Max et la doctoresse - Corto (1914)

Max et la doctoresse
Media utenti
Titolo originale: Max et la doctoresse
Anno: 1914
Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Regia: Max Linder
Note: In italiano "Max e la dottoressa".

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/01/23 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 25/01/23 23:09 - 5561 commenti

I gusti di B. Legnani

Max si innamora della dottoressa che professa nel suo condominio. Si fa visitare e da lì nasce la vicenda che poi li vedrà genitori. Agile cortometraggio (oltre dodici minuti), nel quale conta più la trama (con i problemi di un marito sposato a chi svolge un lavoro/missione, oltre alla successiva gelosia) che la singola gag, se si esclude la spettacolare reazione di Max quando per la terza volta sarebbe obbligato a... non consumare. Un lavoro non di spicco, ma gradevole nella sua completezza.
MEMORABILE: La citata reazione di Max, alla prima notte di nozze.

Caesars 27/01/23 17:44 - 3821 commenti

I gusti di Caesars

Certamente non tra i migliori Linder, ma comunque abbastanza gradevole anche se, forse, un po' troppo lungo (circa 12'). Ci sono alcune gag notevoli, prima su tutte la reazione di Max all'ennesimo ingresso del maggiordomo nella stanza nuziale, che alzano il livello di un'opera che trova il suo punto debole quando il protagonista non è in scena. Comunque la trama è discretamente a articolata e il corto merita la visione; soprattutto da parte di chi è estimatore di Linder.

Pigro 30/01/23 11:14 - 9767 commenti

I gusti di Pigro

È dura sposare un’impegnatissima dottoressa: lo scopre Max fin dalla prima notte di nozze, ma già l’anno successivo, come ci mostra il finale, troverà una soluzione. Proprio la conclusione è un po’ misera rispetto al resto del cortometraggio, piuttosto spiritoso, non solo per gli andirivieni della consorte dal talamo nuziale al capezzale dei pazienti, ma anche all’inizio nel divertente primo abbordaggio in ambulatorio. Una pellicola comunque fresca, con discreto brio e una brillante performance di Linder.

Pinhead80 16/05/24 10:45 - 4877 commenti

I gusti di Pinhead80

Max s'innamora della dottoressa del proprio condominio. Dopo un corteggiamento serrato riuscirà a conquistarla e a portarla all'altare. Consumare la prima notte di nozze però si rivelerà più arduo del previsto. Cortometraggio molto divertente che vede Max all'opera in quello che sa fare meglio in assoluto, ovvero sedurre le donne per poi finire per esserne molto geloso. Le scene migliori sono quelle che lo vedono frustrato dall'arrivo del maggiordomo che comunica alla moglie di dover assentarsi per delle urgenze e il gran finale in sala d'attesa. Un'opera briosa e interessante.

Lucy d'Orbel HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Max vittima della chinaSpazio vuotoLocandina Les vacances de MaxSpazio vuotoLocandina Max a peur de l'eauSpazio vuotoLocandina Le roman de Max
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.