Shark invasion

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ennesimo squalo movie targato Nu Image, casa per la quale sembra ormai più difficile trovare un nuovo titolo con la parola shark dentro che non girare il film vero e proprio. Tanto si sa bene che la storia conta poco o nulla e che lo spettacolo lo fanno gli squali. Questa volta si scomodano addirittura gli alieni, per cercare di uscire un po' dalla norma: alieni che lasciano cadere in pieno triangolo delle Bermuda un cilindro “magico” sul quale si avventano i soliti servizi supersegreti che vi scoprono nientemeno che la fusione a freddo. Ma l'immancabile stazione sottomarina si stabilisce nelle vicinanze mandando all'aria i piani degli 007 e subendo gli attacchi di branchi di squali resi ferocissimi da uno strano minerale alieno arancione...Leggi tutto (il titolo originale è RAGING SHARKS, ovvero squali “imbestialiti”). I capoccia della stazione (lui e lei, una tra le coppie più antipatiche mai viste al cinema) proveranno ad arginare il fenomeno con l'aiuto di un sommergibile che ronza nelle vicinanze. Un soggetto insulso, che mescola di tutto e di più fino a confluire in una mezz'ora conclusiva agghiacciante, di un cattivo gusto tremendo (con tanto di sottofondo musicale lirico!), che si consuma tra i corridoi della stazione con esplosioni, inseguimenti e azione di quarta categoria. Gli squali ruggiscono come matti, persino sgranocchiano quando addentano la preda, ma l'effetto è quello dei peggiori Z movie (il doppiaggio televisivo completa l'opera), noiosi e senza idee, recitati male e diretti peggio (gli shark attacks non hanno grinta e sembrano star lì solo per dovere di contratto). Dialoghi abominevoli.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mco 7/01/10 15:29 - 2138 commenti

I gusti di Mco

Un corpo sconosciuto precipita sul Triangolo delle Bermuda, trasformando gli squali della zona in voraci mangiauomini. Gran bollito con pescecani killer ed extraterrestri che si incontrano nel famigerato luogo maledetto per dare il via a ogni sorta di dejà-vus sull'argomento. Dirige l'esperto in eco-vengeance marini Danny Lerner. Modestissimo sotto tutti i punti di osservazione.

Buiomega71 2/06/11 00:54 - 2236 commenti

I gusti di Buiomega71

Folle e delirante mix di "shark movie" e alieni, condito con un pizzico di spy story, con uno script degno dei film di SF degli anni 50. Lerner ruba ancora gli attacchi squaleschi dai precedenti Shark attack, senza alcuna vergogna. Leggermente più potabile di Shark zone grazie allo sbarco alieno sottomarino finale, talmente assurdo e demenziale che manco il Tonino Ricci di Uragano sulle bermude è arrivato a tanto. C'è una certa cura scenografica e mediocri scene action, ma è poca roba e la noia prende il sopravvento. Fantasharktrash.
MEMORABILE: Il prologo sull'astronave, con due bruttissimi alieni, che manco Dimensione terrore; lo sbarco alieno sottomarino, da vedere per credere!

Puppigallo 14/12/11 15:46 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Ignobile zuppone fantasqualico (si parla anche di alieni sbadati che perdono oggetti) con predatori ruggenti e accelerazioni stile comiche. Gli attori, credibili come l'attaccamento alla maglia di un normale calciatore odierno, si amalgamano benissimo con questa pellicolaccia piena di bim bum bam (mi sa che c'han speso anche dei soldi, almeno per esplosivi e modellini), dialoghi penosi e attacchi di rara pochezza, ma che hanno un elemento in comune: sono tutti uguali. Da evitare, come quei prodotti canini maleodoranti che si trovano ogni tanto sui marciapiedi.
MEMORABILE: Il responsabile della sicurezza nazionale che ammazza innocenti giustificandosi, mentre attorno a lui la situazione è disperata.

Ryo 10/03/14 01:40 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Terribile boiata da serie Z che mette in scena un miscuglio improponibile di alieni e squali! Regia sciatta, dialoghi puerili, riprese penose con inserti riciclati senz'altro da lavori esterni e addirittura piani sequenza usati più volte con copia/incolla in diverse scene! Trama inconsistente, insomma un'operazione senza capo né coda (e neanche pinna). Visto per fare due risate, ma non riesce neppure a essere un trash comico involontario: una totale perdita di tempo. Meglio andare a cercare asparagi.

