Quando Marta urlò dalla tomba

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

In quella villa accanto al cimitero convengono personaggi capitati lì un po' per caso, bloccati da una nebbia fitta che finisce per dare lo spunto al titolo spagnolo del film ("La mansión de la niebla"). Ci sono un inquietante tizio con pellicciotto, occhiali da sole e fuoristrada (Fantasia), un motociclista (Resino) che ha dato un passaggio a una bella ragazza con gli stivali (Leonardi), un avvocato (Fajardo) in viaggio con la moglie (Samarina) e infine una ricchissima signora (Gadé) il cui marito (Dalbés) avevamo visto poco prima spassarsela con una biondona. Ritrovatisi lì insieme, vengono ospitati dalla splendida padrona di casa Marta Clinton (Stewart), raffinata signora nipote di una donna...Leggi tutto che, morta insieme al suo autista anni prima, si aggirerebbe ancora con lui di notte nel vicino cimitero. Dopo un prologo in cui i protagonisti ci vengono descritti durante il loro viaggio inconsapevole verso la tetra magione destinata a diventare location unica del film, eccoli quindi sistemarsi insieme per la prima notte lì, dove sappiamo benissimo che qualcosa avverrà e che – come minimo – i fantasmi della vecchia defunta e del suo autista non tarderanno a farsi... vivi. Se la prima parte sembrava introdurci in qualche modo a un thriller, la seconda vira decisamente verso il gotico sfruttando gli ambienti della villa e una buona fotografia per calarci nell'atmosfera giusta. Che viene centrata, a dire il vero, anche grazie alle scene notturne girate nei dintorni con il cimitero immerso nella nebbia. Considerato in aggiunta il buon cast, che annovera bei nomi del cinema italiano e spagnolo, non sembrerebbe di doversi troppo lamentare, giacché la recitazione è in tono col clima da horror le cui venature "gialle" restano comunque sempre latenti. C'è pure un flashback in cui compare il padre (Rigaud) di Elsa a suggerire qualche possibile aggancio con quanto accade nel presente, ma naturalmente tutto verrà svelato solo nel lungo finale, seguendo il quale ci si accorgerà fatalmente della banalità del soggetto, che ben si associa a una sceneggiatura modesta e una regia che va di conseguenza. Resta la buona confezione, che se non altro permette di apprezzare la ricchezza scenografica, ma a livello di godibilità nel campo si è fatto decisamente di meglio e anche la pretestuosità con cui si concentrano i personaggi nello stesso luogo non depone a favore della plausibilità della vicenda. La Stewart e la Leonardi svettano per venustà, la Gadè si guadagna la palma di più presente in scena, il cast maschile fa da contorno ritagliandosi comunque buone parti. Ciò che resta, a fine visione, è comunque decisamente poco...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/12/08 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 19/05/21
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 22/12/08 14:48 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Questa co-produzione italo-spagnola si mantiene sulla falsariga dei due gialli-horror di Miraglia. Un gruppo di persone che per alcuni motivi (diretti e non) si conoscono sono costretti a passare nell'inquietante casa di Martha la notte, che porterà orrori e... Finto horror che però crea una bella atmosfera, con la casa immersa nella nebbia; ottimi attori (radiosa come al solito la Galli). Buone musiche. La regia però è più nelle corde spagnole come stile (basta vedere i nomi dei due registi).

Herrkinski 10/04/11 23:25 - 5884 commenti

I gusti di Herrkinski

Giallo dalle tinte horror e gotiche, nel tipico stile di certe produzioni spagnole/italiane del periodo. Ci si sono messi addirittura in due registi per dar vita a questo fiacco B-movie, che non offre praticamente alcun motivo d'interesse se non qualche buona atmosfera tetra; il ritmo è inesistente, la trama sconclusionata e il tutto verte intorno ai soliti complotti di moda nel (sotto)genere. L'ultima mezz'ora riserva qualche momento interessante, ma nel complesso il film è tremendamente noioso e può essere evitato senza remora alcuna.

