Lion

Media utenti
Titolo originale: Lion
Anno: 1896
Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Cast: (n.d.)
Note: Catalogo Lumière 54. Aka "Lions, Jardin zoologique, Londres". In Italiano: "Leone". Aka "Lions, Jardin zoologique, Londres".

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/07/15 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 23/07/15 22:25 - 5172 commenti

I gusti di B. Legnani

Nella sua puntata Oltremanica, Alexandre Promio va anche allo Zoo di Londra, per immortalare un leone oltre che Tigri e Pellicani). Si finisce, però, più con l'osservare il guardiano che, a beneficio dell'operatore, getta del cibo alla belva. Sorprende l'occhio di oggi il fatto che le misure di sicurezza appaiono minime, dato che il leone brandisce la zampa al di là dell'unica inferriata. Inquadratura non felice, tesa a evidenziare il corpo del leone e non a far capire bene la dinamica delle azioni.

Pinhead80 6/06/16 17:56 - 4283 commenti

I gusti di Pinhead80

Siamo allo zoo di Londra ma potremmo essere ovunque, vista l'assenza all'interno dell'opera di elementi che ce lo possano dimostrare. Un guardiano dà da mangiare a un leone un po' troppo libero di allungare le zampe all'esterno della gabbia. La cosa curiosa è proprio questa, visto che di per sé il cortometraggio è poca cosa. Sembra un lavoro girato in fretta e furia senza cura dei particolari e tantomeno delle riprese.

Pigro 29/11/17 11:40 - 8754 commenti

I gusti di Pigro

Non diversamente dalle tigri, anche qui Promio decide di riprendere il re della foresta nel giardino zoologico di Londra, aiutato da un intraprendente guardiano che si mette a stuzzicare il bestione per portarlo in favor di cinepresa e dare un po’ di azione alla pellicola. Quindi, il film non ha un protagonista ma due: l’animale e l’uomo, che ovviamente impalla spesso e volentieri il soggetto principale. Ma, come nell’altra pellicola, visto con gli occhi di allora l’effetto è diverso, e alla fine il corto ha una sua ragion d’essere.

Galbo 13/01/18 21:39 - 11852 commenti

I gusti di Galbo

Dopo le tigri, nello stesso giardino zoologico, Alexandre Promio riprende un leone che viene in qualche modo provocato da una guardia dello stesso zoo. Il custode però tende ad occupare un po' troppo la scena, sminuendo in qualche modo proprio il ruolo della belva che nelle intenzioni dell'operatore dovrebbe essere il vero protagonista. Il tema diventa quello dell'interazione uomo-animale, con il secondo forse troppo libero di avvicinarsi al primo. Curioso.

Caesars 2/12/21 11:35 - 3335 commenti

I gusti di Caesars

Non troppo dissimile dal filmato "gemello" avente come protagonisti una bella coppia di tigri. Anche qui il guardiano dello zoo di Londra stuzzica un felino, questa volta un leone, a tutto beneficio dell'operatore. Non troppo interessante, perché la scelta della posizione della macchina da presa non appare molto felice, tanto che la presenza umana diventa spesso assai ingombrante, a discapito del povero leone che allunga disperatamente la zampa fuori dalla sua gabbia.

Alexandre Promio HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.