LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Galeotta è la festa di Capodanno dell'ingegner Maggiari (Frassica), durante la quale Andrea (Botosso), architetto, accompagna Riccardo (Campolo), marito di una sua amica (Kravos), facendogli conoscere la splendida Hikma (Noferini), sorella del socio tunisino di Maggiari. Un po' per l'alcol, un po' per la voglia di vendicarsi dei due i cui partner sono altrove dopo antipatici bisticci, Riccardo e Hikma finiscono a letto col risultato che lei resta pure incinta. Del compagno di lei non si saprà mai nulla, della moglie di Riccardo invece si capisce presto che non potrà non scoprire della paternità di lui. La nuova coppia, decisamente spiantata (lui abbandona il suo negozio di scarpe per inseguire improbabili sogni di scrittore, lei l'università)...Leggi tutto si stabilirà nella villa sul mare di Andrea, che la concede volentieri a Hikma, per la quale è evidente provi una forte attrazione e che assomiglia molto alla moglie persa in circostanze misteriose. Presto la natura poco propensa al lavoro di Riccardo si farà sentire e ci sarà modo di rimescolare le coppie mantenendo comunque l'impianto drammatico senza quasi mai avvicinarsi alla commedia nonostante la presenza (in un ruolo comunque assai secondario) di Frassica. Niente di nuovo sotto il sole (della Sicilia), ma Francesco Calogero (regista e sceneggiatore) studia bene la sua storia, azzecca gli incastri giusti e soprattutto un bel personaggio, l'architetto ottimamente tratteggiato da Botosso; che sembra defilato, marginale rispetto alla giovane coppia protagonista ma che invece si guadagna il ruolo più sfaccettato e interessante del film. Con un passato di architetto di successo alle spalle, Andrea sembra perso nei ricordi di una moglie che non riesce a dimenticare e preda di un presente avaro di soddisfazioni professionali, con un socio che sempre più a fatica accetta la sua indolenza. Riversa ogni residuo di passione in Hikma, cui si affeziona quando capisce come Riccardo non possa darle le attenzioni e l'amore che meriterebbe, coltiva ancora i rapporti con Rosanna (la moglie di Riccardo della quale è rimasto amico) e si astrae spesso dalla realtà dando l'impressione di essere assente. Con altre figure di contorno che arricchiscono l'insieme (il fratello di Hikma, quello di Riccardo coi due figli, le amiche di Rosanna) il film, senza stupire per nulla in particolare, sa farsi interessante quanto basta, ricco di snodi che vivacizzano una vicenda in parte penalizzata da un approccio televisivo poco invogliante. Desirèe Noferini è tuttavia davvero magnetica e invita a seguire il film, scritto discretamente nonostante qualche cliché di troppo (il solito scrittore frustrato in primis). Inizialmente ci si rischia di confondere tra nomi e relazioni che si intersecano, poi si capisce quanto i veri protagonisti siano pochi. Qualche sbandamento d'autore fuori luogo (la recita in giardino, un finale all'opera eccessivamente diluito), un'impostazione poco cinematografica nella recitazione di alcuni, ma il film c'è e sa persino essere a suo modo commovente sui titoli di coda.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/06/20 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.