Mon oncle d'Amerique

Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/10/07 DAL BENEMERITO CAESARS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 1/10/07 13:58 - 3016 commenti

I gusti di Caesars

Curioso ed originale. Si narrano le vicende di tre persone le cui vite scorrono parallele per un po' per incrociarsi in alcuni frangenti; il tutto è osservato e commentato da un noto studioso che spiega il loro comportamento e le loro reazioni alle situazioni della vita paragonandoli a dei topolini cavia che usa nei suoi esperimenti. Siamo dalle parti di Konrad Lorenz, anche se il tutto è condito con ampie dosi di ironia. Ottimi gli interpreti. Da vedere.

Daniela 10/02/10 09:44 - 10681 commenti

I gusti di Daniela

Resnais, regista filosofo e sperimentatore, questa volta incrocia le vicende di tre personaggi di diversa estrazione sociale e culturale, commentati passo passo da un vero studioso di etologia, Henri Laborit nel ruolo di se stesso, che ne paragona i comportamenti alle reazioni di cavie da laboratorio. Piuttosto impegnativo, soprattutto all'inizio in cui le "voci" dei tre protagonisti si fondono l'una all'altra, ma innervato da una vera ironica che lo rende piacevole, anche se non è quel capolavoro cui forse Resnais ambiva .

Galbo 12/02/10 07:22 - 11680 commenti

I gusti di Galbo

Bella commedia di Alain Resnais, particolarmente attenta alla caratterizzazione psicologica dei personaggi che diventa addirittura l'argomento principale dell'opera grazie alla (funzionale) "intrusione" di un personaggio studioso dei comportamenti umani che commenta le azioni dei protagonisti fornendo ottimi spunti di riflessione. La morale è che la salvezza del genere umano passa attraverso l'attento e scientifico studio dei suoi comportamenti.

Thedude94 1/08/21 18:56 - 725 commenti

I gusti di Thedude94

Resnais, attraverso un racconto di tre storie intrecciate tra loro, realizza un buon film che, anche grazie alla prova di un cast eccellente, riflette in generale sull'essere umano e sui problemi che possono scaturire dalle situazioni della vita. La regia è ottima, così come la fotografia che varia da luogo a luogo; le ambientazioni si alternano tra scenari cittadini e contadini, riuscendo a mostrare anche visivamente il messaggio che il regista vuole dare. Un film da vedere, che si spinge verso il dramma senza però essere troppo pesante e didascalico, tranne che nei primi minuti.

Alain Resnais HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Lucius • 3/06/19 10:09
    Scrivano - 8696 interventi
    Direttamente dall'archivio cartaceo Lucius, il flano originale del film: