Casa Keaton - Serie TV (1982)

Casa Keaton (serie tv)

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/10/09 DAL BENEMERITO CAESARS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 21/10/09 12:26 - 3480 commenti

I gusti di Caesars

Discreta sit-com tipicamente anni '80, dove si raccontano le vicende di una normalissima famiglia americana con genitori ex hippies. Le situazioni comiche nascevano dal contrasto generazionale tra gli adulti e i giovani, con questi ultimi più a loro agio nella società dei consumi. La serie ebbe il merito di lanciare nel firmamento hollywoodiano Michael J. Fox, che da lì a poco conobbe il grande successo con la sua interpretazione in Ritorno al futuro.

Ciavazzaro 23/10/09 12:25 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Altra serie cult che però non apprezzo molto. Discreto il futuro divo Michael J. Fox, ma il resto del cast è davvero trascurabile e le storie non sono gran cosa. Sinceramente non ho mai apprezzato un singolo episodio. Almeno per quanto mi riguarda la serie è bocciata.

Magnetti 5/01/10 11:19 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Longeva serie cult degli anni '80 del genere telefilm "in famiglia". Era forte della bella idea di mettere sotto lo stesso tetto genitori hippy da un lato e figli ideologicamente all'opposto: Alex (Michael J. Fox) repubblicano e "capitalista" convinto, Mallory bella, svampita e appassionata di moda e la piccola Jennifer salace e intelligente. Inutile dire che senza Michael J. Fox non avrebbe avuto lo stesso successo. Molto bene tranne alcuni episodi in cui veniva propinata la classica "moralina".

Galbo 5/02/10 18:19 - 11976 commenti

I gusti di Galbo

Serie televisiva americana che contribuì (insieme alla trilogia di Ritorno al futuro) a lanciare la carriera dell'attore Michael J Fox che interpreta la parte del rampante figlio di una coppia di ex hippie. Il contrasto genitori-figli è il pezzo forte di una serie piuttosto divertente grazie alla discrete sceneggiature e alla mano felice nella scelta del cast.

Tarabas 11/07/10 11:38 - 1858 commenti

I gusti di Tarabas

Un'altra famiglia USA da sitcom, sicuramente, ma l'idea di mettere sotto un tetto due ex hippies con un figlio reaganiano già a 14 anni è vincente. MJ Fox era già bravissimo e il cast di contorno funziona, specialmente la sorella Mallory finta oca. La serie migliora ulteriormente col tempo, quando i temi si fanno più adulti, specialmente quanto il personaggio di Alex inizia l'università. Nel suo piccolo, uno spaccato ironico degli anni '80 in America, mentre qui davano I 5 del quinto piano. Altro che colonizzazione culturale. Resa incondizionata.

124c 21/10/10 15:19 - 2845 commenti

I gusti di 124c

Due hippie anni '60 nell'America anni '80 con figli, fra cui un adolescente reaganiano (un Micheal J. Fox pre e post-Ritorno al futuro), una formula stravagante per una sit-com indovinata. I temi trattati erano interessanti, gli ospiti spesso anche illustri (abbiamo anche un giovane Tom Hanks che interpreta il "fratello" di Meredith Baxter), i personaggi sempre in crescita (specie Fox e la Bateman); insomma ci si divertiva. Credo che solo I Robinson potessero competere con i Keaton alla pari.
MEMORABILE: Michel Gross/papà Keaton che si agita, perché trova un baby canguro, durante una festa clandestina in casa sua organizzata dai figli.

Fabbiu 7/12/11 09:31 - 2066 commenti

I gusti di Fabbiu

Tipica sitcom d'ambiente familiare, ma presenta una famiglia piuttosto ben concepita a livello concettuale: genitori hippie ormai adattati alla società consumistica anni 80 che devono allevare i figli e assisterli nelle varie problematiche d'ogni giorno. In fin dei conti gli unici personaggi degni di nota sono il giovane Micheal J. Fox ancora novellino - appassionato di economia e molto moralista - e il padre, che riserva sempre qualche ideale anni 60. Le risate registrate esagerano, i ritmi sono un po' lenti, ma è una sit-com rilassante, soft e piacevole.

Dengus 25/12/12 23:53 - 361 commenti

I gusti di Dengus

Politicamente corretto; tutto fila liscio in questa improbabile (ma nemmeno tanto) famiglia americana anni '80: genitori ex figli dei fiori e ancora idealisti, un figlio repubblicano yuppy, una figlia modaiola e la più piccola (arriverà il quarto figlio, ma non sarà mai protagonista), quella che appare più matura di tutti. La serie è godibile e simpatica, ma spesso surreale, dato che non vi è mai una debolezza o sbavatura, soprattutto nei genitori. Totalmente diversa dalle serie americane "family" contemporanee e dagli anni '90 in poi.

