LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/04/11 DAL BENEMERITO GURU
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Guru 5/04/11 18:15 - 348 commenti

I gusti di Guru

Un film nel quale si mettono a dura prova i sentimenti e il confronto con la vita. Ascoltare se stessi e ascoltare chi ti sta intorno, recuperare i rapporti umani vicini e dimenticati... Il protagonista costretto da una malattia ad un forzato riposo si confronta con se stesso e con ciò che oramai è irrecuperabile. Pian piano prende coscienza del suo io e si appropria della sua esistenza. Una storia ben costruita e ben interpretata. Sergio Rubini recupera una parte delle sue origini e le racconta a modo suo. Molto interessante.

Galbo 30/05/11 16:48 - 11346 commenti

I gusti di Galbo

Uno dei migliori (se non il migliore) film di Rubini come regista. Un percorso di autoanalisi che riguarda il protagonista e che viene svolto da una buona sceneggiatura in modo spietatamente sincero. Alla riuscita del film, un valido contributo è certamente dato dalla bella prova sia del protagonista (un bravissimo Bentivoglio) che del resto del cast (nel quale si segnala l'intensa Giovanna Mezzogiorno).

Luchi78 28/08/12 12:18 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Film intenso e ricco di sentimenti, dove le credenze popolari si fondono con la vita di tutti i giorni, per finire col ritrovare un magico equilibrio più unico che raro. La mano esperta di Rubini dirige con delicatezza, senza mai strafare, riuscendo a bilanciare perfettamente i suoi personaggi e ad inquadrare in modo significativo i loro comportamenti accentuandone alcuni (vedi il ruolo della Mezzogiorno o del divertente Michele Placido). Merita.

Pessoa 19/10/14 02:31 - 1130 commenti

I gusti di Pessoa

Ancora uno splendido film "interiore" e naturalmente pugliese per uno dei migliori autori di cinema italiani in attività. Dal soggetto ai movimenti sicuri della mdp il marchio di Rubini si vede tutto, aiutato da un cast in forma smagliante, nel quale spicca la Mezzogiorno. Michele Placido regala mestiere puro. Begli scorci di una Puglia che va scomparendo, di cui Rubini è un cronista privilegiato. Merita la visione!

Homesick 5/12/14 17:26 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Rubini regista drammatizza laddove Rubini attore sdrammatizza. Il primo - anche screziando di fantastique il prevalente realismo della storia - mette in scena con non indifferente sensibilità il dramma del dolore provocato dalla malattia, dalla lacerazione affettiva e dalla diversità; il secondo, lascia andare i guizzi comici che gli sono propri attraverso il suo personaggio di medico compagnone e umanissimo. Cast eccellente: doveroso unire agli applausi per Bentivoglio, Buy, Mezzogiorno, Melato e Placido quelli per il padre del regista, Mario Rubini, e per gli ospiti speciali Pagni e Orsini.
MEMORABILE: Le emorragie polmonari di Bentivoglio.

Rambo90 11/10/19 17:03 - 6318 commenti

I gusti di Rambo90

Dramma fatto di piccoli avvenimenti, portati in luce dalla malattia del protagonista, un egoista che in qualche modo tornerà a capire anche gli altri. Rubini azzecca il tono, non troppo triste ma nemmeno ironico (tranne qualche venatura affidata all'uso dei dialetti) e i personaggi sono abbozzati piuttosto bene. Cast di prim'ordine, con un ottimo Bentivoglio e un'altrettanto brava Mezzogiorno, mentre la Buy passa inosservata. Non sempre è fluido nella narrazione ma si lascia guardare e porta a qualche riflessione. Buono.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Pessoa • 19/10/14 02:44
    Call center Davinotti - 157 interventi
    Sono forti in questo film i tratti autobiografici di Rubini. La sorella suona davvero il pianoforte (ha composto lei l'unico pezzo classico originale del film) e l'ex moglie Margherita Buy era in quel periodo separata da Rubini e conviveva con un famoso chirurgo, Renato de Angelis, da cui ha avuto anche una figlia. Esattamente come il suo personaggio nel film, dove però la parte dell'ex è interpretata da Bentivoglio.