Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/05/19 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 16/05/19 03:26 - 6612 commenti

I gusti di Herrkinski

Psycho-thriller con protagonista un'attempata stalker omicida (la convincente Huppert) diretto con buon senso della tensione da un ritrovato Jordan; sebbene il plot sia fondamentalmente una variazione su temi già visti e la sospensione dell'incredulità sia spesso necessaria, il film scorre in modo godibile e mantiene alto l'interesse grazie a un buon crescendo di suspense e a un cast credibile. Nulla da eccepire sulla confezione (L'Irlanda spacciata per New York funziona); un lavoro di buona caratura che non sorprende ma avvince con facilità.

Gestarsh99 30/05/19 16:56 - 1392 commenti

I gusti di Gestarsh99

Il cinema al femminile di Jordan s'imporpora nelle trepidazioni thriller dello stalking segregativo marcato Reiner. Più che su una sceneggiatura oliatamente subodorabile in ogni sua fasica transizione, il giudizio si sposta sull'attenta amministrazione tecnico-scenica, come anche sul rendimento recitativo delle interpreti duellanti: l'una (la Moretz) sprovvedutamente incastrata dalle opprimenti molestie della sua bifida carceriera/persecutrice e quest'ultima (la Huppert) accortamente diabolica nel reintrodurre con sottigliezza "nonchalant" la perversa pianista impersonata nel film di Haneke.
MEMORABILE: L'anestetico iniettato direttamente nel moncone sanguinante del mignolo mozzato...

Kinodrop 7/11/19 18:55 - 2236 commenti

I gusti di Kinodrop

L'incontro tra la giovane e fragile Frances e l'elegante e matura Greta, da una relazione tra due solitudini si trasforma in qualcosa di più morboso e assai inquietante. Jordan ripercorre le strade del thriller concentrandosi soprattutto sulla psicologia femminile con le sue mutazioni nel progredire verso l'inaspettato. Il sapiente dosaggio di emozioni e il carico ansiogeno vanno di pari passo con l'eleganza e la sobrietà dell'esposizione, insieme alla classe di Huppert che fa suo il personaggio con stile e convinzione; non da meno di Chloë Grace Moritz.
MEMORABILE: La borsa sulla metro; L'ossessiva presenza di Greta; La sfuriata al ristorante; Il baule dei giocattoli; Il metronomo rivelatore.

Daniela 13/11/19 00:27 - 11453 commenti

I gusti di Daniela

Trovata una borsa su un sedile della metropolitana, una giovane cameriera la riporta alla proprietaria, una matura signora francese a cui la solitudine pesa troppo... Jordan propone l'ennesimo film su uno stalker psicopatico potendo contare sulla presenza magnetica di Huppert, sempre eccellente in ruoli ambigui e tale da giustificare ampiamente la visione. A convincere poco sono invece la monoespressiva Moretz e la scansione degli eventi che risulta da un lato frettolosa (le carte vengono scoperte troppo presto), dall'altro prevedibile. Gustosi alcuni tocchi sadici, sbrigativo l'epilogo.
MEMORABILE: Il restauro del dito; Il baule colmo di bambole

Lupus73 26/06/20 20:04 - 1187 commenti

I gusti di Lupus73

Una ragazza che vive con un'amica trova sul metrò la borsetta di una signora di mezza età e gliela riporta; inizia un'amicizia che da morbosa diventerà un folle incubo. Buon thriller (ben confezionato) che gioca bene le carte della suspense e per pochissimo non sfocia nell'horror. Troviamo anche un paio di colpi di scena niente male, ma quello che può essere il difetto riguarda le notevoli forzature, in particolar modo il legame tra prima e seconda parte: dopo tutto l'eclatante polverone e l'arresto, possibile che le forze dell'ordine non si mettano in moto? Comunque valido.

Digital 17/01/22 01:40 - 1194 commenti

I gusti di Digital

Di thriller con la stalker che perseguita la povera vittima se ne sono visti a iosa e questo "Greta" si va ad aggiungere alla lunghissima lista. Detto che l’originalità non alberga certo da queste parti, il film può contare su una coppia di protagoniste davvero brave: la Huppert è fantastica nel ruolo di psicotica che lascia appositamente borsette sul sedile della metropolitana per attirare le proprie vittime, ma anche la Moretz si destreggia bene come indomita preda. La regia riesce a instillare una considerevole tensione, che si mantiene alta per tutta la durata. Soddisfacente.