Modo 4/03/14 10:19 - 905 commenti

I gusti di Modo

Sicuramente un telefilm anni '80 gradevole. Situazioni divertenti tra genitori (ex figli dei fiori) e i loro figli, tra cui un J. Fox "rampante" perdutamente innamorato della causa reaganiana/repubblicana. La bella e svampita figlia maggiore ha spesso problemi di cuore, mentre la bimba piccola mette un po' di sale nelle varie vicende.

Stelio 24/07/14 08:05 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Le sitcom odierne sono mediamente un passo avanti rispetto a quelle di allora, ancora intrise di una componente educativa eccessiva che stemperava l'elemento comico (un elemento che, dal rivoluzionario Friends in poi, è quasi del tutto sparito). Casa Keaton non fa eccezione, ma tra i prodotti dell'epoca riesce a emergere grazie, soprattutto, alla caratterizzazione dei personaggi e all'acuta contestualizzazione storica degli stessi. Non c'è male.

Tina Yothers HA RECITATO ANCHE IN...

Ryo 27/08/15 03:44 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Miticissima sitcom che fa la fortuna di Micheal J. Fox. La trama della serie è incentrata sulla famiglia: i valori, le responsabilità, la fratellanza e il rispetto. I genitori sono due anticonformisti ed ex-hippie che hanno però partorito un figlio rigido e conforme agli standard sociali. Proprio da questo conflitto partono le storie dei vari episodi. Simpatiche comparsate di un giovane Tom Hanks.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Magnetti • 5/01/10 11:21
    Call center Davinotti - 212 interventi
    La serie durò per sette stagioni, dal 1982 al 1989.

    Dalla quarta stagione appare il 4^ figlio Andrew.
  • Curiosità Magnetti • 5/01/10 11:23
    Call center Davinotti - 212 interventi
    Micheal J. Fox è tutt'oggi sposato con Tracy Pollan, conosciuta proprio sul set di Casa Keaton. Lei interpretava la sua fidanzata e prese parte a 13 episodi. (fonte Wikipedia).
  • Discussione 124c • 21/10/10 15:21
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Ehi, Zender, nel cast manca il grande Tom Hanks che interpreta lo zio di Micheal J. Fox, puoi inserirlo (anche se ha partecipato "solo" a due puntate)?
  • Discussione Zender • 21/10/10 15:31
    Pianificazione e progetti - 46431 interventi
    Ok, messo.
  • Discussione Ryo • 26/04/12 18:17
    Segretario - 111 interventi
    Questo è il mio commento relativo alla sola stagione 1

    Una coppia di figli dei fiori degli anni 60 mette su famiglia, concependo un figlio che diventerà repubblicano, una figlia svampita e una tutta pepe, molto sveglia. Ricordata come la serie che ha lanciato Micheal J. Fox. La serie è di una comicità brillante e genuina e pur essendo dell'82 tratta temi spesso ancora attuali. Senza sentire il peso degli anni diverte con la sua freschezza. ***!
  • Discussione Zender • 26/04/12 18:24
    Pianificazione e progetti - 46431 interventi
    Beh, ma sono serie che è un po' difficile suddividere in stagioni queste. Sono stagioni molto simili, direi che puoi pure commentarla come serie in generale.
  • Discussione Ryo • 27/04/12 16:27
    Segretario - 111 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Beh, ma sono serie che è un po' difficile suddividere in stagioni queste. Sono stagioni molto simili, direi che puoi pure commentarla come serie in generale.

    Dici? Ma magari le successive migliorano, peggiorano, calano... cambiano i temi trattati. Non so. Io ho visto solo la prima stagione e non mi sento di dare questo commento per tutte e 6 le stagioni. Al limite quando le vedrò tutte ri-commento
  • Discussione Zender • 27/04/12 18:54
    Pianificazione e progetti - 46431 interventi
    Il fatto è che se andiamo a mettere le stagioni su tutte le serie "classiche" in cui tutto sommato il concetto di "stagione" era ancora relativo temo non si finisca più. Casa Keaton è in fondo quella. Certo cambierà qualcosa nelle stagioni, ma il giudizio di fondo dubito possa cambiare troppo. Comunque potrei anche farlo in effetti. Diciamo che se fossi in grado di dare un giudizio anche ad altre stagioni avrebbe un senso, ma aprire uno speciale per un commento che rischierebbe di rimanere per lungo tempo da solo è un po' poco. In fondo il giudizio complessivo spesso coincide con quello della prima stagione, da noi.
    Ultima modifica: 27/04/12 18:56 da Zender