La calda bestia di Spilberg - Film (1977)

La calda bestia di Spilberg
Media utenti
Titolo originale: Helga, la louve de Stilberg
Anno: 1977
Genere: erotico (colore)
Note: Aka "La calda bestia di Spielberg", "La calda bestia dello Spilberg", "Helga, She Wolf of Spilberg", The She Wolf of Spilberg", "Helga the Leather Mistress".

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/04/11 DAL BENEMERITO GESTARSH99
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Gestarsh99 14/04/11 13:11 - 1395 commenti

I gusti di Gestarsh99

Benchè co-prodotto da Eurocinè/Lo Cascio, assieme ad altri 3 porno-nazi, per sfruttare gli echi di Ilsa e La bestia in calore, questo film è in realtà un blando WIP, poco audace in quanto ad erotismo ed assolutamente esangue. La Longo è un'aguzzina bisessuale che, non riuscendo mai a quagliare con le sue prigioniere, si rifugia nel vouyerismo e nell'autoerotismo... Latitano comunque cattiverie e ridicolaggini alla Edmonds/Batzella. La riluttanza tipicamente francese ai deragliamenti trash non permette alla pellicola di attingere ai picchi indigesti degli analoghi italici. Poca cosa.
MEMORABILE: L'assurda ambientazione: un immaginario staterello dittatoriale (est-Europa o Sudamerica?), in epoca certamente recente: si vede volare un elicottero.

Homesick 30/04/14 09:12 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Mentre il wip italiano spinge i suoi orrori fino all’eccesso delle ispezioni corporali, quello francese, più pudico, si ferma alle pomiciate lesbo e a qualche percossa; entrambi hanno invece in comune l’inconsistenza della storia, le ambientazioni sordide e il riciclaggio di scene belliche di repertorio. In pantaloni di pelle e con frusta alla mano – ma pronta altresì a denudarsi integralmente - Malisa Longo fa la sua bella figura di elegante aguzzina, a metà tra una donna delle SS e il capo delle guardie di un carcere di un paese esotico.
MEMORABILE: La Longo alla prigioniera Patrizia Gori: «Non sarò una catena per te, ma una collana...».

Faggi 29/09/17 01:00 - 1551 commenti

I gusti di Faggi

Quasi un obbrobrio questo WIP d'oltralpe; realizzato male, ha l'aggravante del sapore insipido; da prodotti di questa risma ci si aspetta il delirio sadico, l'audacia erotica e, ammettiamolo, varie esondazioni nel sublime-trash: niente di tutto ciò, invece. Abbiamo: clima sordido, ambientazione esotica, belle donne, ruvidezza da serie Y, bieco utilizzo di filmati di repertorio, facce da Lombroso, frustate, botte (e qualche mazzata in testa), la divisa sado-maso della Longo (sempre armata di frustino) e... poche altre amenità.

Ronax 7/09/18 00:45 - 1282 commenti

I gusti di Ronax

Lo Spilberg in questione non è la celebre fortezza dove Silvio Pellico scrisse "Le mie prigioni" ma un modesto castello nella campagna francese trasformato per l'occasione in luogo di tortura per i nemici di una immaginaria e imprecisata dittatura. Che poi gli oppositori ivi rinchiusi siano solo giovani e avvenenti fanciulle chiarisce subito il senso dell'operazione. Noiosissimo WIP con efferatezze all'acqua di rose e con la prosperosa Malisa Longo volenterosamente impegnata a fare la faccia cattiva, ma la Thorne di Ilsa è su un altro pianeta.
MEMORABILE: Il look del dittatore, che sembra malignamente alludere a Fidel Castro.

Herrkinski 21/08/21 15:12 - 8253 commenti

I gusti di Herrkinski

Low-budget francese che guarda a Ilsa così come all'eros-swastika italico e ai vari WIP girati nelle Filippine; l'ambientazione campagnola è poverissima e le divise dei tiranni sono curiosamente autarchiche, copiando lo stile nazista ma inventando un regime del tutto inesistente. La Longo è un bel vedere ma risulta decisamente meno efferata delle sue controparti; in generale non si spinge mai troppo né sul pedale della violenza, né su quello dell'erotismo (anche se esiste una versione hard) e il risultato è un film perlopiù soporifero, senza idee e che non diverte mai. Evitabile.

