LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/07/11 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 24/07/11 20:52 - 7833 commenti

I gusti di Cotola

Brutto film di Lattuada tratto da un romanzo di Piero Chiara. Girato in modo "grigio", risulta prevedibile, sciatto e un pò frettoloso nell'andamento e nelle svolte narrative. Finale funereo che non ha un vero perchè nell'economia del racconto. La Duez non sembra perfettamente in parte e soprattutto non ha la carica erotica necessaria al suo ruolo. L'ultimo lavoro per il cinema del regista, non è certamente il più memorabile.

Stefania 5/09/11 23:45 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Se per l'afasica noia del pittore Dino il degno contrappunto era l'insondabile abisso dell'ambiguità di una Spaak meravigliosa, per il superficiale spleen del vitellone Guido bastano e avanzano quelle due dita di acqua torbida in cui sguazzano l'immusonita Duez e altri microrganismi del paesello lacustre (Lago d'Orta)! Film di imperdonabile vacuità e cattivo gusto, con un twist pre-finale melodrammatico incomprensibile; altrettanto incomprensibile l'utilizzo del flash back, dispositivo che qui non assolve alcuna funzione: rende solo più confusa, non meno fiacca, la narrazione. Pessimo.
MEMORABILE: Infanti, seduttore "rurale": era meglio Manuel Fantoni! Anthony Delon: ma gli occhi di papà, il talento di papà... se li è tenuti papà, a te niente?

Rufus68 7/03/19 18:41 - 3343 commenti

I gusti di Rufus68

Un merito lo vanta: può assurgere a simbolo del repentino collasso del cinema italiano, solidamente fiorente sino a pochi anni prima. Come se una meteora fosse caduta a estinguere attori, registi, sceneggiatori o a ridurli quali pallide copie di sé stessi. Anche qui abbiamo recitazioni forzate, un copione incolore, diffusa sciatteria (comica la caduta in moto); solo Moschin offre barbagli di mestiere. Erotismo tipicamente ottantiano, da Drive-in. Duez imbambolata; perfetto, invece, Delon nel riassumere il catastrofico trapasso generazionale.

Daniela 19/04/21 00:22 - 10206 commenti

I gusti di Daniela

Tristi amori in un paesello sul lago d'Orta: un tizio che passa il tempo a giocare a poker s'innamora di una ragazza dal passato oscuro... Nel suo film di addio al cinema, Lattuada torna a cimentarsi con un romanzo di Chiara con un risultato molto meno felice della precedente trasposizione. Il melodramma sentimentale sfiora il ridicolo involontario, la ost procede per conto proprio e la messa in scena risulta sbiadita come i personaggi, affidati ad attori inadeguati: se Delon recita con le sopracciglia, Duez mostra generosamente il bel fisico ma è qui più legnosa d'un ciocco. Brutto!

Carola Stagnaro HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 6/09/11 12:05
    Pianificazione e progetti - 22626 interventi
    Ricordo che lo vidi in vhs per la Avo film. Ho pallidi flash, comunque davvero TERRIBILE!
  • Discussione Markus • 6/09/11 15:57
    Scrivano - 4808 interventi
    Terribile? Allora da vedere!
  • Discussione Tarabas • 6/09/11 16:15
    Formatore stagisti - 2069 interventi
    Ricordo male o la Duez era comunque un topino da esposizione?
  • Discussione Stefania • 6/09/11 20:07
    Archivista in seconda - 604 interventi
    Tarabas ebbe a dire:
    Ricordo male o la Duez era comunque un topino da esposizione?
    Guarda, incredibile: ieri, mentre guardavo il film, a proposito della Duez mi è corso alla mente l'aggettivo "topesca"... nel senso grigiastra, anonima, miserella... Intendiamoci: il suo problema principale è l'essere rigida, il muoversi male, ma anche come ragazza, cioè, non era brutta, aveva un corpo ben fatto, però aveva le sopracciglia cespugliose come due millepiedi, occhi piccoli e mento sfuggente.
    Ma ribadisco: lei è il minore di tutti i problemi, in quel film, uno dei peggio riusciti tra tutti i connubi tra eros e thanatos, un connubio che può generare meraviglie, o mostri (a livello artistico, dico, a livello esistenziale è sempre un disastro, per carità!).
    Qui, ha partorito, neppure un mostro, magari... UN SORCIO!!! :DDD
  • Discussione Tarabas • 6/09/11 21:15
    Formatore stagisti - 2069 interventi
    Mmf, mi ricordavo meglio...
  • Homevideo Xtron • 5/10/12 15:47
    Servizio caffè - 1856 interventi
    Il dvd Medusa

    Audio italiano
    Sottotitoli in italiano
    Durata 1h30m00s
    Formato video 1.66:1 anamorfico
    Extra: Trailer

    Immagine a 1.17.30:
    Ultima modifica: 18/09/15 13:06 da Xtron
  • Discussione Xtron • 18/09/15 13:48
    Servizio caffè - 1856 interventi
    Il film ha delle scene erotiche abbastanza spinte. La Duez è forse più il tempo che è completamente nuda che vestita...
  • Discussione Xtron • 19/09/15 22:05
    Servizio caffè - 1856 interventi
    Da notare le folte sopracciglia dei due protagonisti:

    Ultima modifica: 20/09/15 08:18 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 9/07/20 18:52
    Pianificazione e progetti - 22626 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (giovedì 11 febbraio 1988) di Una spina nel cuore:

    [img size=350]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images53/unaspina.jpg[/img]
  • Curiosità Zender • 24/07/20 18:31
    Consigliere - 44424 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

    [img size=220]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images53/unaspina220.jpg[/img]