Cerca per genere
Attori/registi più presenti

A GIRL WALKS HOME ALONE AT NIGHT

All'interno del forum, per questo film:
A girl walks home alone at night
Titolo originale:A Girl Walks Home Alone at Night
Dati:Anno: 2014Genere: horror (bianco e nero)
Regia:Ana Lily Amirpour
Cast:Sheila Vand, Arash Marandi, Marshall Manesh, Mozhan Marnò, Dominic Rains, Rome Shadanloo, Milad Eghbali, Reza Sixo Safai, Ray Haratian, Ana Lily Amirpour, Pej Vahdat, Masuka The Cat
Visite:270
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/7/16 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Rebis
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Bubobubo
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Cotola
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Kinodrop


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 17/7/16 18:43 - 7166 commenti

Horror vampiresco iraniano, anche se non sembrerebbe. A parte i ritmi (dilatati), i silenzi e i volti degli attori, tutto il resto, infatti, proviene direttamente dal cinema occidentale e soprattutto da quello a americano (che d'altronde produce). La storiellina, con la vampira velata che va in giro a fare pulizia, è poca cosa. Da segnalare una buona qualità visiva con attenzione per le inquadrature ed una bella fotografia. Musica a tratti western e moriconeggiante. Alla fine ci si chiede: perché un'iraniana gira un film così?
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 11/9/16 13:21 - 2075 commenti

Iraniana, naturalizzata in America, Ana Lily Amirpour riversa nel suo film d'esordio l'afflato che l'adolescente dedica alle pagine del diario segreto, cui confidare languori, smarrimenti in odore di cinefilia, sogni d'amore ribelli e insondabili pulsioni di libertà: il film si sviluppa in una stilizzazione espressionista dell'urbe che ricorda Rumble Fish, in una rarefazione dei caratteri che atterra nelle periferie di Jim Jarmusch, quindi assume la ritmica del sogno e come tale si dissolve, centrifugo, farraginoso, infine perturbante. La forma è ad alti livelli: è ora di una scrittura esigente.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Kinodrop 21/10/16 18:03 - 1205 commenti

I difetti di un genere di cinematografia orientale che aspira all'Occidente (e/o viceversa), qui in più condizionati dal costume e da certi tabù iraniani. Storia di stampo fumettistico, con una misteriosa vampira tra giustiziera e ammaliatrice, che velata si aggira silenziosamente (perfino sullo skate) mordicchiando qua e là i vari malcapitati. Lentissime e afasiche le scene anche se è notevole la cura della fotografia in b/n. Personaggi fin troppo stilizzati e prevedibili, così come il finale, tanto scontato quanto (involontariamente) ridicolo.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Bubobubo 9/12/19 21:01 - 936 commenti

Chi sia, da dove venga e quale sia lo scopo della giovane e affascinante ragazza di chador velata che - in una California del Sud che sembra Iran, tra centrali elettriche e pompe per l'estrazione del petrolio - vampirizza tutti i maschietti maleducati a ritmo di (arab) new wave non è dato saperlo. Se c'è, la critica di genere (assieme alla critica di censo, alla critica geopolitica, alla critica...) è nascosta sotto una coltre di formalismo che affascina e irrita al contempo. L'esotismo premia, ma stimola esigenza, qui appagata solo a metà.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Quando Saeed indica la luna, la vampiressa gli stacca il dito.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)