FOTO DI SCENA INEDITE DALLA "CASA DALLE FINESTRE CHE RIDONO"

26 giugno 2008

A volte càpita di incontrare chi proprio non t’aspetti. Càpita che attraverso il sito ti scriva chi avresti pagato per incontrare anche solo un anno prima, quando ti arrabattavi su internet a cercare disperatamente dove Avati avesse mai potuto girare quelle magnifiche scene con la chiesa e la trattoria. Ma non è solo questo, no. Il punto è che Cesare Bastelli (aiuto regista storico di Pupi nonché direttore della fotografia in molti suoi film) ha dimostrato di aver conservato dopo tanti anni uno spirito che lo differenzia di molto, dai colleghi “cinematografari” romani, di aver conservato la preziosa attitudine che aveva reso indimenticabili i giorni in cui girava per le campagne emiliane (e non solo) assieme ad Avati e la sua troupe. La disponibilità sempre dimostrata, la sua simpatia e garbatezza hanno fatto sì che il nostro sito abbia potuto giovarsi di informazioni preziose, ci permetteranno di riportare a breve aneddoti e informazioni di raro interesse, per chi ha a cuore il cinema di Avati. Ma basterebbe la presenza di queste splendide foto di scena non ufficiali, scattate casualmente da Cesare durante la realizzazione di La casa dalle finestre che ridono (era il 1976), a testimoniare la sua estrema gentilezza nei nostri confronti. Sono foto di grande effetto (alcune in bianco e nero, altre a colori), capaci da sole di restituire l’atmosfera magica che si doveva respirare durante la realizzazione di quello che resta uno dei più alti esempi del thriller (e non solo) di casa nostra, uno dei film che più ha colpito e continua a colpire chi tra quell’erba e corsi d’acqua ha riconosciuto la forza di set naturali di rara suggestività.

- Si rimanda all'approfondimento sull'inquilino della casa per leggere la storia completa del casolare sul quale vennero disegnate le bocche.

- Si rimanda all'approfondimento sulle location per vedere le foto di oggi relative alle location del film e all'approfondimento su ulteriori location per chi vuole saperne ancora di più.

ARTICOLO INSERITO DAL BENEMERITO ZENDER




 

Articoli simili

commenti (0)

RISULTATI: DI 0