Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE COSE CHE VERRANNO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/4/17 DAL BENEMERITO MYVINCENT

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 26/1/20 21:02 - 8607 commenti

Insegnante di filosofia con figli già grandi attraversa un periodo difficile fra l'abbandono del marito dopo 25 anni di matrimonio e la morte dell'anziana madre... Ordinari drammi sentimental-familiari attenuati dal fatto che tutto si svolge in un clima di intellettuali alto-borghesi senza preoccupazioni materiali a far da zavorra, a parte un gatto ereditato da accasare. Film che trova nella solita Huppert algida e determinata l'interprete ideale ma, come lei, può conquistare la nostra ammirazione ma non suscita empatia, cosa che invece, in una storia di questo tipo, avrebbe giovato.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Saintgifts 3/6/17 20:26 - 4099 commenti

Nathalie insegna filosofia, è una donna di mezza età ancora fascinosa (personaggio perfetto per la Huppert) e che ha anche una famiglia. All'improvviso la sua vita viene scombussolata. Nessuna impronta tragica, tutto avviene civilmente come si addice a persone evolute e che hanno letto un sacco di libri. Leggere pensieri altrui è un conto, vivere è un'altra cosa: sembra questa la riflessione che il vuol suggerire, oltre a un raffronto tra generazioni che sottilmente, ma senza cercare compromessi, fa capire la filosofia di ciò che verrà.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Giùan 26/10/19 12:17 - 2724 commenti

Gioca severamente a suo svantaggio il fatto di apparire tanto surrettizio a Rohmer, filtrato peraltro da Assayas, da divenire nel ricordo cinematografico piuttosto diafano se non invisibile. La "femminilità" della Hansen-Love, che dovrebbe smarcare o comunque caratterizzare il film, finisce per essere in effetti impalpabile, pur se la Huppert la "conforta" dando al personaggio la consueta densità e connotandola di una ragguardevole uggia intellettuale. Vetustino l'aggiornamento del conflitto "natura/cultura" con l'ex studente, asciutto il cast a corredo.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 25/4/17 8:18 - 2398 commenti

Momento magico per Isabelle Huppert che si rivela attrice sensibile e sfaccettata, qui nel difficile ruolo di insegnante di filosofia alle prese con tutte le difficoltà che la vita spesso sbatte in faccia senza sconti. Il film ha una piega decisamente intellettuale ma senza essere capzioso e ha un modo di narrare realistico che non cerca mai scorciatoie sensazionalistiche. Unico neo il personaggio di Fabien, allievo prediletto, anarcoide, alternativo a tutti i costi e così disgustosamente in gamba. Ma ci basta e avanza il senso della vita di Nathalie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le fughe selvagge della gatta Pandora, all'inseguimento dei propri istinti...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Kinodrop 25/1/20 18:25 - 1246 commenti

Nathalie, insegnante di filosofia e impegnata nell'editorialistica, si trova ad affrontare una serie di avversità che sembrano sfidare la sua visione del mondo e appiattirne le aspettative. Ma così non accade e sarà proprio il suo spessore intellettuale forgiato sulla lezione illuministica a sostenere la sua integrità. Huppert con grande duttilità e maestria fa suo un personaggio dal carattere pragmatico e lucido ma sentimentalmente motivato, in bilico tra vecchi e nuovi equilibri. Regia senza fronzoli, scorrevole e di certo non superficiale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La lezione su Rousseau in classe; L'ex alunno tra rivoluzione e vita rustica; La lettura a ricordo della madre.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Xamini   11/5/17 13:35 - 939 commenti

Prospettiva sufficientemente ampia (ossia tale da generare sensazioni e sentimenti per contrasto) e anche un pelo francese sul fiume della vita e sulle sue eventuali deviazioni. La Huppert conduce la rappresentazione con il consueto talento, mentre la regia rimane asciutta e senza fronzoli. Quel che basta per non travolgere ma dissotterrare qualche sensazione sopita (l'amore per la filosofia, la comune).
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Lou 8/7/17 19:27 - 875 commenti

Una storia di normale vita adulta, in cui un'insegnante di filosofia si trova ad affrontare una delicata fase di delusione e dolore. Troverà la forza di reagire grazie ai propri interessi e riferimenti culturali, anche se non sarà facile. La Huppert è molto naturale, per una volta in una parte per nulla trasgressiva né perversa. Sono tanti gli spunti intellettuali e le interessanti citazioni di testi filosofici, mentre la sceneggiatura appare talvolta fragile e incompiuta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ho una vita intellettuale intensa, mi basta per essere felice".
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)