Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PIERCING

All'interno del forum, per questo film:
Piercing
Titolo originale:Piercing
Dati:Anno: 2018Genere: thriller (colore)
Regia:Nicolas Pesce
Cast:Christopher Abbott, Mia Wasikowska, Laia Costa, Olivia Bond, Maria Dizzia, Marin Ireland, Dakota Lustick, Wendell Pierce
Note:Presentato al XXXVI Torino Film Festival nella sezione After Hours.
Visite:161
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/12/18 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 4/12/18 23:31 - 6849 commenti

Si inizia subito con un gustoso omaggio musicale, e non sarà l'unico, al cinema italico degli anni Settanta. Bene la forma: stilosa e curata. La storiellina è tratta da un racconto di Murakami ma è poca cosa: ce n'era forse per metà film. Per il resto la sceneggiatura allunga il brodo. Tuttavia non si può dire che ci si annoi. Anzi: il divertimento non manca visto il tipo di storia. L'imprevedibilità o un vero colpo d'ala che lo faccia volare sono invece assenti ingiustificati. Se si ama il genere si arriva comunque sazi alla fine. Bravi i due protagonisti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: " E se prima mangiassimo?"; Tutti gli omaggi musicali al cinema nostrano anni Settanta. .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Herrkinski 22/1/19 5:33 - 4158 commenti

Un film furbetto del giovane Pesce che, dall'impianto colorato e stiloso (belli la fotografia e gli interni) all'utilizzo tarantiniano di una ost quasi interamente prelevata dai thriller anni '70 italiani (invero a tratti fuori luogo), pare voler farsi piacere a tutti i costi dal pubblico di riferimento; se non altro la storia intriga abbastanza e può vantare interpreti azzeccati, tuttavia manca quel quid in più nell'ultima parte e si viene lasciati con un finale insipido, a far scendere inevitabilmente il pallinaggio. Un'occasione sprecata.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Bubobubo 10/2/19 1:25 - 678 commenti

Così facilmente decodificabile da risultare imperscrutabile. Il maniaco omicida Abbott, architetto con complessi materni e con il vizietto per la dissezione, intrappola nel suo gioco perverso la prostituta autolesionista Wasikowska: o è solo un pretesto per soddisfare piaceri personali più reconditi? Fantastici i protagonisti, nel linguaggio corporeo ancor prima che nel verbale; scenografie futuristiche, lussureggianti (splendide le miniature); una O. S. T. che mette assieme Goblin, Nicolai e Cipriani. Ma, in tutto questo, dov'è Nicolas Pesce?

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Jackie-Wasikowska si dirige in taxi verso la camera d'albergo di Reed-Abbott, mentre in sottofondo giganteggia il main theme di Profondo rosso.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Cinecologo 15/3/19 14:07 - 25 commenti

Quant'è furbetto questo Pesce. Anzitutto il citazionismo, copioso: dal thriller di Argento & co. al pulp tarantiniano, passando per lo Scorsese di Fuori orario e, perché risparmiarsela, un'estetica più che a tratti alla La la land. Meno coerente del polpettone di mia madre, dunque? E invece no, perché, non si capisce come, le cose qua funzionano piuttosto bene. O almeno così è sino al momento in cui si scade nel pacchiano della fase allucinatoria e in un finale decisamente irrisolto. Domanda: che fine ha fatto lo spunto della moglie complice?
I gusti di Cinecologo (Commedia - Drammatico - Horror)