Drácula (versione spagnola)

Media utenti
Titolo originale: Drácula
Anno: 1931
Genere: horror (bianco e nero)
Note: Girato sugli stessi set di Dracula versione inglese, ma realizzato con altri attori per la versione spagnola.

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/06/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 15/06/07 14:56 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

La versione spagnola del classico dell'orrore. Valida quanto l'originale, anche se si tratta di un clone. Villar non fa rimpiangere Lugosi e vi è la magnifica interpretazione della Tovar, e nel film si respira un aria più sensuale. Ottima la confezione.

Lovejoy 25/12/07 16:13 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Superiore alla versione con Lugosi per un ritmo più elevato e un'interpretazione meno teatrale dei protagonisti e una regia di Melford più fluida. Villar nel ruolo di Dracula è veramente eccezzionale e in un'ideale classifica dedicata ai Dracula cinematografici sarebbe degno del primo posto a pari merito con Lugosi. Splendido anche il resto del cast.

Harrys 30/07/09 23:31 - 685 commenti

I gusti di Harrys

"The Spanish Dracula" ovvero una vicenda poco nota. Fu girato simultaneamente alla più famosa e fortunata versione di Tod Browning, con diversi attori, ma utilizzando le stesse location. Rispetto al gemello, questo film è più lungo di circa mezz'ora (la parte centrale è piuttosto e oltremodo, dilatata). Ciò contribuisce a smorzare la tensione e il pathos, insieme al non entusiasmante Dracula di Carlo Villar. Colonna sonora inspiegabilmente estromessa dall'edizione in dvd, forse perché in origine fu proiettato così (ma non credo...).

Undying 26/10/09 00:06 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Causa avvento del sonoro l'universalità dei film non era più possibile: motivo per cui talune produzioni pensarono bene di girare, sui medesimi set, versioni differenti (ovvero destinate a mercati esteri) dello stesso film. Così, mentre di giorno era al lavoro Browning, la notte George Melford ne realizzava una versione pressoché identica, solo più limitata nel ritmo (dura infatti mezz'ora in più). C'è da dire che, rispetto al più celebre Dracula, qui la camera da presa non è mai fissa, è più dinamica e la stessa atmosfera macabra è ricostruita talvolta in modo migliore dell'originale.

Von Leppe 4/02/12 19:58 - 1141 commenti

I gusti di Von Leppe

Lo trovo nettamente inferiore alla versione originale di cui è una copia in spagnolo girata in simultanea. Poche cose sono fatte meglio, il resto è anche più statico. L'attore Carlos Villar, con i suoi occhi sbarrati e il sorriso folle, non è paragonabile a Lugosi; anche gli atri attori non li trovo migliori (forse perché ho visto Dracula di Browning molte volte e mi sembrano degli usurpatori). La macchina da presa è più dinamica, ma la scena in cui Dracula-Lugosi scende le scale con la candela è ineguagliabile, come la sua recitazione.
MEMORABILE: La sangre es la vida, senor Renfield.

Pigro 8/04/12 10:28 - 8756 commenti

I gusti di Pigro

Gemello spagnolo del Dracula coevo (girato in contemporanea negli stessi studi), da cui si distingue per un calco maggiore sull’atmosfera horror (silenzi gravidi di tensione, dettagli più espliciti), rendendo leggermente più superficiale (e pesantemente dilatata) la storia che Browning aveva infuso di maggiori sottigliezze. Lo stesso eroe eponimo è più diabolico che inquietante, il servo pazzo (bravo) più esagitato che allucinato. Insomma, sembra la versione b-movie (sia pure sostanzialmente uguale) del racconto di Browning.

Minitina80 13/08/15 09:06 - 2740 commenti

I gusti di Minitina80

Rispetto alla versione inglese appare più curato nei dettagli, sfrutta qualche accorgimento in più e ha movimenti della macchina da presa leggermente più fluidi. Ha un taglio differente, più ammaliante e ammiccante, ma soffre per un minutaggio esagerato che lo rende pesante e insostenibile. Villarías non ha niente di meno di Lugosi, se non il personaggio che questi si è costruito attorno nel tempo.

Rebis 14/04/20 22:41 - 2178 commenti

I gusti di Rebis

La tanto decantata versione spagnola è un film compilativo, con movimenti di macchina appena più dinamici del film di Browning ma un montaggio rozzo, che giustappone grossolanamente le sequenze; logorroico e declamato, sfianca nella durata e riserva più di un momento scult (last but not least, l'impalamento del Nostro). Le smorfie di Villarías più che inadeguate sono francamente imbarazzanti. Gli altri interpreti ci mettono del pathos ma è tutto inutile: l'assenza di Lugosi è un elefante nella stanza.