Fauno 4/05/19 14:51 - 2001 commenti

I gusti di Fauno

Niente da dire per ambientazione e cast (per quanto la Gadé non arrivi alle vette della "volpe forquiana") e ci può stare la decisa virata verso il thriller a 3/4 di film; ci sta invece molto meno la quasi assoluta inattendibilità (come può un piano così ben congegnato imperniarsi su una serie di circostanze climatiche favorevoli?). Peccato perché ci sono un paio di brividi da far sobbalzare e ricordiamo che la prestazione migliore viene fornita dai due motociclisti, Resino e la Leonardi, semisconosciuti come fama rispetto agli altri attori.
MEMORABILE: Franco Fantasia, che in questo film proprio non piace alle donne; Il modo molto delicato di Marta nel consolare Elsa.

Deepred89 8/08/15 14:15 - 3392 commenti

I gusti di Deepred89

Giallo gotico spagnolo di ambientazione contemporanea molto canonico, vincente nell'atmosfera nebbiosa e nella scelta di evitare sesso ed exploitation, evitando così cadute, se non di stile, almeno di gusto. La trama, pur tra mille ingenuità, si segue abbastanza bene grazie a discreti elementi di mistero (le figure nella nebbia, la porta chiusa) ma si perde in tediosi flashback che poi scopriremo atti a giustificare il più ignorante dei vari colpi di scena finali inanellati. Cast mediamente discreto, con Ida Galli che spicca nettamente.

Daidae 23/10/18 16:07 - 2854 commenti

I gusti di Daidae

Ha le sue frecce all'arco: un ottima colonna sonora e una stupenda fotografia. Peccato per il ritmo, che definire lento è dir poco. Ottimo il cast con diversi attori presenti spesso nel genere thriller/giallo sia italiano che spagnolo (Rigaud, Gadè, Fajardo). Parte come un classico gotico anni 70 per poi virare nel giallo puro. Non è un capolavoro, ma si lascia vedere.

Keyser3 11/03/20 17:45 - 221 commenti

I gusti di Keyser3

Non brilla certo per originalità questa produzione italo-spagnola settantiana. Di fronte a recitazioni non certo memorabili, la vera protagonista diventa la nebbia, che assieme alle cupe e suggestive atmosfere della magione contribuisce a salvare la baracca. Il più credibile è Resino, già ammirato in 7 cadaveri per Scotland Yard, mentre Rigaud è sprecatissimo (appare praticamente solo in un fugace flashback).
MEMORABILE: Il cadavere (!) di Porter che spara nel cimitero.

Mco 25/08/20 22:35 - 2197 commenti

I gusti di Mco

Operazione ispanoitaliana che coniuga parafernali horror gotici e stilemi consoni al filone giallo complottistico in maniera perfettamente equilibrata. Ida Galli è all'apice della sua avvenenza e appare a proprio agio anche in un ruolo non particolarmente simpatico. L'avvicinamento quasi magnetico alla casa, con la bruma che confonde e cancella ogni via, regala attimi di indubbia fascinazione, al pari del finale beffardo e liberatorio.  Attori convincenti e un paio di scene davvero spaventose (la Galli a letto con la Gadé) chiudono il cerchio di un film dall'indubbia presa visiva.
MEMORABILE: La visione spettrale della Gadé al cimitero.

Nicola81 14/07/21 19:23 - 2151 commenti

I gusti di Nicola81

La storia in fondo non è nulla di esaltante, perché sfocia in una soluzione da giallo ereditario in piena regola abbastanza banale e sbrigativa, ma il film ha comunque i suoi pregi: oltre alla splendida fotografia di Guglielmo Mancori e alla buona colonna sonora di Marcello Giombini, si segnalano atmosfere gotiche decisamente azzeccate (merito anche delle scenografie) che, specialmente nella parte centrale, contribuiscono ad alimentare la tensione. Buona anche la prova del cast, soprattutto sul versante femminile in cui la Galli spicca per eleganza e bravura.
MEMORABILE: Il cimitero; Il racconto della Galli agli ospiti.

