LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/12/08 DAL BENEMERITO ZENDER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zender 24/12/08 10:24 - 292 commenti

I gusti di Zender

Un bel documentario di circa un'ora (inframezzato dai passaggi in studio con la Guarnieri che intervista Sanguineti) che ripercorre l'intera storia di Franchi e Ingrassia. Ben condotto, ben costruito, finalmente piuttosto lineare, ha dalla sua le belle testimonianze dei figli dei protagonisti e, anche se non può contare su troppi filmati inediti, riesce comunque a dare un'idea del fenomeno Franchi-Ingrassia attraverso le parole di chi molto li ha amati (Gian e Banfi). Naturalmente si ripercorre anche l'indagine per mafia in cui finì Franchi.

Ciavazzaro 24/12/08 11:09 - 4771 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non male. Buon omaggio ai due mitici comici, con interviste più che interessanti (ottima quella al grande Gian) e ai soliti figli dei due. Interessante l'intervento in studio e il lavoro d'archivio. Da vedere, se ne avrete l'occasione, durante una replica.

Don Masino 25/12/08 11:27 - 63 commenti

I gusti di Don Masino

Per quanto il documentario, introdotto e "seguito" in studio dal critico Tatti Sanguineti e Elena Guarnieri, sia strutturato con intelligenza e sintetizzi correttamente la vita artistica del duo, le solite interviste ai rispettivi figli di Franchi e Ingrassia e le rievocazioni piene di amore di Gian e Banfi non aggiungono granché a ciò che già si è sentito molte volte in televisione. Comunque è un'ora che si guarda con interesse e che serve un po' a tutti per ricordare quanto i due comici siciliani hanno dato al nostro cinema.
MEMORABILE: Franco che risponde, dal set, compostamente e in modo eccessivamente formale quando gli chiedono della sua separazione da Ciccio.

Caesars 26/12/08 20:01 - 3012 commenti

I gusti di Caesars

Interessante documentario che ripercorre la vita dei due comici palermitani attraverso le testimonianze dei loro figli e di attori ad essi molto legati (Lino Banfi e Gian di "Ric e Gian"). Molto di ciò che è detto è noto ai fans del duo, ma comunque merita interessamento perché sincero atto di riconoscimento verso il loro talento - troppo spesso sprecato in pellicole non certo indimenticabili. In studio anche il critico Tatti Sanguineti.

Harrys 19/05/09 12:24 - 683 commenti

I gusti di Harrys

Buon omaggio alla coppia forse più bistrattata del cinema italiano. Questa sorta di documentario, facente parte di una "serie" trasmessa da Rete 4, ripercorre la carriera del duo, soffermandosi spesso sui vari attriti lungo il percorso, che hanno caratterizzato la convivenza. Con una durata maggiore, chissà, poteva uscirne qualcosa di sicuramente più appagante. Commovente la breve intervista a Ciccio durante il funerale di Franco...

Tatti Sanguineti HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 24/12/08 10:25
    Consigliere - 44761 interventi
    Visto ieri e inserito ora. Molto ben costruito, direi.
  • Discussione Geppo • 24/12/08 11:07
    Addetto riparazione hardware - 4236 interventi
    Ciao Zender,
    hai fatto benissimo ad inserirlo. È stato davvero un ottimo special. Ricco di curiosità con tanto di foto inedite.
    Grande rispetto per Gian, ha raccontato aneddoti molto carini con gli occhi lucidi di commozione.
  • Discussione Gugly • 24/12/08 12:21
    Segretario - 4667 interventi
    L'ho intravisto anche io, anche se molto di quello che è stato raccontato lo conoscevo già per via di documentari precedenti e/o libri.
  • Discussione Zender • 25/12/08 11:17
    Consigliere - 44761 interventi
    Ciao Geppo,
    sì, in definitiva uno speciale non indispensabile ma che offre, a chi non conosce la vita del duo, informazioni esaurienti e un quadro d'insieme convincente. Non un qualcosa di forzatamente nostalgico, insomma, ma un riassunto onesto (anche se inevitabilmente un po' indulgente).
    Certamente, come dice Gugly, chi ha già letto e sentito molto della copiia, lo troverà un po' superfluo.