LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/09/14 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 27/09/14 01:23 - 4630 commenti

I gusti di Puppigallo

Cosa vuol dire far parte di un club esclusivo? In questo caso, oltre a permettere a chi ha questo “onore” di sentirsi al di sopra di tutto e di tutti, dà anche la possibilità di cascare più o meno sempre in piedi (nulla è troppo per chi è sotto una potente ala protettiva). A tratti quasi disturbante, per la pochezza che si cela dietro a tanta ricercatezza e finta eleganza, questa pellicola offre un deprimente spaccato di quella che dovrebbe rappresentare l’elite dell’umana specie e che, molto probabilmente, la rappresenterà davvero (vigliacchi, traditori e violenti). Nel suo genere, riuscito.
MEMORABILE: La serafica calma e pazienza che il proprietario del locale sfoggia mentre viene umiliato verbalmente e col denaro; "Forse serviva qualcosa di nuovo".

Digital 20/01/15 19:25 - 1153 commenti

I gusti di Digital

Posh non è né il primo né il miglior film che ci introduce nel mondo degli arroganti figli di papà dai lauti conti in banca che si divertono a fare gli idioti per ammazzare il tempo. Si fa apprezzare maggiormente nella prima parte, quella più orientata a presentare i personaggi, mentre nella seconda risulta piuttosto pedante, ripetitivo e tutto sommato prevedibile nell'epilogo. Gli attori fanno a gara per meritarsi la palma di migliore faccia da schiaffi e perciò assolvono perfettamente al compito loro assegnatogli. Quasi potabile.

Corinne 26/01/15 20:47 - 408 commenti

I gusti di Corinne

L'idea e il messaggio sono banali e alquanto prevedibili, ma la realizzazione è efficace. I dieci "posh" del titolo, convinti che tutto gli sia dovuto, arroganti e viziati come pochi, risultano davvero antipatici e odiosi e quando perdono il controllo l'effetto è disturbante e fa venir voglia di prenderli a pugni. Peccato per il finale affrettato: un quarto d'ora di più per descrivere il post bravata e le varie reazioni non sarebbe stato di troppo...
MEMORABILE: La cena al pub.

Belfagor 10/04/15 10:37 - 2640 commenti

I gusti di Belfagor

L'introduzione dei personaggi è troppo diluita e ripetitiva, ma la lunga parte dedicata alla cena è terribilmente efficace nel mostrare, in modo quasi sadiano, l'empietà che si nasconde dietro il sottile velo di ricchezza e prestigio. La cosiddetta élite accademica (e, in futuro, sociale) è ben rappresentata da una decina di giovinetti dalle facce pulite e arroganti fino al midollo. Purtroppo l'epilogo è molto affrettato e non permette di sviluppare a sufficienza le varie conseguenze delle loro azioni. Ad ogni modo, riuscito e inquietante.
MEMORABILE: Tutta la cena al pub, tra la compostezza del proprietario e la sfacciataggine del club.

Galbo 30/06/17 06:22 - 11644 commenti

I gusti di Galbo

Una cruda (e in apparenza senza speranza) rappresentazione delle classi privilegiate e delle elite destinate a reggere le sorti del mondo. Gli autori ce ne forniscono un quadro drammaticamente impietoso e si spera non troppo realistico. I personaggi sono ben caratterizzati, ma la parte iniziale è eccessivamente diluita e troppo descrittiva. Complice una buona performance degli attori e una regia efficace, la tensione in crescendo culmina in una seconda parte davvero efficace e disperatamente cinica che tradisce l'origine teatrale del testo.

Ira72 7/10/18 19:49 - 1068 commenti

I gusti di Ira72

Emblematica la scena in cui i rampolli decidono di abbandonare l’Aston Martin, perché si fa prima a comprarne una nuova che a ripulirla dal vomito di uno di loro. Ed è su questo filone che si dipana l’intero film, i cui protagonisti (Claflin, Booth e Irons su tutti) sono ben ritagliati nel ruolo di cinici, rabbiosi e ricchissimi Oxfordiani, membri di uno dei più antichi Club blasonati inglesi dove, sostanzialmente, si beve e si beve ancora. Ciò nonostante, Posh non è ripetitivo. Al contrario, si fa ben guardare e scorre bene. Un buon lavoro.

Piero68 17/10/18 08:44 - 2836 commenti

I gusti di Piero68

Un film si giudica soprattutto per la qualità. E francamente di qualità in questo prodotto se ne vede poca. A cominciare dalla sceneggiatura, che si limita al basic e non osa mai davvero, riproponendo bene o male sempre gli stessi discorsi insulsi. A questo si aggiunge una regia non proprio illuminata e per finire un parco attori di bellocci spesso inespressivi. Bisogna aspettare il quarto d'ora finale per uscire da un torpore che annoia per quasi tutta la durata. E per il resto del film il leit-motiv è sempre lo stesso: "Io so io e voi...".

Muttl19741 18/03/21 00:28 - 129 commenti

I gusti di Muttl19741

Non importa la gravità delle nefandezze che tu possa aver commesso: se sei ricco sfondato cadrai in un modo o nell'altro sempre in piedi. Thriller con un ottimo gruppo di attori britannici, ambientato in una sontuosa Oxford. La storia ha qualche buono spunto, è ben recitata, ma la messa in scena non convince sempre, risulta nel finale frettolosa e artificiosa. Nel complesso si assiste comunque a un film non certo memorabile ma che non lascia indifferenti. Buona la colonna sonora.

Sam Claflin HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.