Eduardo Fajardo HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ciavazzaro • 2/12/15 16:13
    Scrivano - 5622 interventi
    Anche io ho visto la versione usa e quella spagnola.
    Il fatto che la versione italiana esiste è data anche dal fatto, che il film è una produzione italo-spagnola e quindi come già detto è stata distribuita anche da noi.
  • Discussione Digital • 2/12/15 17:09
    Portaborse - 3219 interventi
    Ma se telefono al Csc saprebbero delucidarmi circa la disponibilità del titolo de quo?
  • Discussione Fauno • 2/12/15 21:30
    Contratto a progetto - 2576 interventi
    videoteca@fondazionecsc.it. Sarebbe meglio la mail.

    Oppure telefona al 06/72294225. E' il numero della videoteca. Non è così fantasma o sfinge. Son persone disponibilissime. Lucius te lo può confermare. FAUNO.
  • Discussione Digital • 2/12/15 22:46
    Portaborse - 3219 interventi
    Vado di mail. Grazie per le info, Fauno.
  • Discussione Lucius • 3/12/15 01:31
    Scrivano - 8615 interventi
    Infatti, inoltre in caso l'avessero solo in pellicola sono talmente gentili che in circa un mese lo riversano in dvd a costo zero (per chi lo richiede) e ti contattano appena disponibile per la visione (che costa solo 3.00 euro).
    Questo vale per qualsiasi titolo.
    Poi ci sono casi irrecuperabili come il rarissimo "I baroni della medicina" che giace in condizioni rovinose tali da non poter essere "telecinemato".
    Ultima modifica: 3/12/15 01:35 da Lucius
  • Discussione Daidae • 3/12/15 19:04
    Compilatore d’emergenza - 935 interventi
    In alcuni forum si accenna alla distribuzione del film in vhs da parte della new pentax,solo che non esiste neppure (perlomeno mai l'ho vista) la copertina,quindi può essere una notizia fasulla.
  • Discussione Digital • 24/02/17 10:04
    Portaborse - 3219 interventi
    Lucius ebbe a dire:
    Poi ci sono casi irrecuperabili come il rarissimo "I baroni della medicina" che giace in condizioni rovinose tali da non poter essere "telecinemato".
    Dopo circa un anno, visto che mi sono interessato a questo film, ti posso dire che almeno questo si trova in vhs, per la General Video (Vhs-store ce l'ha a un prezzo abbordabile). Quanto al film di Lara Polop, pare che sia davvero sparito nell'oblio.
  • Discussione Ciavazzaro • 4/02/21 17:33
    Scrivano - 5622 interventi
    Pare che finalmente potremo vederlo in italiano e con un intervista alla divina Ida Galli:
    https://bloody-disgusting.com/home-video/3650386/vinegar-syndromes-february-releases-include-fear-hitcher-dark-forgotten-gialli-volume-3/
  • Discussione Digital • 4/02/21 18:26
    Portaborse - 3219 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    Pare che finalmente potremo vederlo in italiano e con un intervista alla divina Ida Galli:
    https://bloody-disgusting.com/home-video/3650386/vinegar-syndromes-february-releases-include-fear-hitcher-dark-forgotten-gialli-volume-3/
    Grandissima notizia! E non vedo l'ora di gustarmi l'intervista alla Galli!

  • Homevideo Mirrrko • 28/03/21 01:48
    Galoppino - 165 interventi
    E' uscito in blu-ray incluso nel cofanetto Forgotten Gialli Volume 3 della Vinegar Syndrome, il 23 Febbraio.

    Regione: 0
    Durata: 1:26:08
    Rapporto: 1.85:1
    Audio: Italiano DTS-HD Master Audio 2.0 Mono (48kHz, 24-bit) – Dolby Digital 2.0 Mono
    Inglese DTS-HD Master Audio 2.0 Mono (48kHz, 24-bit) – Dolby Digital 2.0 Mono (320 kbps)
    Spagnolo DTS-HD Master Audio 2.0 Mono (48kHz, 24-bit) – Dolby Digital 2.0 Mono (320 kbps)
    Sottotitoli: Inglese (removibili)
    Extra: “Lady of the Mansion” (19:58, HD) intervista a Ida Galli

    https://www.cult-collector.com/forgotten-gialli-volume-3/