Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA GUERRA DEI BOTTONI

All'interno del forum, per questo film:
La guerra dei bottoni
Titolo originale:La guerre des boutons
Dati:Anno: 1961Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Yves Robert
Cast:André Treton, Michel Isella, Jacques Dufilho, Yvette Etievant, Michel Galabru, Michèle Méritz, Jean Richard, Pierre Tchernia, Pierre Trabaud, Martin Lartigue, Henri Labussière, Paul Grauchet, François Boyer, Claude Confortès
Visite:466
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/10/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 22/10/07 0:26 - 4481 commenti

Pellicola che probabilmente oggi risulta superata, ma che divenne quasi leggenda nei primi Anni Sessanta, trattando un tema che era pressoché perfetto per i ragazzi che non vivevano nelle metropoli, i quali si rispecchiavano nell'argomento (gruppi di ragazzi rivali), che veniva svolto con levità di tocco e divertenti trovate. In più c'era l'incubo di essere spediti in collegio. Probabilmente adatto solo a chi ha una certa età ma, per costoro, certamente commovente, indimenticabile. C'è Dufilho, pre-Buttiglione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'abbraccio conclusivo.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Pigro 1/6/09 10:09 - 7358 commenti

È guerra tra i bambini di due villaggi vicini nelle campagne francesi: il film restituisce appieno l'atmosfera scanzonata dell'omonimo bel romanzo per ragazzi di Pergaud, che proviene da un'altra epoca, fatta di campanilismi ruspanti e di una solidale condivisione di valori legati alla terra contadina. È dunque un tuffo in un mondo dimenticato, ma anche una ben fatta descrizione della psicologia infantile tra riconoscimento nella banda e lontananza dagli adulti, nonché esplicita metafora della politica. Molto piacevole. Bambini bravissimi.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Paulaster 26/4/18 10:17 - 2369 commenti

Nelle campagne francesi si fronteggiano due bande di bambini. Il campanilismo infantile tra i Falchi e i Caimani è condotto a suon di insulti ("palle sgonfie" è il massimo) e umiliazioni (i bottoni come bottino). Nel giocare a fare gli adulti si toccano temi universali come l’uguaglianza e il cameratismo e il film veniva usato come esempio negli oratori italiani negli anni 70 (anche per lo spauracchio del collegio). Protagonista telegenico che tiene la scena anche nella fuga solitaria.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il goccetto dato al bambino; I bambini nudi dietro gli alberi; “Sono un invalido di guerra”; L’inventario.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)