Studio illegale

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Commedia d'ambiente avvocatesco che trova nell'interpretazione di Fabio Volo la sua vera ragion d'essere. Poi certo, anche Ennio Fantastichini si conferma maschera perfetta adatta ad ogni occasione, ma è l'approccio malinconico, spontaneo e sottilmente ironico di Volo a caratterizzare le fasi migliori. Nella sua assoluta "normalità" sta una volta di più la forza antispettacolare del personaggio, che dà il meglio quando può lasciarsi andare ai suoi atteggiamenti mai facilmente incasellabili, a metà tra strafottenza, sincero stupore e disillusione, incarnazione esemplare dei comportamenti d'una intera fetta di mondo giovanile. Proprio per questo come avvocato Volo funziona, e la storia dell'accordo per l'acquisto di una casa farmaceutica...Leggi tutto aggiunge quel sapore d'intrigo da consumarsi in salsa esotica (Dubai) che saprà mantenere ciò che promette, inquinando di fatto la potenzialmente canonica storia d'amore tra lui e l'avvocato della controparte (la francese Zoé Félix): Volo e Fantastichini hanno il compito di acquistare da parte degli arabi, lei e il padrone della casa farmaceutica di vendere trovando il miglior accordo possibile. Intorno a questo il divertente rapporto col collega grassoccio e appena assunto in studio (Nicola Nocella), quello col collega ossessionato dalle donne (Adriano Braidotti) e naturalmente quello con Fantastichini, che gli fa da maestro insegnandogli i trucchi del mestiere (e suggerendogli pure di portarsi a letto l'avvocato della controparte per appianare ogni eventuale dissidia). Il soggetto è ricco di buoni spunti, ma sono sceneggiatura e regia che impediscono al film di decollare, affossandolo e appiattendolo, faticando nell'imprimere il ritmo giusto, cedendo terribilmente nelle scene sentimentali anche per colpa di una Zoé Félix piuttosto insignificante nonostante l'innegabile charme francese. Analizzate singolarmente, molte delle scene risultano godibili, ma malamente appiccicate come sono finiscono col comporre un quadro generale deludente. Azzeccato invece il clima d'ambiguità che domina il finale, con Volo che guarda a sorpresa in macchina prima dei titoli di coda regalandoci attraverso la sua espressione indecifrabile una delle cose migliori del film. Fotografia spenta ma di qualità, che riflette il malcelato grigiore d'animo del protagonista, capace di muovere al sorriso con la semplicità di risposte misurate e spiazzanti.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/02/13 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 9/02/13 14:20 - 3259 commenti

I gusti di Markus

Trasposizione del romanzo omonimo di Baccomo, Studio illegale presenta un felice quanto drammatico incastro di vicende avvocatesche dipinte con cinismo, soldi e freddi affetti, con un sotto-testo moralistico (per certi versi documentaristico). Strabordante la presenza di Fabio Volo che incarna alla perfezione il personaggio a lui affibbiato (per altro tipico di un certo mondo lavorativo, soprattutto milanese), ma anche limite perché tutto ruota attorno al suo carisma e la vicenda in definitiva non risalta. Bella l'ambientazione.

Paulaster 19/06/13 10:00 - 2731 commenti

I gusti di Paulaster

Commedia che cerca di essere sofisticata con un significato di critica alle professioni che si nutrono della sfiducia della gente, che poi ne rimane vittima. Prima parte che si basa sul ritmo, ma ricade nel banale (vedesi le caratterizzazioni in ufficio o la vita privata). Poi vira sul sentimentale e si va di male in peggio, con una conclusione pietosa. Volo si arrangia finché fa il cinico, a Fantastichini gli cuciono dei panni ridicoli, la Blanc ha l’unica particina onesta.
MEMORABILE: In negativo, il balletto alla firma del contratto.

Galbo 8/07/13 15:48 - 11350 commenti

I gusti di Galbo

Fabio Volo è un personaggio simpatico ed eclettico, ma come attore sembra interpreti sempre lo stesso ruolo. In questo film, che vorrebbe essere una commedia caustica che mette alla berlina il cinico mondo degli studi legali, la sceneggiatura non lo aiuta granché e la pellicola assume un andamento macchiettistico che fa pesante ricorso al "mestiere" degli attori per tirarsi fuori dalle secche di una scrittura ampiamente carente (che ricorre peraltro all'escamotage della trasferta estera, a Dubai) una regia senza personalità.

