DISCUSSIONE GENERALE di Air doll (2009)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Gestarsh99 • 29/09/11 15:46
    Scrivano - 14792 interventi
    E' inutile, solo il Giappone è in grado di regalare opere così assurde e normalissime al contempo, affrontando una storia paradossale, che qui da noi verrebbe indubbiamente bollata come "oscena e sconveniente", in maniera tanto quotidiana e poetica.

    Koreeda a primo impatto sembra prendere le distanze dal tenore delle sue pellicole precedenti, prediligendo l'anelito collodiano e un approccio insolito all'eros, ma i temi di fondo che vengono lentamente a galla durante la visione sono a sorpresa esattamente analoghi a quelli cui il regista ci ha da sempre abituati.

    E' un'opera che trae valore dall'umiltà con cui chi guarda vi si avvicina.
  • Mickes2 • 29/09/11 16:14
    Portaborse - 335 interventi
    complimenti Gestarsh! pensare che l'ho visto anch'io qualche giorno fa e volevo proprio aprire una scheda!

    diciamo che da Kore-eda io mi aspetto sempre molto, il film in questione mi è piaciuto per la gran delicatezza con cui vengono trattati diversi temi importanti. il tocco del grande autore si nota.
    ciò che invece ho notato di meno è la reale intenzione nel voler scavare a fondo nelle psicologie dei protagonisti, si rimane un po' troppo in superficie ed emerge un certo autocompiacimento nel modus utilizzato da Kore-eda.

    comunque rimane una bella favola, con alcuni passaggi a vuoto, ma dolcemente poetica come quasi solamente il cinema orientale, ormai, riesce a regalare.

    anticipo il voto, per me è 3 pallini.
    Ultima modifica: 29/09/11 16:15 da Mickes2
  • Gestarsh99 • 29/09/11 19:02
    Scrivano - 14792 interventi
    Mickes2 ebbe a dire:
    ...con alcuni passaggi a vuoto...

    Anche a me, di primo acchito, alcuni momenti erano sembrati un po' superflui ed inutili (penso ad esempio alla descrizione della quotidianità "surreale" di alcuni personaggi di contorno, figure che la protagonista incontra salturiamente sulla sua strada) però riflettendoci su mi sono poi convinto che quei segmenti erano strettamente connessi al discorso complessivo che l'autore ha voluto dedicare all'isolamento umano nel caos della metropoli e al profondo disagio esistenziale che affligge tutti coloro che si sentono inutili, "sostituibili" e "di passaggio".
    Proprio come la bambola gonfiabile del titolo.
    Ultima modifica: 20/08/19 17:14 da Gestarsh99
  • Mickes2 • 1/10/11 19:24
    Portaborse - 335 interventi
    nulla da eccepire Gest. (gran bel commento come al solito)
    le tue sono opinioni del tutto condivisibili. gli elementi dislocati nel film ti hanno spinto a riflettere, invece io non posso dire altrettanto.
    in linea di massima ho gradito un po' di meno e rimprovero la poca intensità del racconto in relazione alle psicologie dei personaggi :)
    Ultima modifica: 1/10/11 19:25 da Mickes2