L'arrivista

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/02/15 DAL BENEMERITO LUCIUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lucius 6/02/15 01:09 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Il terzetto di protagonisti è realmente ben assortito e ha il merito di sostenere una pellicola che, pur non decollando mai, riesce a farsi apprezzare nella sua interezza. Come in una tra le più appassionanti sottotrame di Capitol, la politica sacrifica la vita privata all'altare del suo successo. Charme, sex appeal e maestria in tre parole: lui, lei, l'altra, in un ambizioso progetto a sfondo politico. Una relazione segreta che scotta in una vita troppo irreprensibile per essere tale. Intrigante.

Rufus68 10/08/17 12:30 - 3219 commenti

I gusti di Rufus68

Debolissimo apologo sull'arrivismo politico. Il film fallisce sia nel mostrare i bassi intrighi del potere (la rappresentazione è molto semplicistica) sia le difficoltà del protagonista nella gestione della sua travagliata vita personale. Anche la storia d'amore sa di poco, un po' facilotta anch'essa. Delon e la Moreau fanno quello che possono, la Rome è (come dirlo con parole dolci?) deliziosamente inadeguata.

Daniela 8/01/20 20:30 - 9822 commenti

I gusti di Daniela

Politico rampante che briga per essere nominato ministro antepone le sue ambizioni di carriera alla vita privata, trascurando la moglie depressa, il figliolo sbalestrato e persino la top model che pure dichiara ad ogni pié sospinto di amare... Forse il peggior film del regista, gravato da un handicap pesantissimo. Non si tratta della sceneggiatura, nonostante sia piuttosto banale, né di Delon, adatto al ruolo, e tanto meno di Moreau, abile nel tratteggiare un personaggio che agisce tra le quinte, ma di Sydne Rome, del tutto inadeguata, soprattutto quando la trama assume risvolti drammatici.
MEMORABILE: In negativo: certe battute di Sydne Rome che si doppia da sé nella versione in italiano, con risultati che fanno dolere le orecchie

Caesars 27/11/20 11:40 - 2817 commenti

I gusti di Caesars

Non disprezzabile questa, forse anche banale, analisi della vita di un politico rampante, ben interpretato da Delon, disposto a sacrificare tutto pur di assicurarsi un ministero. Buona anche la prova fornita dalla Moreau, mentre la Rome si dimostra, per quanto splendida, del tutto inadeguata a reggere il ruolo. Il ritmo è molto lento e le situazioni risultano abbastanza ripetitive, ma risultano azzeccate le scelte di narrare tutto in flashback e di costellare Parigi con le immagini pubblicitarie della Rome, che "ossessionano" Delon. Lontano dal capolavoro, ma un prodotto dignitoso.

Pierre Granier-Deferre HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Fauno • 13/09/18 00:26
    Contratto a progetto - 2553 interventi
    Dalla collezione cartacea Fauno, il flano del film:

  • Homevideo Lucius • 9/12/19 12:54
    Scrivano - 8298 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il super8 italiano prodotto dalla Cinema International Corporation:

    Ultima modifica: 9/12/19 13:58 da Zender
  • Homevideo Caesars • 9/12/19 13:30
    Scrivano - 11647 interventi
    Complimenti davvero Lucius. Non credo sia facile da trovare questo super8
  • Homevideo Lucius • 9/12/19 15:46
    Scrivano - 8298 interventi
    Grazie. Ho anche il dvd che vendono a prezzi proibitivi. E qualche altra rarità in super8 che posterò a breve.