Daniela 20/12/17 09:41 - 9232 commenti

I gusti di Daniela

Nessuna "invasion", anzi anche di "sharks" se ne vedono pochini, a parte qualche immagine di repertorio, in quanto la maggior parte delle sequenze si svolgono in interni sopra o sotto-marini con i personaggi impegnati in dialoghi fra il banale e l'insensato. Gli elementi per una simil-asylumata ci sarebbero stati, fra alieni ridicoli (tagliati per pudore in occasione del passaggio su RAI 2), triangolo delle Bermude, montaggio casuale e furti da altre pellicole, ma purtroppo il risultato, lunghi dall'offrire motivi di sollazzo, deprime le sinapsi provocando noia ammorbante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Buiomega71 • 2/06/11 00:14
    Pianificazione e progetti - 21769 interventi
    Lo "sbarco" alieno sottomarino è sottolineato da Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi. Un mix tra l'affascinante e il "putrido".
  • Curiosità Buiomega71 • 2/06/11 00:35
    Pianificazione e progetti - 21769 interventi
    Lerner non si smentisce e inzuppa questo suo filmaccio "fantashark" ancora di ignobili insert:

    * L'attacco dello squalo al sub che ripara una condotta è preso da Shark attack 3: Megalodon.

    * L'autopsia allo squalo viene dal primo Shark Attack.

    * Il solito attacco alla spiaggia e ai surfisti, questa volta nelle Bermude, sono ancora le immagini girate da Worth per Shark attack 2. Tra l'altro scene inutili nel contesto del film, insertate tanto per allungare la brodaglia.

    * L'attacco alla barca(con terribili errori-e orrori-di montaggio) è ancora rubata da Shark attack 3: Megalodon. Altra scena completamente inutile.

    * La soggettiva dello squalo che esce dal relitto viene da Shark zone. Questa volta Lerner si autodefrauda.

    * Tralasciando gli stock-footage squaleschi, tutti ripresi dagli altri film della serie, c'è pure la ripresa del Megalodon in digitale di Shark attack 3: Megalodon.

    * Le scene di inabbissamento, con il mare rosso, messe all'inizio e alla fine, vengono dal finale di Shark attack 3: Megalodon.

    * La cialtroneria degli insert, però, raggiunge la vetta dell'imbecillità con il minisub a elica, presa da Shark attack 2: l'attrice del film di Worth si nasconde tra le rocce marine e Lerner la spaccia per l'attore protagonista (Corin Nemec) del film, che in realtà è l'attrice (Nikita Ager), del secondo Shark attack!
  • Discussione Zender • 2/06/11 09:53
    Consigliere - 43383 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Lerner non si smentisce e inzuppa questo suo filmaccio "fantashark" ancora di ignobili insert:

    * L'attacco dello squalo al sub che ripara una condotta è preso da Shark attack 3: Megalodon.

    * L'autopsia allo squalo viene dal primo Shark Attack.

    * Il solito attacco alla spiaggia e ai surfisti, questa volta nelle Bermude, sono ancora le immagini girate da Worth per Shark attack 2. Tra l'altro scene inutili nel contesto del film, insertate tanto per allungare la brodaglia.

    * L'attacco alla barca(con terribili errori-e orrori-di montaggio) è ancora rubata da Shark attack 3: Megalodon. Altra scena completamente inutile.

    * La soggettiva dello squalo che esce dal relitto viene da Shark zone. Questa volta Lerner si autodefrauda.

    * Tralasciando gli stock-footage squaleschi, tutti ripresi dagli altri film della serie, c'è pure la ripresa del Megalodon in digitale di Shark attack 3: Megalodon.

    * Le scene di inabbissamento, con il mare rosso, messe all'inizio e alla fine, vengono dal finale di Shark attack 3: Megalodon.

    * La cialtroneria degli insert, però, raggiunge la vetta dell'imbecillità con il minisub a elica, presa da Shark attack 2: l'attrice del film di Worth si nasconde tra le rocce marine e Lerner la spaccia per l'attore protagonista (Corin Nemec) del film, che in realtà è l'attrice (Nikita Ager), del secondo Shark attack!

    Ahah, esilarante! Grandissimo buiomega! Lavoro egregio, truffa svelata! Lerner il riciclatore!
  • Discussione Buiomega71 • 2/06/11 10:36
    Pianificazione e progetti - 21769 interventi
    Mi aspettavo che Lerner riciclasse le solite immagini rubate dagli altri Shark attack, e puntualmente non mi ha "deluso"! Capisco che sia tutta "roba" della Nu Image, però si esagera. Ma poi scene totalmente slegate al contesto del film. Mi fai vedere un attacco alla spiaggia , ai bagnanti, presa di peso da Shark attack 2, quando non c'entra un piffero con il film? E poi , un montaggio coi piedi che manco Andy Milligan! Incredibile stonzatona tra alieni, squali, sommergibili, action che manco l'ultimo Steven Seagal, e i soliti, ignobili, stock-footage. Purtroppo non fà manco ridere, ma genera solo un infinita noia. Però quegli alieni sono davvero uno spasso!
    Ultima modifica: 2/06/11 11:33 da Buiomega71