Schramm 16/06/24 00:31 - 3580 commenti

I gusti di Schramm

I passaggi segreti del softcore insertabile sono infiniti ma il più sfacciatamente abusato è quello pseudo-politico che olezza di eroswastica: si commuti Helga in Elsa (per assonar con Ilsa: ma WIPrego!) e trasformare Stilberg in Spilberg e sono incontri ravvicinati in un castello dagli squalloriferi centralizzati, che di Salòttiero si inkapònirà a esibire stalle, mono-location di una cine-dittatura del pessimo. Un magnete per ogni squalificativo che mortifica il fruitore in ogni sua ragion d'essere, da stivare nelle più inaccessibili profondità del trascurabile e del dimenticabile.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Spazio vuotoLocandina La contessa, la contessina... e la camerieraSpazio vuotoLocandina Poor CecilySpazio vuotoLocandina Orgasmo esoticoSpazio vuotoLocandina La mondana nuda
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Gestarsh99 • 14/04/11 16:06
    Vice capo scrivano - 21546 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Tutto sommato se come titolo hai messo quello italiano, come originale metterei quello francese. Inserisco poi anche gli altri aka.

    Ottimo, Zender!


    B. Legnani ebbe a dire:
    In rete è citato spessissimo - per ovvi motivi - come "di Spielberg".
    Andrebbe messo questo altro titolo (alternativo? diffuso ma errato?) come aka.


    Più che al nome del regista statunitense, l'errore di trascrizione penso sia dovuto al fatto che gran parte del film si svolge all'interno di un castello (adibito a carcere) che si dice ubicato nella fantomatica ed inesistente località di Spilberg, la quale richiama alla mente la celebre Fortezza dello Spielberg/Špilberk della città ceca di Brno (quella di cui scrisse Pellico ne Le mie prigioni, in poche parole).

    Altra curiosità è l'alternanza nei diversi titoli tra la P e la T (non so se per motivi di ingiunzioni giuridiche contro la scomoda omonimia...)
  • Discussione Zender • 15/04/11 14:04
    Capo scrivano - 48089 interventi
    Già spiegato che di hard non ci occupiamo, quindi non riportiamo articoli che di ciò parlano.
  • Discussione Gestarsh99 • 15/04/11 14:30
    Vice capo scrivano - 21546 interventi
    Secondo me invece andrebbe quantomeno riportato il fatto che del film esiste anche una versione hard (così come è stato fatto nei casi di L'inferno di una donna, Oscenità, Quello strano desiderio, etc.)

    Poi comunque il Luca Damiano che ho citato è il più celebre regista hard italiano dopo Massaccesi.
    Non ho mica menzionato uno sconosciuto "che preferisce restare nell'anonimato".

    Che dici?
  • Discussione Zender • 15/04/11 14:32
    Capo scrivano - 48089 interventi
    Sul fatto che esista una versione hard si può anche dire, per il resto non è tanto il fatto di Damiano, è proprio che è bene si eviti di parlare di hard.
  • Homevideo Digital • 14/06/12 23:48
    Portaborse - 4039 interventi
    Esce in edizione limitata, 999 copie numerate, il 10 settembre, per la Mosaico media.
  • Homevideo Gestarsh99 • 15/06/12 00:30
    Vice capo scrivano - 21546 interventi
    Sarei molto curioso di vederlo questo master Mosaico ma la qualità scadente e soporifera del film mi richiama di dovere al risparmio monetario :(
  • Homevideo Buiomega71 • 15/06/12 03:34
    Consigliere - 26265 interventi
    Sarà mica un riversamento della vhs (piuttosto ricercata) della Video A ?
  • Homevideo Digital • 15/06/12 09:00
    Portaborse - 4039 interventi
    E se utilizzassero il master non eccelso ma dignitosissimo della francese Artus Film? Staremo a vedere, quel che è certo è che sicuramente lo acquisirò, il dvd Mosaico.
    Qui sotto, un immagine catturata dal dvd Artus :

  • Homevideo Xtron • 25/10/12 16:13
    Servizio caffè - 2181 interventi
    Il dvd MOSAICO:
    Audio italiano
    Niente sottotitoli
    Nessun extra
    Durata 1h32m50s
    Formato video 1.77:1 16/9

    Un'immagine dal dvd (si trova al min. 09:05)

    Ultima modifica: 25/10/12 16:38 da Zender
  • Discussione Gestarsh99 • 17/05/19 18:54
    Vice capo scrivano - 21546 interventi
    Lo scassatissimo TRAILER ORIGINALE


    P.S. Grazie per la nuova locandina.
    Ultima modifica: 21/08/21 20:08 da Gestarsh99