Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FOLLIA

All'interno del forum, per questo film:
Follia
Titolo originale:Asylum
Dati:Anno: 2005Genere: drammatico (colore)
Regia:David MacKenzie
Cast:Natasha Richardson, Ian McKellen, Hugh Bonneville, Gus Lewis, Joss Ackland, Wanda Ventham, Marton Csokas, Anna Keaveney, Sean Harris
Visite:302
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/2/08 DAL BENEMERITO GALBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 22/2/08 7:13 - 10858 commenti

Storia d'amore con nefaste conseguenze tra la moglie di uno psichiatra e un uxoricida rinchiuso nella clinica dove lavora il marito. Il bellissimo libro di Patrick McGrath non trova una buona trasposizione cinematografica. La regia di MacKenzie trascura tutte le implicazioni psicologiche della vicenda per concentrarsi sui fatti e privilegia di questi l'aspetto più morboso e squisitamente erotico svuotando così la storia di tutte le profonde sfumature presenti nel testo. Buona l'ambientazione (Inghilterra, anni 50). Pessima la prova di McKellen.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 9/3/10 14:42 - 7846 commenti

Sposata con un baccalà vicedirettore di un manicomio, giovane donna inquieta si innamora di un exoricida ivi rinchiuso e per lui rinuncia a tutto, con esiti tragici. Non conosco il best seller da cui è tratto, però questa trasposizione non convince molto, risultando fredda ed accademica, nonostante la buona prova di Richardson come protagonista e la presenza di un campione dell'ambiguità come McKellen nel ruolo di un medico che trama nell'ombra per soppiantare il collega approfittando dei suoi guai familiari. Non brutto, ma poco coinvolgente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un'unica scena effettivamente mi ha dato il magone, ci vuol poco a capire quale...
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Flazich 26/6/08 19:33 - 658 commenti

Film tratto dall'omonimo romanzo di Patrick McGrath ma il parallelismo si ferma qui, al nome. Purtroppo il film non trasmette neppure un millesimo di quello che invece lo scrittore infonde nel lettore. Tutto è ridotto a un misero dramma. Dramma che non si distingue dalla pletora di film anonimi e scialbi sul tema. Peccato. Le potenzialità di trasporre il tutto in un ottimo film c'erano.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Saintgifts 31/12/11 2:00 - 4099 commenti

La storia e il dramma sono resi ancora più evidenti da un'ambientazione aristocratico-borghese in una Inghilterra anni 50. Ambientazione peraltro pregevole, a differenza di una regia invece troppo schematica e priva di sfumature ed approfondimenti psicologici che i protagonisti sarebbero stati anche in grado di fornire. La Richardson, fisicamente ed espressivamente, sa esternare bene la passionalità di cui è "prigioniera", ed è senz'altro la migliore sul set. Poteva essere un piccolo gioiello come la minuscola scultura, è mancata la passione.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Myvincent 23/4/13 7:40 - 2256 commenti

Un amore folle e disperato, ma non per questo meno vero, tra due alienati mentali, scontrati inutilmente sugli scogli delle fredde regole societarie di sempre. Il film alla fine è illustrativo (anche se le prove recitative dei due protagonisti sono buone) e non tiene conto della profondità del romanzo omonimo da cui è tratto. Un'altra occasione persa. Montaggio imperfetto e svilente.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Maineng 26/6/08 17:52 - 100 commenti

Amore e follia che convivono in questa pellicola dove la passione regna sovrana! A quali sacrifici e conseguenze varie può portare una relazione nata tra le mura di una clinica psichiatrica? Godibile e coinvolgente anche se le novità, sia del soggetto in sè che della storia in generale, se ci sono, sfuggono! Bella la fotografia, l'ambientazione rende le aspettative. I due protagonisti comunque bravi nel comunicare sentimenti ed emozioni in una storia dove le problematiche, soprattutto dal punto di vista sociale, sono forti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il figlio della protagonista annega mentre la madre guarda la scena come in un'altra dimensione, completamente assente.
I gusti di Maineng (Documentario - Drammatico - Thriller)