Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Seconda avventura per il buffo Charlot western impersonato da Tomas Milian dopo lo scadente LA VITA A VOLTE E’ MOLTO DURA, VERO PROVVIDENZA? L'impostazione è la medesima, con gag surreali (e di dubbia qualità) ispirate dai due sceneggiatori Castellano e Pipolo (rimasti da soli a scrivere il copione) e il grosso Gregg Palmer (Hurricane Kid, nel film) a fare nuovamente da spalla. Ancora una volta, nonostante la buona predisposizione al comico del protagonista, non si ride praticamente mai. Giusto nell'introduzione, con Paolo Ferrari che invece di offrire lo scambio di due fustini come nella...Leggi tutto pubblicità, chiede a una cowgirl di cambiare il suo Winchester con due fucili "senza marca". Poi la solita sarabanda di effetti speciali da baraccone, gag di terz’ordine, risse interminabili, balletti da saloon e scorribande nelle praterie sulla locomotiva superattrezzata guidata dal servitore Chao. Il motore che spinge questa volta il dinamico duo a escogitare diaboliche truffe è una donna, al padre della quale (Luciano Catenacci, anche coproduttore) servono un bel mucchio di bigliettoni per liberarla dal promesso sposo. Provvidenza e Kid si danno da fare, fallendo più volte soprattutto a causa dell'imbecillità di Kid. La guest star tv (come nel primo era Mike Bongiorno) è qui Nando Martellini, pronto a mettere in moto la sua moviola per rimostrare un'azione "impossibile" di Provvidenza. Sciocchezze desolanti, qualche rima indovinata e poco altro. Era molto difficile far peggio del numero uno, ci si è quasi riusciti ricalcando in pieno una formula deprimente.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/10/06 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Matalo! 16/09/08 18:01 - 1378 commenti

I gusti di Matalo!

Morto lo spaghetti western ecco l'ultimo rigor mortis; il western deficiente. Peggio del primo, questo Provvidenza di De Martino (che ha dalla sua solo una bella fotografia) raddoppia gli anacronismi, moltiplica i gadget del convoglio di Provvidenza, centuplica doppi sensi e gag che neanche un bambino di 1 anno troverebbe divertenti. Un minimo di decenza no? Milian è un bravissimo attore ma non si è mai negato a nulla, per la grana. Chi non conosce Carosello si astenga. Gli altri... pure!

B. Legnani 26/09/08 22:43 - 5533 commenti

I gusti di B. Legnani

Coloratissimo e ben fotografato, ma i suoi meriti finiscono presto: basta citare l’incipit con Paolo Ferrari e il ruolo di Rick Boyd. Sceneggiatura tutta basata sull’eccesso e sull’anacronismo (Nando Martellini alla moviola...), ma il tutto va presto in "overdose" e non basta una regìa spigliata e qualche presenza di culto per rendere digeribile il prodotto, non inguardabile, ma assai scarso. Le scene sull’altipiano forse sono state girate a Camposecco di Camerata Nuova, location già presente in Trinità.

Panza 23/03/13 22:18 - 1842 commenti

I gusti di Panza

Stupisce la ricercatezza in alcuni particolari (la fotografia e le scenografie) ma di contro si nota l'inconsistenza del genere western-comico che si autoparodia in una specie di casa di riposo per cowboy. Milian ha la faccia simpatica, ma la sceneggiatura è zeppa d buchi: risse interminabili, scambi di battute ignobili e parti aggiunte per fare metraggio. Il budget non è così risicato (nonostante sfondi dipinti ed effetti disegnati direttamente su pellicola), ma il risultato è invero misero. Trascinanti le musiche.
MEMORABILE: Il treno di Provvidenza; Il soldato Hitler; La moviola di Martinelli; L'intervallo; La villa di Pamela; La pubblicità del vino; L'ospizio western.

Alex75 19/04/19 13:55 - 880 commenti

I gusti di Alex75

Una delle derive più eccentriche del western italiano: qui siamo quasi alle comiche finali, ma virate decisamente verso il demenziale (con ammiccamenti al musical) e senza nemmeno il rigore della parodia. La regia competente, le originali e ricche soluzioni visive e scenografiche e la colonna sonora briosa non riescono a nascondere la pochezza di una sceneggiatura imbarazzante. L’enorme talento di Milian nel dar vita ai personaggi è purtroppo sprecato.
MEMORABILE: La locomotiva e la mongolfiera di Provvidenza; Il carosello di Paolo Ferrari; La moviola di Martellini; Il vero nome del padre di Pamela.

Nick franc 29/02/24 23:19 - 518 commenti

I gusti di Nick franc

Al solito De Martino non gira male: le scenografie sono curate e surreali, le musiche di Morricone e Nicolai graziose e la fotografia supercolorata dà un tocco kitsch che non dispiace affatto; il grosso problema del film è che la sceneggiatura di Castellano e Pipolo ignora qualsiasi logica, puntando tutto su uno snervante accumulo di anacronismi, risse e gag slapstick che non vanno mai a segno. Male il cast: Milian offre un ininterrotto campionario di smorfie, Palmer è una brutta copia di Spencer e la presenza della André è pleonastica. Puerile e senza nerbo.
MEMORABILE: La vera identità di Catenacci.

Luciano Catenacci HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Operazione pauraSpazio vuotoLocandina Un uomo un cavallo una pistolaSpazio vuotoLocandina Due bianchi nell'Africa neraSpazio vuotoLocandina Si può fare... amigo
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.