Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dal romanzo omonimo di Harlan Coben una serie inglese in otto puntate articolate in modo da svelare lentamente i misteri che ne costituiscono l'ossatura. Il primo di questi riguarda "la sconosciuta" del titolo, una giovane ragazza (John-Kamen) che, raggiunto un uomo al bancone d'un bar, svela un segreto che lui non avrebbe mai potuto immaginare: sua moglie ha finto la gravidanza che aveva detto essersi conclusa con la morte del figlio. Possibile? Adam Price (Armitage) non le crede, ma tornato a casa decide di indagare meglio e, scoperto che quella strana ragazza aveva ragione, mette la moglie Corinne (Kirwan) alle strette. La donna sulle prime nega recisamente, poi comincia ad ammettere qualcosa precisando però che "è...Leggi tutto complicato" e che spiegherà tutto dopo una cerimonia a scuola (lei è un'insegnante) alla quale dovranno presenziare. Inutile dire che, al momento del dunque, Corinne scompare nel nulla, lasciando suo marito e i loro due figli con un unico misterioso sms: "E' meglio che ci prendiamo una pausa, pensa tu ai bambini, ci risentiamo fra qualche giorno". Attorno a questa, che è la storia principale, se ne sviluppano altre ad essa agganciate piuttosto marginalmente: un ragazzo (Alexander) trovato svenuto nudo in un bosco, un alpaca cui è stata mozzata la testa, l'immancabile detective a un passo dalla pensione (Finneran) cui tutti i diversi casi finiranno in mano, un ex poliziotto (Rea) che non accetta di abbandonare la casa di proprietà per permettere la costruzione di un nuovo quartiere e un altro (Kaye) con la figlia malata, una madre (Saunders) preoccupata dai soliti filmati erotici della figlia (Cooke) finiti su internet e a sua volta ricattata dalla "sconosciuta" e altre ancora. Gli spunti sono quindi molteplici, gli intrecci legati talvolta in modo piuttosto forzato, le relazioni tra i tanti personaggi intrecciati con agganci improbabili talora degni di una soap. Alcune scene sono evidentemente aggiunte per “fare volume” (inseguimenti vari, cacce al cellulare della scomparsa...), molte delle spiegazioni finali richiedono una certa sospensione dell'incredulità per essere accettate (ma in gialli così complicati è un compromesso cui difficilmente ci si può sottrarre), tuttavia è davvero lodevole lo sforzo di far combaciare ogni singola vicenda ruotandola intorno al segmento principale (quello della scomparsa di Corinne), riprendendolo e abbandonandolo infinite volte. I personaggi sono studiati bene, le interpretazioni all'altezza con una menzione speciale per la detective di Siobhan Finneran: non priva di ironia, profondamente umana, sa mostrarsi sempre sul pezzo nonostante l'aria apparentemente distratta e un po' sciatta. Valide e sentite anche le performance di Richard Armitage, di Stephen Rea e in generale di tutto il cast dai vent'anni in su. Meno centrati invece (anche per colpa di un copione che poco li valorizza) i teenager (tranne Brendan Fellows, ottimo come prototipo del nerd sovrappeso), le cui vicende risultano nel complesso piuttosto disunite da quelle più interessanti dei loro genitori. Forse anche per il troppo poco spazio rispetto al romanzo, alcune parentesi appaiono arronzate con scarsa convinzione, male appiccicate e abbandonate senza che trovino una degna conclusione, brevi intermezzi che si potevano trascurare senza rimpianti. Lo svelamento dell'enigma invece, pur non proponendo nulla di eclatante, può dirsi soddisfacente. La riconosciuta capacità di Coben di intersecare una grande quantità di storie differenti riunendole in un plot generale che le inglobi alternando personaggi che tornano ciclicamente, genera una serie altamente godibile dagli appassionati del mystery. Qualche ingenuità, però anche una bella profondità nell'approfondire i caratteri con dialoghi più curati della media. Intrattenimento senza altre ambizioni ma di qualità, condotto con mano ferma da Daniel O'Hara e Hannah Quinn e ambientato a sud di Manchester con buon uso delle location.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/06/21 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.