Epitaph - Follia omicida

Media utenti
Titolo originale: Epitaph
Anno: 1987
Genere: thriller (colore)
Note: Prodotto uscito in Italia solo per il mercato home video
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/11/07 DAL BENEMERITO POL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pol 26/11/07 17:45 - 589 commenti

I gusti di Pol

Mehri si allontana dalla malavita losangelena a lui cara per girare un thriller che, come gli altri suoi film, è l'incarnazione del termine "sciatto". Nonostante tutto però ci sono un paio di elementi che rendono questa pellicola un pelo interessante, come la recitazione sopra le righe della protagonista (una specie di Liz Taylor pazza) e un paio di scene azzeccate (l'omicidio col topo mi pare presa da un nazi-porno). Rimane sempre un film di Mehri, quindi sconsigliato a chi cerca un buon film.
MEMORABILE: Ad un certo punto un uomo ucciso dalla protagonista ritorna in vita tipo zombie. Perchè?!?

Cotola 20/02/08 23:52 - 7690 commenti

I gusti di Cotola

Pellicola di infimo gusto incentrata sulle gesta, si fa per dire, di una donna folle (ninfomane?) che ammazza tutti i maschiacci e i malcapitati che gli capitano a tiro. È difficile commentare un film di tale pressappochismo. Blasfeme le musiche che saccheggiano qua e là il repertorio della classica! L’unico consiglio che posso darvi è di evitarlo come l’ebola!

Undying 1/10/09 02:17 - 3837 commenti

I gusti di Undying

Povero Forrest (Jimmy Williams): la moglie Martha (Delores Nascar) beve come una spugna; la figlia adolescente è in crisi dopo un trasloco; la nonna è invece pacifica ma non si rende conto che Martha è fusa, al punto d'arrivare a uccidere (?!) un imbianchino. Pervaso da un incipiente dose di cattiveria, destinata, mano a mano che il tempo scorre a tramutarsi in annacquata e inoffensiva satira non cercata, né voluta. Ispirato da Nero criminale, evidentemente, Joseph Merhi non ha minimo senso cinematografico e mette assieme una lunga serie di sciocchezze, rese tali dalla cialtroneria d'insieme.
MEMORABILE: Il topo e la pentola arroventata: sequenza forte, ma totalmente inverosimile.

Anthonyvm 20/03/18 19:58 - 2275 commenti

I gusti di Anthonyvm

Terribile horror familiare che parte da un'idea banale (la madre omicida che va tenuta sotto controllo) e la fa evolvere non solo banalmente, ma anche malissimo, tanto da renderlo uno degli horror più soporiferi che esistano. Non bastano poche scene trash per destare l'attenzione dello spettatore, che rimarrà inebetito di fronte a tanta pochezza fino all'ultimo fotogramma. L'unica sequenza degna di nota è la terrificante scena di tortura che vede un topo affamato come strumento di morte, realizzata in modo povero, ma innegabilmente efficace.

Herrkinski 30/11/20 14:50 - 5397 commenti

I gusti di Herrkinski

Curioso detour di Merhi nello psycho-thriller dalle tinte horror che si distingue per un'atmosfera piuttosto morbosa, nonché per la particolare dinamica del narrato che gira attorno a una famiglia impegnata a nascondere le malefatte di una madre alcolista e psicopatica. E' la scusa per alcune scene di violenza abbastanza splatter e per un clima di degrado esasperato dalla casa isolata in cui si svolge il film, figlio dei b-movie low-budget del periodo e non privo di quel fascino da visione notturna delle tv private d'antan. Approssimativo e pauperistico ma non disprezzabile.

Joseph Merhi HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.