Nausicaa della valle del vento

Media utenti
Titolo originale: Kaze no tani no Naushika
Anno: 1984
Genere: animazione (colore)
Cast: (animazione)
Note: Aka "Warriors of the Wind" o "Kaze no tani no Nausicaa". Basato sui primi sedici capitoli del manga omonimo, scritto e illustrato dallo stesso Hayao Miyazaki, oubblicato sulla rivista Animage a partire dal 1982.
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/01/08 DAL BENEMERITO ALMAYER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Almayer 29/01/08 14:14 - 169 commenti

I gusti di Almayer

Altro capolavoro di animazione del maestro giapponese. Ambientato in un mondo futuro distrutto dalla guerra, ha molti punti in comune con la serie Conan - Il Ragazzo del futuro, dello stesso regista, ma è molto più politico del successivo Porco Rosso. In Nausicaa è ben presente tutta la filosofia di Miyazaki: gli uomini possono vivere in pace nel mondo solo se cominciano a trattare la terra e gli animali con rispetto. Disegni fantastici, bellissima colonna sonora, molto cruento (non è propriamente per bambini): assolutamente da vedere.

Deepred89 20/10/08 23:43 - 3311 commenti

I gusti di Deepred89

Secondo lungometraggio di Miyazaki, che anticipa praticamente tutti i temi fondamentali del suo cinema successivo. Bei disegni, molte ottime sequenze e vari personaggi memorabili (in primis la protagonista, della quale colpisce, tra le tante cose, un abbigliamento insolitamente succinto); ma i vari elementi non riescono ad amalgamarsi alla perfezione e il film finisce così per mancare di scorrevolezza. Colonna sonora, se si escludono un paio di ottimi temi, non memorabile. Mediocre il doppiaggio italiano.

Galbo 6/11/08 05:43 - 11452 commenti

I gusti di Galbo

Secondo lungometraggio di Hayao Miyazaki, è anche uno dei suoi più riusciti artisticamente. Come sempre nel grande artista giapponese, il nucleo centrale è costituito dall'equilibrata combinazione tra la forza e l'efficacia narrativa (la sopravvivenza in un futuro post-apocalittico, con l'umanità sopraffatta da una giungla tossica) e la poesia e bellezza del tratto grafico con sfondi particolarmente curati e l'ampia varietà cromatica adoperata.Colpisce la forte impronta ambientalista ed ecologista della storia.

Capannelle 19/04/10 09:06 - 3745 commenti

I gusti di Capannelle

Molti temi cari al regista giapponese (l'antimilitarismo, l'indomita ragazzina, il rapporto con la natura) e una personalità già buona nel disegnare i caratteri ma queste qualità verranno messe a punto meglio nei successivi lavori di Miyazaki. Storia non banale, in alcuni momenti direi anche troppo e brutto doppiaggio italiano (un problema che si ripresenterà anche in seguito, ma in questo film la scelta delle voci è da denuncia).

Pigro 12/01/11 09:03 - 7914 commenti

I gusti di Pigro

Splendido affresco epico-poetico postatomico per raccontare la violenza dell'uomo sulla terra e per lanciare un esplicito messaggio ambientalista e pacifista. Infatti è la necessità della convivenza con le forze apparentemente mostruose e distruttive della natura (spore infette, mostri rabbiosi) il senso ultimo di una storia che Miyazaki racconta con straordinaria capacità narrativa, alternando la delicatezza di scene liriche e la potenza di spaventosi conflitti, e in un tripudio di evocazioni visive di grande fascino.

Cotola 27/10/13 10:48 - 7630 commenti

I gusti di Cotola

Il secondo film di Miyazaki mette già in luce le sue caratteristiche tipiche: a partire dal tratto, per poi proseguire con temi e personaggi che troveremo spesso nel suo cinema (senza però essere mai ripetitivo). Anche in questo caso la qualità c’è, ma si capisce anche che siamo solo alle prove generali dei futuri capolavori. La pellicola è comunque interessante ed abbastanza avvincente nella trama anche se mancano un po’ di magie e sorprese, sia sul versante narrativo che su quello tecnico, che vedremo svariate volte nei lavori successivi.

Taglietti 7/07/13 17:19 - 51 commenti

I gusti di Taglietti

Tratta dall’omonimo stupendo manga sempre di Miyazaki. La storia si svolge in un mondo post apocalittico dove la natura ha ripreso forza, a danno dell’uomo, attraverso un’impenetrabile giungla tossica, protetta da insetti giganteschi. Avventura, mistero e azione, con la solita predilezione dell’autore per le scene d’azione in volo. Favola ecologista di grande impatto visivo ed emotivo, non unicamente pensata per bambini. Bellissimo.

Xamini 14/10/15 10:15 - 1026 commenti

I gusti di Xamini

Uno dei primi lavori per schermo di Miyazaki è in realtà la riduzione di un suo manga, più complesso e articolato. L'operazione funziona molto bene e non manca di produrre quella magia tipica che emana dalle sue opere (anche se qui, in forma ancora embrionale). Nausicaa della valle del vento riesce comunque a essere già una storia tonda, in cui i personaggi sono umanità severe, non macchiettistiche e a limite incarnano virtù e soprattutto debolezze umane. I temi portanti del maestro sono qui intrisi di un fascino epico e l'unico appunto che mi sento di muovere riguarda l'approccio un po' didascalico nel commentare, per bocca della protagonista, quel che accade. Sarebbe stato preferibile il silenzio.
MEMORABILE: Finale a parte, le fasi di volo sul bellissimo "gabbiano", il modo in cui acquieta Teto e gli Ohmu.

124c 22/12/15 13:04 - 2779 commenti

I gusti di 124c

L'epica storia di Nausicaa, dolce principessa del futuro, che mette fine a una terribile invesione d'insetti giganti e a una cruenta guerra con la sola forza dell'amore e del sacrificio. I temi ambientalistici e le invettive contro la guerra cari al regista Hayao Miyazaki (come anche la sua passione per gli alianti e gli aerei) sono incarnate nella protagonista che ci conquista fin dalle prime scene. Capolavoro poetico degli anni '80 che conserva il suo fascino e la sua sua bellezza intatti; un grido di pace da imparare e mettere in pratica.

Emil 13/03/18 07:45 - 22 commenti

I gusti di Emil

Tra le opere di Miyazaki, forse quella dall'ambientazione migliore, capace di far desiderare una serie animata che ci immerga in ulteriori paesaggi alieni e bellissimi. Non manca il messaggio ambientalista, forse meno tenero data l'entità del pericolo - mostruosi insetti - ma comunque portato con gran dolcezza e sensibilità. Protagonista solare e tenace, ma appena più irritante rispetto alle future eroine del regista (colpa forse del doppiaggio italiano). Notevoli alcune scene orrorifiche che sembrano anticipare Akira.
MEMORABILE: La foresta tossica; Il guerriero invincibile; Le prodezze combattive di Lord Yupa.

Daniela 7/04/20 12:16 - 9651 commenti

I gusti di Daniela

Mille anni dopo una catastrofe nucleare, la superficie del pianeta è invasa da una foresta tossica popolato da giganteschi insetti mutanti. Al contrario degli altri sopravvissuti, Nausica cerca di scoprire il mondo per convivere con questa natura apparentemente tanto ostile... Fiaba dalla trama complessa in cui, come accade in altri capolavori del regista, è una fanciulla coraggiosa a farsi motore di un positivo cambiamento. Una straordinaria fantasia grafica anima creature, macchinari ed ambientazioni, trovando nelle musiche di Joe Hisaishi il suo complemento ideale: meraviglia e poesia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.