Bac Nord

Media utenti
Titolo originale: Bac Nord
Anno: 2020
Genere: poliziesco (colore)
Note: Ispirato alla vicenda dell’arresto di alcuni poliziotti di Marsiglia per traffico di droga, nel 2012. Presentato a Cannes fuori concorso nel 2021
Numero commenti presenti: 4
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/09/21 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Nicola81 21/09/21 19:13 - 2215 commenti

I gusti di Nicola81

Ispirato a un poco edificante fatto di cronaca, un poliziesco teso e spettacolare ma penalizzato da un fastidioso manicheismo ideologico che gli impedisce di andare oltre il buon intrattenimento: i tre protagonisti non sono certo dei santini eppure vengono dipinti quasi come degli eroi vittime del cinismo e della doppiezza dei superiori, mentre gli immigrati che tengono in pugno le banlieues sono tutti brutti, sporchi e cattivi. Regia sicura e interpretazioni convincenti, anche se Exarchopoulos è sprecata come moglie in ansia.

Galbo 18/09/21 17:43 - 11702 commenti

I gusti di Galbo

Un gruppo di poliziotti dell'anticrimine di Marsiglia viene coinvolto in una vicenda di traffico di droga. Ispirato ad una storia realmente accaduta, un crudo poliziesco francese ambientato in una città ad alto tasso di criminalità. La prima parte mostra, con un ritmo serrato, un buon lavoro di montaggio e un notevole realismo, alcune operazioni di polizia, mentre la seconda descrive le vicissitudini carcerarie degli agenti coinvolti ed è più dolorosamente intimista. Buona la prova degli attori, specie Gilles Lellouche interprete del personaggio più coinvolto e umanamente sofferente.

Daniela 27/09/21 15:02 - 10781 commenti

I gusti di Daniela

Il caso di cronaca che nel 2012 coinvolse 18 poliziotti marsigliesi non è ancora del tutto concluso a livello giudiziario e per questo motivo il film è stato molto criticato in patria in quanto pone al centro della storia tre agenti onesti sposando in pieno le tesi difensive. Polemiche a parte, si tratta di un poliziesco squadrato e solido come il suo protagonista Lellouche a cui si può rimproverare un certo manicheismo e qualche passaggio forzato ma non la mancanza di efficacia nel rappresentare una situazione di estremo degrado urbano in cui è l'illegalità a dettare legge. 

Jandileida 2/10/21 23:03 - 1347 commenti

I gusti di Jandileida

Jimenez non dice nulla di nuovo però lo fa con quel piglio brutal che tanta gloria ha dato al cinema transalpino. Le facce giuste e la tensione alle stelle quasi dall'inizio alla fine fanno passare in secondo piano i personaggi scolpiti con l'accetta, le loro parabole esistenziali, già viste, riviste e straviste altrove e una storia vera che molto probabilmente è stata riaccordata per suonare una musica da vecchio west chiamata "molto buoni vs. molto cattivi". A nobilitare il quadro ci pensa infine il fascino caotico e assolato della bouillabaisse marsigliese.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 27/09/21 15:08
    Gran Burattinaio - 5651 interventi
    BAC è l'acronimo di  Brigade anti-criminalité.
    Sul caso di cronaca a cui è ispirato il film si può leggere qui (italiano) oppure più diffusamente qui (in francese)