincia davanti a realtà umane a lui prima sconosciute.
MEMORABILE: Il viaggio in macchina per le strade di Calcutta con due ignobili espatriati italiani.

Faggi 20/06/20 14:41 - 1551 commenti

I gusti di Faggi

Protagonista turbato - anche ambiguo - ovvero come mosso da stati emotivi a lui stesso nuovi, che agitano pensieri e sensazioni impreviste (Gastone Moschin, perfetto, a piombo). E venato di turbamenti è il film, che tecnicamente scorre fluido, originale, qua e là affilato. Una commedia impossibile; che se non manca di tratti umoristici questi si rivelano come tocco dell'ortica. Si consideri il finale come languido tungsteno che si accende con strana, labile intensità, apparendo tra le intermittenze psichiche, illuminando senza far luce.

Myvincent 30/10/22 07:49 - 3791 commenti

I gusti di Myvincent

Distolto dai suoi semplici passatempi da canna e pesca, un ingenuo ragioniere viene fatto partire in Asia al posto di un collega impossibilitato. Quattro giorni allucinanti fra Tokyo, Macao, Seul, Calcutta in una dimensione mai neanche immaginata. Ma il film non è solo il contrasto fra la ricca, stagnante provincia italiana e le miserie di un altro continente, ma anche il senso di smarrimento di fronte a se stessi in territorio “straniero”. La plumbea chiusa finale sigilla il tutto, consegnando al pubblico la straordinaria maschera tragicomica di Gastone Moschin.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Una famiglia perfettaSpazio vuotoLocandina Il profumo del successoSpazio vuotoLocandina Quanto è difficile essere teenager!Spazio vuotoLocandina Il candidato
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Undying • 13/12/08 00:08
    Comunicazione esterna - 7574 interventi
    Era inserito nel palinsesto televisivo di Mediaset di questa settimana, purtroppo a notte fonda.
    Il regista è lo stesso del curioso Fischia il Sesso (1974) ed il cast interessante.
    Ultima modifica: 14/12/08 10:18 da Undying
  • Curiosità Lucius • 8/06/10 00:13
    Scrivano - 9041 interventi
    Il vero esordio di Simonetta Stefanelli, qui in una piccola parte, ma che non passa inosservata e da cui partirà la sua carriera cinematografica.