DISCUSSIONE GENERALE di The mist (2007)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Rebis • 16/06/10 12:59
    Compilatore d’emergenza - 4334 interventi
    Dice Daniela nel commento che per lei il film vale 2 e mezzo (pallini, immagino): a rigore il suo indicatore dovrebbe segnare = rispetto al Davinotti, invece la freccia indica verso il basso...
  • Funesto • 16/06/10 13:22
    Fotocopista - 1417 interventi
    Sicuramente saranno due PALLINI e mezzo, perchè dice che il film è dignitoso. Se fosse il voto 2,5 avrebbe definito il film una schifezza!
  • Zender • 16/06/10 14:29
    Pianificazione e progetti - 45975 interventi
    Sì, avrà sbagliato a scrivere. Trasformato in uguale.
  • Kanon • 2/11/12 18:55
    Fotocopista - 825 interventi
    L'angelo sterminatore giunse dal più alto dei cieli guidato dal signore delle mosche.
  • Buiomega71 • 19/01/13 10:56
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Era da tempo che le mie coronarie non sobbalzavano così impunemente davanti allo schermo della tv.

    Era da tempo che non andavo in fibrillazione per tutta la durata di un film (e 121 minuti non sono mica bruscolette).

    The Mist e uno dei fantahorror più feroci, spietati e angosciosi degli ultimi dieci anni, con un finale raggelante e crudelmente beffardo, che metto sullo stesso piano di quello della Promessa di Sean Penn.

    Darabont si riconferma regista assoluto e immenso, capace di coinvolgerti e non mollarti più, nemmeno per un nano secondo.

    Inizia citando Poltergeist (l'immenso albero che sfonda la finestra di casa Dreyton, dopo l'uragano alla Mago di Oz). Poi sciorina (con intelligenza e arguzia) le tematiche romeriane/carpenteriane, inaffiandole con spruzzate alla James Cameron e orrori viscerali alla Stuart Gordon, per chiudere con un colpo di fucile che arriva dritto allo stomaco.

    In mezzo la follia umana galoppante, tra invasate pazzoide bigotte alla Charles Manson (o alla mamma di Carrie White) dove manco i mostruosi tafani alieni vogliono avere a che fare (vedere la scena quando il moscone extraterrestre le si appoggia sul petto).

    Chi si suicida , chi viene avvolto dalle fiamme, chi tenta l'ultima sortita in un mondo divenuto plumbeo e senza speranza (non per nulla Darabont voleva girare il film in B/N)

    Zeppo di momenti da antologia (il mostro tentacolato alla serranda, le zanzarone che si appoggiano sulle vetrate, il raid in farmacia, il tiro alla fune con i mostri, la ragazza punta dai mosconi alieni che va in schock anafilattico gonfiandosi come un pallone, la fanatica signorina Carmody che sbraita sacrifici umani per placare l'ira di Dio, il soldato inquisito, accoltellato e poi sacrificato, l'emblematico gigantesco mostro nel finale), sino a...

    ATTENZIONE SPOILER

    Quando Toby Jones spara alla fanatica Gay Harden come se fosse uno zombi romeriano, scatta applauso e tifo da stadio!

    FINE SPOILER

    Questo e davvero GRAN CINEMA, che sembra uscito direttamente dagli anni 80, dove Darabont fà un operazione simile a quella di Bill Friedkin per L'esorcista, cioè trattare gli eventi soprannaturali con inquietante realismo, come se davvero tutto ciò stesse succendo nella realtà, come un reportage dell'orrore.

    A parte qualche effetto in CG parecchio bruttarello (ma si sa, la CG ha fatto più male che bene agli sxf) e sequenze che assomigliano di più a Arachnid che non a Aliens (i ragnazzi schifosissimi e imbozzolatori in farmacia, con corpi che si spatasciano e deformano), Darabont stimola l'encefalo e ci và giù di crudeltà.

    C'è pure una simpatica citazione a Mr. Crocodile Dundee (la gag dei coltelli) e una non poco larvata denuncia alla guerra in Iraq.

    Straodinarie le musiche di Mark Isham (sopratutto nel finale, con la jeep di Jane nella nebbia) e qualche buon effetto splatter del duo Nicotero/Berger.

    La guerra dei mondi di Darabont (molti i punti in comune con quella spielberghiana) mette davvero angoscia, più della nebbia di John Carpenter, con una spietatezza viscerale che lo accosta 30 giorni di buio ma con molto più livore.

    Cit: Quando vorrò un amica come te, mi siederò sul cesso e la cacherò (raffinatezze di una fanatica religiosa)
    Ultima modifica: 19/01/13 14:29 da Buiomega71
  • Zender • 19/01/13 11:00
    Pianificazione e progetti - 45975 interventi
    Anche per me fu una bella scoperta, il film. Finale a parte però, che ricordo mi parve una forzatura non da poco.
  • Buiomega71 • 19/01/13 11:23
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Anche per me fu una bella scoperta, il film. Finale a parte però, che ricordo mi parve una forzatura non da poco.

