A pugni nudi...

Media utenti
Anno: 1974
Genere: drammatico (colore)
Note: Titolo completo: "A pugni nudi - Per una triste esperienza in un carcere minorile".
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/12/12 DAL BENEMERITO FAUNO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fauno 4/12/12 20:57 - 1918 commenti

I gusti di Fauno

Le componenti di questo film sarebbero buone, ma la presunzione di ingabbiare in 90 minuti una vita di più di 30 anni ne ha fatto un'opera a compartimenti stagni... Peccato, perchè la componente malavitosa è a livello dei migliori poliziotteschi, gli incontri di boxe rendono molto bene l'idea e il melodramma sentimentale non sfocia mai nel patetico. Alla fine rimane la consapevolezza che chi si fa il carcere minorile è marchiato a fuoco, o che per la morale comune chi è sozzo resta tale finché campa. Il film è in ogni modo coinvolgente quanto basta.

Dusso 22/03/15 11:03 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

Si respira un po' di cinema "pasoliniano" in questo film; a parte questo ci sono grosse limitazioni date dalla sceneggiatura (assurdità varie, come l'amico di Pulcrano che cerca di farsi giustizia da solo ecc.) e volendo essere più pignoli da alcuni set (come il ring di pugilato, sempre lo stesso, anche per una finale del titolo italiano). Il resto, compresa la regia, è più che sufficiente; molto bene il protagonista Pulcrano. Stranamente la Benussi non si spoglia.

Lucius 1/04/15 00:38 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

L'incipit degno di nota lascia presagire il seguito di una vita ai limiti, una vita di periferia, quella periferia che dà poche chance per emergere. Un film crudo, duro, spietato, costantemente in bilico tra buona e cattiva sorte con risvolti amari, nella migliore tradizione del poliziottesco italiano. Sorprende Marisa Merlini, completamente calata nella parte di una madre che assiste alla rinascita e alla disfatta del suo amato figlio. Un film drammatico, nel vero senso della parola.

Daidae 27/05/16 02:57 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Di gran lunga superiore a Rocky (almeno per me), diverso dal nostrano Ring di qualche anno dopo, questo "A pugni nudi mescola bene boxe (tra l'altro mi risulta che Pulcrano fosse un vero pugile), tematiche sociali e i classici temi del noir/poliziesco anni 70. Unica pecca: non mi ha troppo convinto una parte poco prima del finale, per il resto tanto di cappello. Ottima la prova degli attori: la Merlini ispiratissima, Pulcrano mostra ottime doti e il resto del cast non è male; c'è pure Di Luia, ovviamente nella parte del cattivo.

Marcolino1 12/06/17 18:58 - 503 commenti

I gusti di Marcolino1

L'idea base era buona: capire le ragioni della scelta di uno sport violento come la boxe e dell'entrata nella criminalità. Purtroppo però, viene imitato molto male il superbo Sciuscià di De Sica e bisognerà attendere Nel cerchio di Minello per trovare un'egregia opera con tematiche simili. Sconsolante anche il resto: un drammone con finte lacrime, attori insipidi, disgrazie ospedaliere e la nuvoletta di Fantozzi sul protagonista (ma Villaggio è un'altra cosa). Dopo una parentesi di simil-ultraviolenza, si scivola nel trash che fa cadere le braccia.
MEMORABILE: Il titolo del film è preso da un libro che non c'entra niente con la vicenda (quindi neanche lo sforzo dell'inventiva); La doccia fatta in mutande.

Alexpi94 3/05/18 02:31 - 186 commenti

I gusti di Alexpi94

Un curioso e intenso drammone anni '70 con protagonista Enzo Pulcrano (bravo e in parte) nel ruolo di un giovane pugile (sport praticato da Pulcrano persino nella vita reale). Pregno di un'atmosfera malsana e con attori abbastanza discreti (molto carina e dosata la Benussi, brava e adatta la Merlini). La pellicola viene arricchita (oltre che dagli innumerevoli risvolti drammatici) persino da musiche (in realtà) molto tristi composte da Franco Bixio che danno al film un ulteriore tocco da "lacrima-movie". Un po' lento ma guardabile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Quidtum • 24/05/13 21:10
    Servizio caffè - 2188 interventi
    Franco Bixio & Vince Tempera - "A pugni nudi" OST Cinevox MDF 33/79 (1974)

    A PUGNI NUDI OST Lp, musica composta da FRANCO BIXIO, diretta da VINCE TEMPERA con il gruppo dei GOBLIN in qualità di session players. Stampa originale italiana su etichetta CINEVOX (MDF 33/79) del 1974. Colonna sonora italiana altamente desiderabile e un capolavoro nel suo genere. A mio parere una delle cinque colonne sonore italiane top di tutti i tempi e l'apice musicale del maestro Vince Tempera. Temi eccezionali splendididamente arrangiati con favolosi beats hip hop / batteria funk / archeggiature disco indimenticabili / congas / attacchi di chitarra wah wah psichedelica / basslines funky / jazz piano ossessivo / sintetizzatori e fender rhodes. Un vero ed inarrivabile esempio del periodo e del suono europeo disco sleazy e blaxploitation in voga a Cinecittà. Alcune assonanze con la colonna sonora di Enrico Simonetti "Amore mio non farmi male" o "La preda", addittivate del Barry White di "Love Unlimited" ma con una venatura più risolutamente funky ed edonistica. Alcune tracce sono presenti nella compilation "Roma violenta la Cinevox si incazza" e in una release unicamente giapponese, "Salon Retro Chic". Strano, esoterico e fetish l'artwork che mostra il tuorlo di un uovo rotto colare attraverso le dita di una mano femminile. L'intera tracklist: WITH BARE FISTS / A FIST IN THE THOUGHT / WHERE THEY REFORM YOU / UNDERWORLD / A HUMAN OUTLOOK / NOBLE IMPULSE / DOG'S HEART / SPLIT SECOND / WITH CLENCHED FISTS / THE HUNT-DOWN / BREAK

    Audioclip

    Ultima modifica: 27/05/13 23:20 da Quidtum
  • Discussione Albstef90 • 9/10/13 20:48
    Galoppino - 3 interventi
    Ciao Fauno, dove sei riuscito a visionare questo film? un saluto
  • Discussione Fauno • 10/10/13 10:03
    Compilatore d’emergenza - 2533 interventi
    Roma. Videoteca del CSC. Se vai alle discussioni di Mania e di Cannibali domani ho più o meno spiegato la trafila burocratica. Chiaro che se sei di Roma la pratica è molto più snella, ma se vieni da fuori devi prenotare le visioni. Ciao. FAUNO.
    Ultima modifica: 11/10/13 21:29 da Fauno
  • Discussione Albstef90 • 11/10/13 08:48
    Galoppino - 3 interventi
    Grazie a te Fauno per la risposta...mi informerò!...un caro saluto e grazie ancora!