Anthonyvm 15/01/22 02:24 - 3781 commenti

I gusti di Anthonyvm

Spesso indicato come la versione "migliore" fra le due prodotte back-to-back dalla Universal. In effetti, a parità di scenografie e di fotografia, la regia di Melford è meno teatrale e statica di quella di Browning; inoltre si possono apprezzare un paio di dettagli maggiormente curati (la puntura sul collo, le sbarre della finestra di Renfield piegate). A parte le migliorie tecniche, comunque, il conte del gigione Villarías (superato in overacting dal buffissimo Van Helsing di Arozamena) non può competere col fascino enigmatico di Lugosi. Niente male il Renfield di Rubio. Curioso.
MEMORABILE: Le tre vampire non vengono interrotte da Dracula mentre "attaccano" Renfield; Renfield cattura una mosca davanti ai medici; La rottura dello specchio.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Noncha17 • 28/08/16 01:53
    Magazziniere - 1072 interventi
    C'è da dire che, il Video non è sempre perfetto: in alcuni momenti è intervallato da spezzoni in cui l'immagine è offuscata, zeppa di righe verticali, graffi & spuntinature.

    Ciò, probabilmente, dipende dai tipi di pellicola utilizzati durante il restauro!


    Tali difetti sono visibili nell'immagine n° 2 a questo link: caps-a-holic
    Ultima modifica: 28/08/16 17:28 da Noncha17
  • Discussione Noncha17 • 28/08/16 02:26
    Magazziniere - 1072 interventi
    Se proprio si vuole trovare il pelo nell'uovo, ci sarebbe da aggiungere l'accento acuto sulla prima lettera a > á

    Drácula


    Per il resto, secondo me, va bene così..del resto, è conosciuta come la Spanish Version! ;)
    Ultima modifica: 28/08/16 02:31 da Noncha17
  • Discussione Zender • 28/08/16 07:51
    Pianificazione e progetti - 45721 interventi
    Ma siamo sicuri? Nel senso che nella locandina qui a lato è scritto denza accento (io almeno non lo vedo, sarò cecato).
  • Discussione B. Legnani • 28/08/16 12:05
    Consigliere - 14562 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ma siamo sicuri? Nel senso che nella locandina qui a lato è scritto denza accento (io almeno non lo vedo, sarò cecato).

    Non so se sia importante, ma in spagnolo la a accentata con l'acuto, in un caso del genere, è obbligatoria.
    https://en.wikipedia.org/wiki/Dr%C3%A1cula_(1931_Spanish-language_film)
  • Discussione Zender • 28/08/16 17:01
    Pianificazione e progetti - 45721 interventi
    Immagino di sì. Mi piacerebbe solo vedere una locandina dell'epoca, visto che quella moderna l'ha abolita.
  • Discussione Noncha17 • 28/08/16 17:41
    Magazziniere - 1072 interventi


    Anche nei titoli di testa appare scritto così..



    ..ne deduco che, "da loro", si scriva così!


    P.S.: Vedasi il nome Lucía
    Ultima modifica: 28/08/16 18:00 da Zender
  • Discussione Zender • 28/08/16 17:59
    Pianificazione e progetti - 45721 interventi
    Ottimo, grazie. Modificato.
  • Discussione B. Legnani • 28/08/16 18:50
    Consigliere - 14562 interventi
    In spagnolo l'accento è obbligatorio quando la parola non è piana (cioè non ha l'accento sulla penultima sillaba) e anche in altri casi, sempre per dare certezza di pronuncia al lettore.
    In italiano la cosa fu proposta da Alfredo Panzini, ma non fu accolta. Gli accenti tonici sulle sdrucciole in italiano vengono talora scritti per evitare confusione con vocaboli omografi: càpito (verbo capitare), àncora , condòmini, eccetera.

    http://forum.accademiadellacrusca.it/forum_5/interventi/1076.shtml.html
    Ultima modifica: 28/08/16 18:51 da B. Legnani
  • Discussione Noncha17 • 28/08/16 18:55
    Magazziniere - 1072 interventi
    Per fortuna, dico Io..anche se, a volte, è utile per non confondere chi legge!
  • Discussione B. Legnani • 28/08/16 18:58
    Consigliere - 14562 interventi
    Noncha17 ebbe a dire:
    Per fortuna, dico Io..anche se, a volte, è utile per non confondere chi legge!

    Esatto. Leggere "cèlebre" farebbe un po' ridere. Nel caso di parole equivoche o rare, spesso è utile. Esempio: acribìa.
    Nei titoli, talora si legge Regìa.
    Ultima modifica: 28/08/16 19:08 da B. Legnani