Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE WIFE - VIVERE NELL'OMBRA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/10/18 DAL BENEMERITO LOU

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 6/2/19 19:51 - 10733 commenti

Un grande scrittore, addirittura insignito del premio Nobel nasconde un segreto che ne sminuisce enormemente la figura. Ritratto in chiaroscuro di una coppia nella quale emergono le quotidiane miserie di un uomo molto celebrato ed emerge la figura femminile vero perno della coppia. Una sceneggiatura che non offre grandi picchi qualitativi per un film nobilitato dalla straordinaria interpretazione della Close, fatta di parole ma sopratutto di espressioni e gestualità. Sacrificata da un brutto doppiaggio italiano la prova di Pryce.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Daniela 24/1/19 12:21 - 7560 commenti

“Dietro ogni grande uomo c'è sempre una grande donna", recita un celebre aforisma attribuito a Virginia Woolf. E se invece ci fosse una grande donna dietro un piccolo uomo? E' quel che ci viene mostrato in questo film che racconta il viaggio a Stoccolma di una coppia apparentemente affiatata in occasione della consegna del Nobel per la letteratura a lui, romanziere di successo avanti con gli anni ma ancora con qualche grillo nei pantaloni. Non tutto convince, ma a metterci una bella pezza ci pensano due maiuscole prove attoriali, con Pryce non da meno della giustamente lodata Close.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rambo90 9/10/18 23:01 - 5480 commenti

Trascinato dall'intensa performance di Glenn Close, il film scorre su binari lineari e prevedibili ma sa come agganciare lo spettatore con la profondità dei personaggi e fa sentire davvero vivo il dramma della protagonista a cui il marito ruba la creatività e i conseguenti meriti. Pryce più di routine, superato forse anche da uno Slater chiacchierone infido. Regia lenta ma che non indugia mai più del dovuto sulle singole scene. Buono.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Lou 6/10/18 16:56 - 759 commenti

La moglie ghost writer del marito scrittore, un caso che coinvolge niente di meno che un premio Nobel per la letteratura negli Anni Novanta, coi i nodi che vengono al pettine proprio in occasione della premiazione a Stoccolma. Il regista svedese Runge mette in scena una rappresentazione plateale e altamente inverosimile, formalmente curata ma priva di ritmo e poco convincente. La Close come sempre enigmatica e inquietante.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Caveman 22/1/19 18:22 - 105 commenti

1992: scrittore americano pronto a ricevere il Nobel per la letteratura nasconde un incredibile segreto che lo lega a doppio filo alla moglie. Bel film che narra le vicende familiari e pubbliche di uno scrittore poi forse non così geniale. Bravissima come sempre Glenn Close, vera protagonista della vicenda, mentre Pryce è una buona spalla. La storia regge bene fino al finale. Fotografia algida di una Stoccolma gelida che ben rappresenta anche gli stati d'animo dei personaggi. Arrivista come pochi il personaggio di Slater.
I gusti di Caveman (Commedia - Giallo - Horror)