    Spiazzante, coraggioso e crudele.
  • Galbo • 19/01/13 12:00
    Consigliere massimo - 3920 interventi
    Film molto sottovalutato, trovo che Darabont sia il regista che ha meglio rappresentato Stephen King.
  • Buiomega71 • 19/01/13 13:05
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    Film molto sottovalutato, trovo che Darabont sia il regista che ha meglio rappresentato Stephen King.

    Son d'accordo Galbo. Qui, quello che conta, e la regia di Darabont...Immensa!

    Questo fortifica la mia teoria: non è quello che si racconta, ma come si racconta.
    Ultima modifica: 19/01/13 13:11 da Buiomega71
  • Cotola • 19/01/13 13:15
    Consigliere avanzato - 3738 interventi
    Buio ebbe a dire: non è quello che si racconta, ma come si racconta.

    A mio avviso: parole sante! Condivido al 101%
  • Rebis • 19/01/13 14:29
    Compilatore d’emergenza - 4334 interventi
    Per me tra gli horror più memorabili degli ultimi anni, nonché tra i migliori tratti da King. L'unica nota negativa sono gli effetti speciali ma è anche vero che andrebbe guardato in b/n perché così l'aveva concepito originariamente Darabont (e gli effetti non erano stati ideati per la resa a colori imposta dalla produzione).
  • Buiomega71 • 19/01/13 14:34
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    Per me tra gli horror più memorabili degli ultimi anni, nonché tra i migliori tratti da King. L'unica nota negativa sono gli effetti speciali ma è anche vero che andrebbe guardato in b/n perché così l'aveva concepito originariamente Darabont (e gli effetti non erano stati ideati per la resa a colori imposta dalla produzione).

    Concordo, quelli in CG soprattutto, ma il duo Berger/Nicotero qualche colpo riescono a metterlo a segno (i corpi imbozzolati e deformati, i solchi sanguinolenti della carne strappata a morsi)

    Gran film, non c'è alcun dubbio!
  • Rebis • 19/01/13 19:33
    Compilatore d’emergenza - 4334 interventi
    L'edizione estera contine anche la versione in b/n... Ma potrebbe essere sufficiente ammazzare il colore con il telecomando :)
  • Capannelle • 20/01/13 19:53
    Scrivano - 2867 interventi
    Molti di voi li conosco o li stimo ma.. questo coro di lodi per il film non lo capisco.

    L'ho pure visto due volte e avrei riscritto lo stesso commento.
    Ultima modifica: 20/01/13 19:56 da Capannelle
  • Buiomega71 • 20/01/13 20:00
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Molti di voi li conosco o li stimo ma.. questo coro di lodi per il film non lo capisco.

    L'ho pure visto due volte e avrei riscritto lo stesso commento.


    Ci sono cori di lodi su altri film che io detesto profondamente...

    Nulla da capire, solo questione di gusti personali.

    Per me (e non solo, a quanto leggo) uno dei migliori film dell'ultima decade.
    Ultima modifica: 20/01/13 20:07 da Buiomega71
  • Didda23 • 7/10/13 23:20
    Gestione sicurezza - 5781 interventi
    Caspiterina Buio per una volta sono d'accordo con te. Per farti capire il mio entusiasmo ti dico solo che lo valuterò con il massimo dei voti (peccato che non posso mettere pure la lode). Regia di Darabont strepitosa, dosaggio della tensione perfetto e uno dei finali migliori degli ultimi vent'anni ( siamo dalle parti di un Seven, per intenderci). Mai e poi mai mi sarei aspettato un film del genere. Istant cult.
  • Buiomega71 • 8/10/13 00:56
    Pianificazione e progetti - 24129 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Caspiterina Buio per una volta sono d'accordo con te. Per farti capire il mio entusiasmo ti dico solo che lo valuterò con il massimo dei voti (peccato che non posso mettere pure la lode). Regia di Darabont strepitosa, dosaggio della tensione perfetto e uno dei finali migliori degli ultimi vent'anni ( siamo dalle parti di un Seven, per intenderci). Mai e poi mai mi sarei aspettato un film del genere. Istant cult.

    Bene, mi fa piacere...
  • Galbo • 8/10/13 05:41
    Consigliere massimo - 3920 interventi
    Un ottimo film, Darabont è uno dei registi che ha reso meglio King al cinema.
  • Schramm • 5/06/17 16:31
    Scrivano - 7314 interventi
    intanto, per la gioia di buio, tempo due settimane e ne vedremo anche la serie, che promette grosse differenze sia rispetto al film che al racconto da cui è tratta.

    tutti i particolari di cronaca qui (occhio al font del titolo, ma anche alla foto con quella roba che più lovecraftiana non si può!):

    http://www.fantascienza.com/22094/the-mist-tutto-sulla-nuova-serie-tv-di-stephen-king
  • Capannelle • 3/12/21 19:04
    Scrivano - 2867 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Molti di voi li conosco o li stimo ma.. questo coro di lodi per il film non lo capisco.

    L'ho pure visto due volte e avrei riscritto lo stesso commento.

    Ehm.. solo lo stolto non cambia mai idea.
    Ultima modifica: 4/12/21 07:37 da Zender