No good deed - Inganni svelati - Film (2002)

No good deed - Inganni svelati

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/02/11 DAL BENEMERITO JANDILEIDA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jandileida 28/02/11 20:41 - 1458 commenti

I gusti di Jandileida

Che Milla Jovovich sia una splendida creatura capace, con la sua sola presenza, di sbriciolare anche il granitico ateismo di Bakunin è fuor di dubbio. Ciò non basta però per rendere un film degno di questo nome: questa insulsa pellicola senza né capo né coda ne è la conferma. Rafelson gira uno pseudo-thriller tutto incentrato su una irreale rapina in banca e su un caso di sindrome di Stoccolma al contrario. O almeno è questo quello che si capisce nella confusione e nella raffazzonatezza della storia. Jackson è nullo, gli altri insensate macchiette.

Ishiwara 4/06/11 19:44 - 214 commenti

I gusti di Ishiwara

Visti i tre attori principali ci si poteva aspettare qualcosa di meglio. La sceneggiatura è abbastanza confusa, per non parlare della caratterizzazione dei personaggi decisamente risibili. Jackson e la Jovovich piuttosto opachi, Skarsgård pare che dorma. Il maggior difetto è comunque una confezione di stampo televisivo con una regia piatta e musiche tristi, nonostante i due protagonisti suonino violoncello e piano. Unico successo per la produzione aver convinto gli attori ad accettare le parti: come abbiano fatto rimane un mistero. Spazzatura.
MEMORABILE: Il vecchio che si suicida con una mano che palesemente non è la sua.

Galbo 14/12/11 15:46 - 12065 commenti

I gusti di Galbo

Da un racconto di Dashiell Hammett, Bob Rafelson, regista dal glorioso passato, dirige uno scialbo thriller che nemmeno interpreti di buon livello come Samuel L. Jackson e Stellan Skarsgård riescono a sollevare dalla mediocrità assoluta. Una sceneggiatura "raffazzonata" e una regia piuttosto incolore sono i limiti più evidenti di un film che si dimentica in fretta.

Il ferrini 3/08/22 00:37 - 2060 commenti

I gusti di Il ferrini

Thriller popolato da personaggi davvero bizzarri, come spesso accade con Rafelson. Samuel L. Jackson, per una volta buono, si ritrova ostaggio di una sconclusionata banda di rapinatori capeggiata dal viscido Skarsgård, ma è soprattutto con la Jovovich che instaurerà un rapporto pericoloso (notevole la scena del violoncello). Nonostante qualche forzatura di troppo la vicenda si lascia seguire con interesse fino all'epilogo. Visti i nomi in ballo era lecito attendersi di più, ma qualche buon momento c'è.

Stellan Skarsgård HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.