Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/02/12 DAL BENEMERITO FAUNO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fauno 15/02/12 10:13 - 2075 commenti

I gusti di Fauno

Io che speravo di vedere Eva Axen in un ruolo un po' più da protagonista... Film inconcludente, ed è un peccato perché gli elementi buoni per dare spunti non mancavano, ma sono tutti sconnessi, come a sè stanti. Alla fine il tutto cos'è? Un'autosuggestione? Una reincarnazione? Un luogo maledetto? Cosa significano la bambina e le telefonate? E la musica? Mistero...

Kanon 10/07/12 00:10 - 604 commenti

I gusti di Kanon

Amelio non è interessato a ricreare quel minimo senso di mistero che permeava il racconto di Ewers; piuttosto pare procedere sullo spunto della frase di Cocteau per esercitarsi in uno sterile kammerspiel che gioca con finzione e realtà, senza riuscire ad affascinare e convincere molto nel rapporto attore - ruolo - recita. Non aiuta la messinscena da sceneggiato tv/teatrale che oltretutto inserisce elementi quando inverosimili, quando inutili e dal vago sospetto modaiolo thriller anni '70 (le telefonate, la bizzarra bimbetta). Oltremodo lungo.

Noodles 22/01/22 15:48 - 1464 commenti

I gusti di Noodles

Episodio particolare della filmografia di Gianni Amelio, non disprezzabile nonostante alcuni difetti e il parere negativo dello stesso regista. La breve e semplice storia non manca di fascino e di una certa aurea di morbosità e di mistero, aiutata anche da un'ambientazione claustrofobica, composta fondamentalmente da una stanza. Il che dà al film un impianto teatrale vagamente mescolato a vecchio sceneggiato. Il ritmo è lentissimo, particolare che a volte rappresenta un vantaggio ma più spesso è un limite. Anche la recitazione è così così. Ma l'atmosfera è buona e il film è curioso.

Giovannella Grifeo HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Kanon • 9/07/12 15:53
    Fotocopista - 823 interventi
    - Liberamente tratto dal breve racconto "Das spinne" di Hanns Heinz Ewers, a sua volta ispirato al breve racconto "L'oeil invisible ou l'auberge des trois-pendus" di Émile Erckmann e Alexandre Chatrian.

    - Evidente l'influenza che ha esercitato questa breve storia sull'altrettanto nota novella "Le Locataire chimérique" di Roland Topor, da cui fu poi tratto "L'inquilino del terzo piano" (1976).

    - Hanns Heinz Ewers curò lo script del film "Lo studente di Praga" (1913).

    Fonte: Wikipedia e http://versacrum.hyperborea.com/letteratura/articoli/hhewers2009/

    - Il titolo del film cita una frase di Cocteau: "le cinéma est la mort au travail".