Gabrius79 30/07/13 23:59 - 1186 commenti

I gusti di Gabrius79

Noioso, sfilacciato e poco coinvolgente film in cui prevale lo sbadiglio. Dispiace vedere sprecati attori come Fantastichini, la Blanc e la Barzizza, ma la trama offre ben poco e anche Fabio Volo non convince. Alcuni momenti trash non fanno che rendere il tutto molto banale. Bella la fotografia... e basta.

Blutarsky 1/11/13 19:07 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Alcuni film vengono cuciti sull'appeal commerciale di un attore lasciando un po' in secondo piano la sceneggiatura cannibalizzata dalla performance del protagonista; è il caso di questa storia d'amore ambientata in un mondo avvocatizio cinico e grottesco (con look alla Mad Men), in cui Fabio Volo avvocato senza scrupoli metterà in discussione se stesso per amore. Buona confezione, prove attoriali convincenti e alcuni momenti riusciti, nel complesso un film senza infamia e senza lode; si lascia vedere ma si dimentica in fretta.

Nando 25/03/14 09:48 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Commedia ambientata nel mondo giurisprudenziale in cui si evidenzia il cinismo di certe figure professionali davanti al raggiungimento dello scopo. Le vicende lavorative s'intrecciano con lo scontato coinvolgimento sentimentale. Ritmo blando e sviluppo narrativo abbastanza scontato, nonostante il dubbio finale. Volo e Fantastichini di discreto mestiere mentre la Félix, bellezza a parte, incide poco.

Mco 5/10/16 23:20 - 2139 commenti

I gusti di Mco

A fine visione rimane in bocca un sapore agrodolce, in linea con le fragranze offerte per un'oretta e mezza da questa commedia. I passaggi dal blog al romanzo (di Federico Baccomo) si avvertono forti anche su grande schermo. Si (sor)ride ma soprattutto si riflette. E non poco. Il tempo passa troppo in fretta per poterlo spendere tutto quanto in un ufficio, ferie e fine settimana compresi. La Félix, deliziosa, ha il compito di farlo capire a Fabio Volo, avvocato tutto apparenza e omologazione. Ottimo Nocella nella parte del neoassunto.
MEMORABILE: Lo sguardo di Fabio Volo nel frame finale.

Muttl19741 8/01/19 06:56 - 103 commenti

I gusti di Muttl19741

Commedia piacevole con punti di forza nella recitazione degli attori (tutti non scontati e all'altezza) e in una fotografia onirica, che immortala ambienti irreali in cui persino Milano diventa un asettico non luogo. Grandi interni perlopiù deserti e ampi spazi esterni in cui prende forma una storia ambigua, divertente e intrigante, ben sceneggiata. Ottima conferma di Riccioni dopo il suo film di esordio.

Manfrin 22/05/20 11:36 - 324 commenti

I gusti di Manfrin

Insipido e non particolarmente interessante, si trascina stancamente anche a causa di una scialba regia. Volo cerca di limitare i danni ma il tutto è piuttosto noioso e prevedibile. Fantastichini appare quasi esagerato nel cinismo e nell'antipatia risultando anche poco credibile per l'inadeguatezza di uno studio legale di tale livello. Interessante e documentaristica la locationa araba a Dubai.

Gugly 3/07/20 23:00 - 1015 commenti

I gusti di Gugly

Versione molto annacquata del rampantismo meneghino applicata ai grandi studi legali. Il ritmo è troppo blando  (forse non era l'intento principale della regia?)  e restano un protagonista con una simpatica faccia da schiaffi, Nocella "protagonista morale" simpatico imbranato (fino a un certo punto) e una fotografia dai colori sgranati: la Milano da bere si è annacquata, hai voglia a sorridere e raccontare barzellette.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mco • 18/06/13 12:11
    Scrivano - 9659 interventi
    In DVD dal 19 Giugno 2013 per Warner Home Video.
  • Discussione Samuel1979 • 21/01/14 06:58
    Call center Davinotti - 2915 interventi
    Al minuto 16:03 circa, Fabio Volo assiste alla partita Palermo - Inter del 20/03/2010, terminata 1-1
  • Musiche Samuel1979 • 13/08/17 10:08
    Call center Davinotti - 2915 interventi
    Nei titoli di testa viene trasmesso il brani di Ike & Tina Turner "Nutbush City Limits"
    Ultima modifica: 13/08/17 10:09 da Samuel1979