Teddy 10/03/22 06:16 - 179 commenti

I gusti di Teddy

Piccolo thriller femminile siglato da evidenti ingenuità descrittive ma avviluppato da una verve psico-camp lampante. La regia di Neil Jordan non rielabora nessun meccanismo narrativo, però mantiene alta l’asticella della tensione e intreccia ad infinitum i profili spirituali delle sue protagoniste. La Moretz ce la mette davvero tutta, ma la mefitica compostezza della Huppert è un trionfo di lussuosa schizofrenia borghese. Sadico e delizioso l’epilogo a tre.

Pumpkh75 18/03/22 15:04 - 1504 commenti

I gusti di Pumpkh75

La garanzia è Neil Jordan, un sottovalutato che però di rado sbaglia film. Il supplemento è lo sfoggio di una sorprendente freschezza, in contrasto con il suo apparente carattere tradizionale: la perfetta Huppert (quasi depalmiana nelle sue nervature e nelle sue mise), la costruzione delle location e l’ottimo ricamo della suspense mostrano una forza inattesa che fa accantonare da subito l’elegante banalità della vicenda. Un paio di macroscopiche dabenaggini nella sceneggiatura, solida comunque fino ai due terzi, gli precludono un punto esclamativo intero. Di gran classe.

Ira72 20/04/22 14:48 - 1168 commenti

I gusti di Ira72

Claustrofobico thriller dalla trama piuttosto abusata ma dal ritmo scorrevole. Certo è che buona parte della riuscita è senz'altro imputabile alla talentuosa Huppert, che interpreta perfettamente questa minuta ed elegante zietta all'apparenza innocua e inoffensiva. Per poi sdoppiarsi nel suo esatto opposto. Anche la sceneggiatura presenta alcuni spunti interessanti, soprattutto nel colpo di scena finale. Le due ragazze, invece, non brillano particolarmente ma, nel complesso, è un film discreto e godibile.

Giùan 1/05/22 09:49 - 3670 commenti

I gusti di Giùan

Thrillerino ancor più incolore che modesto, alla cui derivatività Jordan (che non batte un colpo ormai da Breakfast on Pluto) prova progressivamente a metter riparo puntando tutto sull'automatico spolvero gigionesco della Huppert e facendosi dar una mano sul finale dal fidato cameo del feticcio Rea. Il film resta così in bilico sul precipizio del citazionismo semi parodico (La pianista e troppi altri ovviamente ma anche il già raccogliticcio Buio nell'anima), riuscendo però paradossalmente a trovar una propria opaca iridescenza nella omologante insanità che lo permea. Benino Monroe.

Chloë Grace Moretz HA RECITATO ANCHE IN...

Orson 25/05/22 13:45 - 103 commenti

I gusti di Orson

Bello e robusto thriller al femminile per il redivivo Neil Jordan. Niente di nuovo, per carità, ma l'impianto narrativo funziona, il film tiene incollati e non mancano i momenti di genuino spavento. Su tutti campeggia la Huppert, che abbandona i soliti ruoli melodrammatici per indossare con compiaciuto gusto la maschera horror di un vero e proprio villain, psicopatica persecutrice da pelle d'oca. Bellissimo quando insegue l'amica sull'autobus o quando si presenta a sorpresa sul pianerottolo di casa. Tra Hitchcock e Cape Fear, un compito ottimamente svolto. Brava anche la Moretz.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gestarsh99 • 1/06/19 16:26
    Scrivano - 20013 interventi
    Un thriller prevedibilissimo dal primo all'ultimo minuto in ogni suo singolo sviluppo (di certo uno tra i più risaputi e ovvi mai personalmente visti sino ad oggi), ciononostante, sarà per la coppia di primattrici coinvolte, sarà per la regia sempre raffinata e "femminile" di Neil Jordan, il film è ugualmente appassionante e riesce a intrattenere a dovere lo spettatore.

    Coloro a cui piace seguire un thriller anticipandone volta per volta ciascuna svolta o inghippo "nascosto", stavolta avran gioco facile: ogni previsione avanzata sarà puntualmente azzeccata.
  • Discussione Gestarsh99 • 28/08/19 19:59
    Scrivano - 20013 interventi
    Imdb riporta un'uscita nelle sale italiane datata 22 agosto 2019. Sarà effettivamente uscito?
  • Discussione Herrkinski • 29/08/19 23:11
    Consigliere - 2447 interventi
    Gestarsh99 ebbe a dire:
    Imdb riporta un'uscita nelle sale italiane datata 22 agosto 2019. Sarà effettivamente uscito?
    In effetti io non l'ho notato da nessuna parte.
  • Homevideo Buiomega71 • 23/11/21 09:22
    Pianificazione e progetti - 23914 interventi
    In blu ray ( e dvd) per Koch Media, disponibile dal 20/01/2021